mela bacata apple istock

Sistemi Apple sicuri? OS X e iOS sono i più vulnerabili del 2015, mentre Android è solo 20°

Nicola Ligas -

Quali sono stati i software con il maggior numero di vulnerabilità nel 2015? Doveste tirare a indovinare forse non avreste pensato a quelli di Apple, data la loro fama di sicurezza, ed invece OS X ed iOS sono primo e secondo, con 384 e 375 vulnerabilità rispettivamente. Segue al terzo posto del podio il sempiterno Adobe Flash Player, con 314 vulnerabilità, ma Adobe vuole per sé tutte le posizioni fino alla sesta, in particolar modo con software correlati ad AIR.

Troviamo poi un trittico di browser, capitanati ovviamente da Internet Explorer, con Chrome e Firefox ad inseguire (231, 187 e 178 vulnerabilità rispettivamente).

E Windows? A questo punto dovremmo spiegarvi la natura di questa lista, creata dal CVE Details, che ha raccolto i dati forniti dal National Vulnerability Database (NVD) in merito alle Common Vulnerabilities and Exposures (CVE), ovvero tutte quelle vulnerabilità pubblicamente rese note (che non è affatto detto corrispondano al totale). In questo elenco però Windows, al contrario di altri OS, è stato diviso per numero di versione, ed è solo dal 10° posto in poi che lo troviamo. C’è tra l’altro da dire che così facendo non solo gli è stata tolta rilevanza come sistema operativo in sé, ma che non è comunque corretto fare la somma delle vulnerabilità versione per versione, dato che lo stesso tipo di falla può affliggere release diverse dell’OS.

LEGGI ANCHEUna falla di sicurezza espone i dati personali degli utenti di Steam

Insomma, tanto per tirare le somme, non abbiamo troppi dubbi che sommando le sole vulnerabilità di Windows desktop l’OS schizzerebbe al primo posto, ma è difficile dirvi di quanto. Lode comunque a Windows 10 che è solo 35° con 53 vulnerabilità.

Altri nomi notevoli sono quello di Ubuntu all’11° posto, e di Android che è solo 20°, anche se a questo punto occorre sottolineare che una classifica basata sul numero di vulnerabilità non evidenzia minimamente la gravità delle stesse, elemento che invece ha la sua importanza.

Trovate comunque l’elenco completo da spulciare qui sotto in galleria, seguito da quello delle “aziende più vulnerabili“, dove Microsoft, Adobe ed Apple detengono le rispettive tre posizioni del podio.

Via: Venture Beat
  • http://iphoneitalian.altervista.org/blog/?doing_wp_cron=1391082082.1760709285736083984375 Massimiliano

    Tanto che cambia anche se i dati fossero giusto tutti continueranno a dire il contrario e poi ognuno sceglie ciò che li pare che poi e vulnerabile quello dipende dal utente.per il resto vado avanti con il mio nexus 6 e z10

  • AlexF

    Con la crescita di OS X e iOS nell’ultimo anno non suona strano…

  • Andrea Russo

    Dai si sapeva che, soprattutto ios, nel 2015 aveva falle di sicurezza. Ancora la gente é convinta…

  • Ugo

    scusate, ma questo è title baiting bello e buono.
    a parte il fatto che non capisco come diavolo possa avere rilevanza una lista fatta in questa maniera…

    che c’azzecca mettere nello stesso calderone sistemi operativi e browser, programmi d’utilità e kernel a casaccio?
    lasciando perdere la differente classificazione che ha windows rispetto ad altri os, come fate presente nell’articolo, e non si capisce perchè.
    windows è separato in 8 versioni tra la 10 e la 18a posizione, poi c’è un “windows” (quale? che è?) in 39…
    e xp, che ancora gira su milioni di pc?
    linux invece è suddiviso in distro ma non in versioni (alla 11 ubuntu: quale? 7 feisty fawn?)
    con osx idem: 1°. ma quale? tiger? yosemite? el capitan?
    no, solo perchè se guardiamo gli adoption rate c’è un po’ da ridere: windows 10 è sul 12% delle macchine, el capitan sul 42%. con 10/8/8.1 arriviamo al 31%, tra yosemite/elcapitan siamo sull’81%.
    non mi pare una differenza da poco.
    idem con android: tutto è 20°.
    ma c’è ancora gente là fuori con ICS. le vulnerabilità per chi sono? ci sono anche su marshmallow? sono SOLO quelle di marshmallow?
    vi sembra trascurabile con la frammentazione che ha un os del genere??
    e manco parliamo della gravità delle falle: che fanno ‘sti exploit? ti fanno cadere i caratteri dal display? ti spengono i led della tastiera? o ti cancellano l’hd? e come? guardando un url o devi attaccare una chiavetta usb infetta e digitare tre volte la password di amministratore?
    mi stupisco che pubblichiate roba del genere…

    • http://www.androidworld.it/ Nico

      Punto primo: calma.
      Punto secondo: se hai letto bene l’articolo non ho certo preso questa lista per assoluta ed ho evidenziato le critiche che le si possono fare. Ciò non di meno il podio di Apple ha un suo senso ed anche un suo perché, ed è a quello che ho voluto dare risalto nel titolo. Ovvio poi che la lista vada interpretata, ma non è che quello lo puoi spiegare in un titolo.

      • francone

        Mi sembra comunque normale si punti a un titolo che possa attirare.. Non c’è nulla di male..

        • Ugo

          beh, è un concetto dei mezzi d’informazione abbastanza… discutibile…

          • francone

            Lo faresti anche tu al suo posto suvvia

      • Ugo

        punto primo: siamo tutti calmissimi. al massimo il sentimento è un po’ quello che hai dopo aver trovato 100 euro per terra e scopri che sono del monopoli.

        punto secondo: scusa, ma “il suo senso ed anche il suo perchè” io nell’articolo non lo trovo.
        ma francamente mi interessa anche pochino, perchè il tenore della “notizia” mi ha fatto scemare ogni interesse di approfondimento.
        in fondo l’articolo riassume, in modo piuttosto corretto, quello che c’è nella tabella. il mio primo commento riguardava da una parte l’opportunità di dare risalto ad un'”analisi” (chiamiamola così…) di questo tipo e di mettere in un titolo a 36 punti una cosa che non ha senso come poi tocca spiegare nel testo…

        detto ciò, entrambe liberissime scelte editoriali, eh… per carità…

        • http://www.androidworld.it/ Nico

          Qualunque titolo sarebbe stato attaccabile se c’è bisogno di una spiegazione ulteriore, ma la classifica comunque rimane, e secondo me il suo senso ce l’ha, a patto di leggerla nel modo corretto

          • filippo

            il senso ce l’ha certo, come hanno già scritto, scelta editoriale, si minimizza il problema e si tranquillizza l’utenza di riferimento.

    • talme94

      Per vedere cosa fanno queste vulnerabilità basta andare nel bug tracker

  • macosx

    Ma che senso ha, cioè Mac OSX e ios in generale così come ubuntu, cioè ios dalla versione 3 ad oggi e mac osx da quando? dai tempi di Cheetah? Windows allora si dovrebbe considerare dal 2000.

    Da notare inoltre che ios è scritto come iphone os quindi in pratica sta parlando della prima versione di 8 anni fa.

  • _Tua madre è leggenda_

    Per windows 10 si intende anche la versione phone?

    • http://www.androidworld.it/ Nico

      quella non credo sia stata presa in considerazione dati i tempi di rilascio

  • Simracing it

    Ok.. hanno diviso le versioni di windows… e perché non hanno fatto la stessa cosa per osx e ubuntu? due pesi due misure..