raspbian-pixel

Raspbian, il sistema operativo per Raspberry Pi, adotta il nuovo desktop PIXEL

Leonardo Banchi

PIXEL è una parola che ultimamente va molto di moda nel mondo tecnologico: stavolta, però, non la usiamo per parlare dei nuovi smartphone targati Google in arrivo a breve, ma del nuovo ambiente desktop adottato da Raspbian, un sistema operativo basato su Linux molto popolare fra gli utenti di Raspberry Pi.

L’ambiente desktop PIXEL (Pi Improved Xwindows Environment, Lightweight) è sostanzialmente una versione di LXDE molto personalizzata, adattata per sfruttare al meglio l’hardware dei Raspberry Pi. Fra le principali differenze estetiche che noteranno gli utenti abituati alle precedenti versioni di Raspbian abbiamo però:

  • Nuova schermata di benvenuto all’accensione, che mostra anche il numero di versione del sistema operativo;
  • 16 nuovi sfondi;
  • Sfondo del desktop visibile anche nella schermata di login;
  • Nuove icone per applicazioni e menu;
  • Look rinnovato delle finestre delle app;
  • Possibilità di spegnere le connessioni WiFi e Bluetooth quando non servono.

LEGGI ANCHE: Venduti 10 milioni di Raspberry Pi

La nuova versione di Raspbian porta poi altre novità, non legate al nuovo ambiente desktop PIXEL: fra di esse, l’installazione del software RealVNC, per collegarsi ai desktop remoti, e la sostituzione del browser di default Epiphany con Chromium, versione open source del più noto Google Chrome.

Via: Liliputing