playstation 4 hacker pirata

PlayStation 4 hackerata: Linux e i Pokémon arrivano sulla console Sony (video)

Cosimo Alfredo Pina

Anche se ci sono voluti più di due anni, Sony PlayStation 4 è stata finalmente hackerata, nel senso stretto del termine. Il team fail0verflow è infatti riuscito a sfruttare un exploit per installare Linux, con tanto di emulatore per giocare ai Pokémon.

Già in passato gruppi di hacker, più o meno esperti, si erano prodigati nello scovare qualche falla nella PlayStation 4, pur senza nessun successo concreto o facilmente replicabile. Il risultato dei fail0verflow, raggiunto pochi giorni fa e presentato ieri, arriva adesso non a caso.

LEGGI ANCHE: L’app che non piacerà a Sony vi permette di giocare a PlayStation 4 da PC

Dietro al successo ci sarebbe infatti un bug nel WebKit della console Sony, riscontrato di recente. Sfruttando questa “distrazione” e giocando sul fatto che Orbis OS, il sistema della PS4, è basato su FreeBSD, gli hacker sono riusciti a far partire una sessione perfettamente funzionanate proprio di questo ultimo sistema operativo.

Un risultato notevole per la comunità di smanettoni, ma che presenta diversi però nella. Il firmware utilizzato sulla console è la versione 1.76 e Sony richiede che per l’utilizzo della PlayStation questa sia aggiornata all’ultima build (attuale 3.11), inoltre difficilmente, e fortunatamente, il tutto potrà essere utilizzato per installare giochi pirata.

Tuttavia la battaglia tra comunità open source e sviluppatori Sony si può dichiarare aperta e non è detto che non porti a qualcosa di davvero interessante, come una PlayStation 4 capace di trasformarsi un PC vero e proprio.

Via: EngadgetFonte: GitHub