Acer Chromebook 14_6

Google non garantisce aggiornamenti per i Chromebook più vecchi di 5 anni

Cosimo Alfredo Pina

Se siete dei pionieri di Chrome OS forse la cosa emersa dalla End of Life policy di Google potrebbe già riguardarvi. Stando al documento, dedicato al appunto agli aggiornamenti di Chromebook e affini, il periodo per cui è previsto il supporto ufficiale per questi dispositivi è ufficialmente di cinque anni.

Infatti Google spiega che il supporto “per i dispositivi Chrome è di 5 anni dal lancio dell’hardware”, periodo dopo il quale il supporto non sarebbe più garantito. Questo non significa che il vostro vecchio Chromebook smetterà di funzionare al quinto anno dal suo lancio, ma piuttosto che aggiornamenti e nuove feature non saranno garantite.

LEGGI ANCHE: Gestione dispositivi Android visualizza anche i Chromebook, più o meno

In effetti la scadenza sembra più flessibile di quanto indicato. I Samsung Serie 5 e i prototipi CR-48 sono già oltre i 5 anni di età, eppure continuano a ricevere update, così come l’Acer AC700 lanciato cinque anni fa a fine mese. Immaginiamo che, un po’ come fa Microsoft, gli aggiornamenti critici arriveranno comunque anche sulle vecchie macchine, ma almeno adesso sapete se è il caso di iniziare a risparmiare per un nuovo Chromebook.

Via: GizmodoFonte: Google
  • a’ndre ‘ci

    vogliono portare i pc a essere come i telefoni….

    • FuckingIdUser

      Si e no. Gli OEMs non mette no un euro per I firmware dei Chromebooks. È tutti gesture da Google, cone fossero dei Nexus o dei Pixel.
      Sicuramente non è io massimo della vita ma è comprensibile il perché, al momento, il supporto sia limitato.

      • a’ndre ‘ci

        si, ma aggiornamenti in schema telefoni.
        niente per il firmware, ma il fatto che decidano loro quando non vengono più aggiornati (al contrario del mondo pc fino ad ora, che solo i limiti hardware impediscono gli update e raramente i drivers)

        • FuckingIdUser

          Scusa ma nel mondo pc se il produttore del componente non rilascia il driver ti attacchi al palo.
          Se compri un notebook e Asus non rilascia i driver per Windows X non è assicurato che tutto funzioni correttamente.
          Se Asus rilascia un Chromebook a curare il software dalla A alla Z e a testare che i firmware non facciano esplodere il notebook ci pensa Google. Gli OEM non sganciano un euro.
          Ed infatti a pari prezzo ti porti a casa un Chromebook che ha caratterische tecniche complessive superiori. O almeno così è nella fascia dai 350 euro in giù.

          • a’ndre ‘ci

            non è assicurato, vero…
            ma allo stato attuale ti funziona praticamente tutto degli ultimi 10 anni…
            e anche per molta della roba che asus (nell’esempio) non supporta, MS ci mette pezza..