mac pro el capitan

Gamma Mac 2017: tagli di prezzi, 32 GB di RAM sui notebook e nuovi processori

Cosimo Alfredo Pina

Non è passata neanche una settimana dal lancio dei nuovi MacBook, ma sul web si inizia già a parlare di come la gamma si evolverà nell’anno a venire, e non a caso visto che le prime indiscrezioni indicano pre-ordini e vendite sotto tono per i Pro di fine 2016.

Prezzi più alti rispetto ai precedenti modelli, specifiche non di ultima generazione (dovute alle limitazioni dell’architettura Skylake) e alcune scelte di progettazione, come l’uso di sole porte USB-C e l’assenza di lettore di schede SD, starebbero rallentando il decollo della nuova gamma di MacBook.

Se ormai le scelte di disegn dei dispositivi sembrano confermato, come dimostrano le parole di Schiller che trovate qui sotto, il prossimo anno potrebbe comunque rivelarsi il vero punto di svolta per il settore computer di Apple.


È uno slot ingombrante. C’è questa cosa [la scheda SD inserita] che spunta fuori per metà. Poi ci sono un sacco di ottimi e veloci lettori di schede USB e poi ci sono sia CompactFlash che le SD. Così non avremmo mai potuto risolvere la questione. Scegliemmo le SD perché usate dalla maggior parte delle fotocamere consumer […] quindi fu un po’ una rinuncia. Poi sempre più fotocamere integrano il trasferimento wireless […]. Così pensiamo che il futuro sia nell’usare un adattatore, se vuoi, oppure la connettività wireless.

Philip W. Schiller sull'assenza di lettore di schede SD

Per quanto riguarda i portatili nella seconda metà del 2017, quelli appena lanciati potrebbero subire un taglio del prezzo, rendendoli così più interessanti, mentre in termini di hardware potrebbero arrivare revisioni che, grazie a nuovi processori (probabilmente Kaby Lake ma non si escludono i Cannonlake) potrebbero ospitare fino a 32 GB di RAM LPDDR4.

LEGGI ANCHE: Trapelano prezzi, uscita e specifiche degli Intel Core Kaby Lake per desktop

Il prossimo anno ci si aspetta anche auspicabili novità per il comparto desktop. In particolare il recente leak che ha portato alla luce specifiche, prezzi e data di uscita dei Kaby Lake per PC fisso apre la più che plausibile possibilità che nel primo trimestre del 2017 arrivino nuovi iMac e (sarebbe l’ora) un Mac Pro degno di competere con le workstation più moderne.

Per ora stiamo parlando solo di analisi e previsioni, ma se il tutto sarà confermato potremo dire che Apple ha finalmente ingranato la marcia.

  • Mac Pro che compete con le workstation più moderne, fa ridere la frase 🙂

  • Luca Visentin

    Ma io avevo letto che i Macbook hanno fatto boom di preordini..qualcosa non quadra