Google final

Secondo uno studio di Yelp, Google sta davvero manomettendo i risultati delle ricerche (video)

Giuseppe Tripodi

Da diverso tempo Google è nel mirino dell’antitrust europeo: secondo il garante, il colosso della ricerca online starebbe deliberatamente favorendo alcuni risultati, che non rappresenterebbero la migliore scelta per l’utente.

A muovere le accuse al motore di BigG, tra gli altri, c’è anche Yelp, che ha condotto un’indagine con il legale Tim Wu, ex FTC advisor. La ricerca dimostrerebbe che Google sta effettivamente manomettendo i risultati della ricerca, al fine di promuovere contenuti che sono stati generati dalle sue pagine, piuttosto che da servizi concorrenti. L’esempio più semplice e calzante viene proprio dalla ricerca dei locali: in questo caso, BigG starebbe favorendo i punti di interesse recensiti su Google+, piuttosto che altri locali (che magari hanno anche un maggior numero di opinioni su altri servizi come Yelp o TripAdvisor).

LEGGI ANCHE: Google fa mea culpa per i problemi in Europa

Come capirete da voi, la questione è piuttosto spinosa: da un lato, essendo Google un’azienda privata potrebbe essere in diritto di favorire i propri contenuti, dall’altro, come fa notare Yelp stessa, essendosi ormai imposta come uno standard in tutto il mondo, dovrebbe mettere al primo posto la qualità delle informazioni che vuole presentare agli utenti, e non il proprio tornaconto.

Per questo motivo è stato sviluppato anche un plug-in, chiamato Focus on the user – Local (FOTUL), che dovrebbe riordinare i risultati della ricerca secondo l’effettiva utilità per gli utenti, indipendentemente dalla fonte dei contenuti. Il video che trovate in fondo, che spiega semplicemente la questione, viene proprio dal sito ufficiale di questo progetto.

Un confronto tra i risultati delle ricerche con e senza FOTUL, dal saggio di Yelp "Is Google degrading search?"
Un confronto tra i risultati delle ricerche con e senza FOTUL, dal saggio di Yelp “Is Google degrading search?”

In sostanza, non è ancora chiaro come andrà a finire la questione: Google ha più volte negato di favorire i propri risultati sugli altri servizi, ma in Europa diverse società quali Yelp e TripAdvisor stanno spingendo affinché la Corte Europea faccia luce sulla questione.

Via: Re/Code
  • francone

    Molto male google

    • TheAlabek

      Ma anche no

    • Elektrosphere

      molto male dove! E’ un azienda privata! Io non ci vedo nulla di scandaloso. Anzi, trovo scandaloso che le si imponga una situazione differente!!

    • Mr.Bolla

      molto male perchè… motivamelo

  • Fabio

    “da un lato, essendo Google un’azienda privata potrebbe essere in diritto di favorire i propri contenuti, dall’altro, come fa notare Yelp stessa, essendosi ormai imposta come uno standard in tutto il mondo, dovrebbe mettere al primo posto la qualità delle informazioni che vuole presentare agli utenti, e non il proprio tornaconto.” dove sta scritto che Google, in quanto azienda privata, debba mettere al primo posto la qualità delle informazioni???!!! in ottica di puro e semplice guadagno, è ovvio che ragioni per un proprio tornaconto! o si decide di obbligare Google ad andare contro i propri stessi interessi (e non credo che sia corretto), oppure “l’utonto” medio dovrà scorrere 2 o 3 pagine di ricerca per avere una visione di insieme…..

    • Mr. Olympia

      Tu che parli di tonto mamma mia…

      • Fabio

        commento veramente utile. BRAVO!

  • Michele Casella

    e se così facendo google stesse già mettendo al primo posto la qualità delle informazioni?
    Avete mai provato ad usare bing? non riesce a trovare un risultato esatto nemmeno se cerchi “bing”. Google ormai è diventato troppo superiore alla concorrenza, ergo se indicizza sè stesso ci guadagnano tutti, intanto tripadvisor…

  • io sono nappo

    mah, non capisco, tu cerchi su google, se vuoi altre opinioni cerca su tripadvisor direttamente, per me google non fa nulla di errato.

  • scumm78

    Secondo me la cosa e’ piu’ semplice di quanto si pensi… I siti di google appaiono prima perche’ sono costruiti per essere indicizzati meglio. Non capisco come faccia una societa’ come YELP a dire che google manipola i risultati a suo favore senza conoscere l’algoritmo che ci sta dietro. Il fatto che io cerco un locale e mi appaia prima la pagina di google+ non e’ sufficiente: perche’ la pagina di YELP dovrebbe avere piu’ rilevanza di quella di google+? anzi secondo me questa ha piu’ rilevanza perche’ di solito la pagina di google+ e’ fatta dal locale stesso quindi per me molto piu’ interessante di quella di YELP. Poi c’e’ un altro aspetto: per definire rilevante per un utente qualcosa piuttosto che qualcos’altro google deve per forza aver raccolto delle informazioni sugli utenti… da dove google raccoglie queste informazioni? dai suoi servizi quindi e’ piu’ facile che questi appaiano prima.
    Ultima considerazione: sapete che i risultati di ricerca cambiano da persona a persona? quindi qualsiasi test di questo tipo risulta inefficace. Se per esempio io sono solito visitare ed usare google plus e’ giusto che google mi faccia vedere prima questi risultati.

    • Effettivamente chi dovrebbe saperne di più di SEO (ottimizzazione per i motori di ricerca) di un’azienda che È un motore di ricerca.

  • Enzi

    Sempre le stesse risposte si leggono. Svegliatevi un secondo prima di dire “è naturale che google favorisca se stessa rispetto alla concorrenza”. Google si presenta al pubblico ed al mondo intero come un motore di ricerca imparziale che tenta di restituire il miglior risultato possibile in base alle informazioni da te fornite. Nel momento in cui cessa di darti un risultato imparziale che dia all’utente il massimo beneficio, allora in quel preciso momento Google ti sta truffando.
    Google stessa dice di essere imparziale, quindi nel momento in cui dite che è normale che faccia i suoi interessi non solo vi piegate a 90, ma dite pure a chi cerca di metterci un po’ di vasellina di non farlo perchè è normale che le aziende inc****o gli utenti. SVEGLIA!

    • Steve

      beppe sei tu?

      • talme94

        No, è Atteo Enzi

      • Enzi

        Dipende …mi devi dei soldi?

  • Marco

    Mi auguro che sparisca dal pianeta google

    • per quale assurdo motivo?

  • Steve

    Nel mondo esistono più motori di ricerca, quindi se scelgo Google so che è Google e so che può volersi favorire. Oltretutto, cosa ne sappiamo che i risultati di Yelp non sono anch’essi sbilanciati? Troppe variabili

  • degac

    TripAdvisor è la stessa che è stata citata ‘più volte’ perchè alcune ‘sue’ valutazioni lasciano molto a desiderare, giusto?

    E Yelp, da quanto ho capito. lavora nello stesso ‘ambito’.
    Molto imparziali anche i contendenti… ed uno studio legale (pagato comunque da qualcuno…) non mi sembra una fonte di ‘santità’ ed ‘imparzialità’.

    Poi – alla fine – si prova, se fa schifo o meno si mette un giudizio – ovunque si creda: per quanto ne so la soluzione è utilizzare (o creare se mancasse) un’applicazione che inserisce i risultati in automatico su più siti. Tutti contenti.

    • teresa giacomini Ud

      TRIPADVISOR, a mio parere, è il male assoluto. Li sento come la menzogna che fa denaro oltre che prendendo per i fondelli la gente. Come posizione dominante è la prima che deve tacere…e l’ha fatta, a quel che vedo, in modo immorale. Google mi sta bene com’è.

  • teresa giacomini Ud

    TRIPADVISOR??? Il re delle recensioni false, dubbie, a pagamento??????? Il bue che dà del cornuto all’asino. Per me Google continui pure e muoia TA tra atroci dolori.