Ma quant’è figo guardare la TV sulla NVIDIA Shield! (foto e video)

Nicola Ligas -

Con l’ultimo aggiornamento della NVIDIA Shield TV, è stato aggiunto il supporto ai TV Tuner USB, via Plex Pass. Abbiamo quindi colto al volo l’occasione per provare Hauppauge Win TV-DualHD, un dongle USB pensato per vedere i canali televisivi su PC e laptop, ma che ora si sposa perfettamente anche con il box di NVIDIA. Chiariamo, come già accennato, che per avvalersi di questa funzione è necessario essere abbonati a Plex. Qui trovate tutte le formule disponibili: si va da 4,99€ per un mese, a 119,99€ per l’abbonamento a vita. Si tratta quindi di una formula pensata principalmente per chi sia già utente Plex Pass, anche perché di per sé la visione dei canali TV su un box che è già collegato ad un televisore non è una killer feature. D’altro canto potrebbe essere proprio questo il bonus che vi spingerà ad abbonarvi a Plex Pass, che è facilmente considerabile uno dei migliori media center che ci siano.

Fatte quindi le dovute premesse, come si comporta il TV Tuner di Hauppauge su Shield TV? Molto bene, una volta superata la configurazione iniziale. A proposito di questa, segnatevi assolutamente questo link. Si tratta di una pagina del supporto NVIDIA, che vi guiderà passo passo nel setup dell’account Plex Pass sulla Shield e nella sintonizzazione dei canali TV. Avrete infatti bisogno di un browser (potete anche usarne uno sulla Shield stessa, ma è scomodo: meglio PC o smartphone), dal quale dovrete visitare l’indirizzo https://www.plex.tv/link/, digitando il codice presente nell’app di Plex sulla Shield. Una volta che Plex Pass sarà abilitato nell’app sul box, dovrete sintonizzare i canali, e per questo vi servirà sempre un browser e l’indirizzo https://app.plex.tv/web/app. Ci vuole quasi più a dirlo che a farlo, e comunque la procedura è semplice.

Al termine, avrete tutti i vostri canali televisivi pronti all’uso su Plex. Chiariamo che il segnale viene preso direttamente dall’antenna, collegata al dongle USB, e non via internet. C’è un minimo buffering all’inizio della trasmissione di ogni canale, ma a parte questo non ci sono differenze qualitative rispetto a quanto vedreste senza passare per la Shield. Ce ne sono però di pratiche, derivanti dall’utilizzo di Plex. Anzitutto avrete una guida TV sempre aggiornata, che vi mostrerà delle schede per ogni film, programma TV, notiziario ed altro. Ciascuna scheda è corredata da immagini, descrizione, orario di inizio e durata del programma, sia per quelli attualmente in onda, che per i prossimi venturi. In questo modo avrete un colpo d’occhio su tutto ciò che potrebbe interessarvi che troverete in TV, colpo d’occhio che tra l’altro è realizzato con una buona grafica, il che non guasta mai (vedi video).

Avrete comunque la possibilità di consultare i vari canali in modo “classico”, ovvero nell’ordine RAI 1, 2, 3, Rete 4, Canale 5, Italia 1, ecc., con la programmazione attualmente in onda, ma sempre strutturati con schede dedicate, come descritto sopra. In ciascuna di queste schede, oltre al pulsante per iniziare la trasmissione, troverete quello per registrarla. È una funzione utilissima per gli show non ancora in onda, la cui registrazione partirà e si fermerà automaticamente, e potrete gestire i vari programmi in registrazione, tramite opportuna coda. A questo proposito occorre però una precisazione. NVIDIA consiglia almeno 32 GB di memoria interna libera per registrare i programmi. Questo significa o avere la Shield da 500 GB, o aver montato una memoria aggiuntiva sulla Shield da 16 GB (microSD almeno Classe 10 o pendrive USB 3.0). Plex DVR richiede infatti fino ad 8 GB di cache per ogni ora di registrazione, quindi capirete il perché dell’esigenza di tanto spazio. In caso contrario, la registrazione fallirà inesorabilmente.

Nella confezione dell’Hauppauge Win TV-DualHD troverete anche un piccolo telecomando, utile per muovervi nell’interfaccia di Plex, ma pensato soprattutto per chi non stesse usando la Shield, dato che se siete alla TV avrete senz’altro a portata di mano un telecomando. Presente anche una “prolunga” USB, utile se non poteste collegare direttamente il dongle al vostro dispositivo per carenza di spazio, ed infine c’è anche una piccola antenna, in modo da sintonizzare i canali anche in mobilità. Dalle prove che abbiamo fatto, quest’ultima è appunto la classica ultima spiaggia nel caso non abbiate una normale antenna a portata di mano, ma è comunque bene che sia stata inclusa nella confezione.

L’utilizzo di questo dongle su PC è poi ancora più semplice, e non richiede né Plex né alcun abbonamento. Vi basterà scaricare il software gratuito per Windows che trovate sul sito ufficiale, collegare il dongle alla porta USB e ad un’antenna TV, e sarete in onda. O meglio, riceverete i programmi in onda.

Dobbiamo ammettere che avere la TV su Plex ci è piaciuto più di quanto avremmo pensato, soprattutto per l’ottima panoramica dei contenuti, che permette di scoprire facilmente qualcosa di interessante da vedere sui tanti canali presenti sul digitale terrestre. Alcuni di questi non li avremmo nemmeno visitati senza un colpo d’occhio tanto efficace. La funzione DVR “automatico” è poi un bonus non indifferente, soprattutto se seguite regolarmente tanti show in TV regolarmente. A seguire trovate la nostra video prova, così che possiate osservare il tutto in azione e capire se può fare al caso vostro.

NVIDIA Shield

NVIDIA Shield

confronta modello

Ultime dal forum: