zelda_ii_glitch

Soffiare nelle cartucce Nintendo per anni non è stata una buona idea

Giuseppe Tripodi -

Se state leggendo questo articolo e avete l’età giusta, c’è un’altissima probabilità che più di una volta vi siate trovati a soffiare dentro una cartuccia Nintendo, al fine di rimuovere la polvere.

Se è effettivamente così, vi consigliamo di sedervi, fare un bel respiro e accettare (con malinconia) che probabilmente avete contribuito alla morte di quelle cartucce. Nonostante Nintendo stessa raccomandasse di non farlo, praticamente tutti i possessori di NES (ma anche SNES e Game Boy) erano convinti che soffiare dentro la cartuccia potesse rimuovere eventuale polvere che impediva al gioco di essere letto correttamente e che poteva portare a (meravigliosi!) glitch grafici come quello di Zelda nell’immagine in alto.

Tuttavia, il nostro fiato è fondamentalmente umido e un lungo articolo di Mental Floss ha dimostrato come il soffiare dentro la cartuccia favorisse la formazione di ruggine o muffe nelle piastrine di rame.

LEGGI ANCHE: Nintendo rilascerà 5 giochi per smartphone entro marzo 2017

È stato persino condotto un test con due cartucce: un esperto di videogiochi di Mental Floss ha soffiato in una delle due per dieci volte ogni giorno e il risultato, dopo un mese, era questo:

nintendo-680x687

Se nonostante tutto siete pronti a ribattere sì, ma dopo aver soffiato funzionavano davvero! vi spieghiamo subito il perché: il solo gesto di rimuovere e reinserire la cassetta poteva smuovere eventuali accumuli di polvere (che si annidava principalmente dentro la console, e non nelle cartucce come erroneamente credevamo) e, in ogni caso, era un nuovo tentativo di connessione. Inoltre, secondo un’altra ipotesi, è possibile che la suddetta umidità del fiato potesse in qualche modo favorire le connessioni elettriche dei circuiti e, quindi, aiutare temporaneamente, nonostante i dannosi effetti a lungo termine.

Ma in sostanza, quindi, come avremmo dovuto pulire queste cartucce? La soluzione migliore, probabilmente, è con un cotton fioc imbevuto di alcool isopropilico e, qualora qualche nostalgico tra voi conservi ancora il suo NES, vi lasciamo con un lungo video che spiega proprio come pulire le cartucce.

Photo Credits: Kevin Simpson, Flickr

Via: Il Post