ubuntu xenial 16.04 lts

Ubuntu 16.04 LTS: disponibile la release dello scoiattolo amichevole

Cosimo Alfredo Pina

Annunciata lo scorso ottobre, arriva ufficialmente Ubuntu 16.04 LTS Xenial Xerus, l’ultima versione della popolare distribuzione Linux nel canale a lungo supporto, ovvero che riceverà aggiornamenti per i prossimi 5 anni.

Lo scoiattolo amichevole (questo vuol dire Xenial Xerus) porta davvero tante novità sia al cuore del sistema che alla GUI. Tra queste le più degne di nota sono l’integrazione del kernel Linux 4.4, di Python 3.5 e di Apt 1.2, oltre a molte novità per il lato server.

LEGGI ANCHE: Come girano le app native Linux su Windows 10? Ecco i primi benchmark

Per quanto riguarda l’interfaccia le novità riguardano nello specifico le varie versioni (flavor) di Ubuntu ma il grosso lavoro è stato fatto su Unity che arriva alla versione 7.4 all’insegna di stabilità e funzionalità; niente rivoluzioni sul lato estetico. Ovviamente potete provare voi stessi tutto quello che il nuovo Ubuntu ha da offrire, scaricandolo sia dal sito ufficiale sia con la procedura di aggiornamento integrata nel sistema operativo, magari dopo un backup.

Via: PhoronixFonte: Ubuntu
  • Ansem The Seeker Of Darkness

    Ottima notizia, non vedo l’ora che esca linux mint nuovo!
    Onestamente mi piacerebbe passare a linux, ma mancano davvero troppe cose che uso quotidianamente 🙁

    • Marco Missere

      Al limite affianca Linux a Windows 😀

      • Ansem The Seeker Of Darkness

        si ma che sbatti ogni volta dover passare a windows per giocare. contando che lo faccio molto spesso non ne vale la pena per me.E su portatile con linux ci sono consumi maggiori, e quindi minor autonomia :/

        • Marco Missere

          Io uso Linux sul mio portatile tranquillamente da 4 anni 😉

          • Ansem The Seeker Of Darkness

            non ho detto che funzioni male, ma da sempre il kernel linux non lavora molto bene sul risparmio energetico. Non so se hanno risolto recentemente, ma per dire, con gli ultimi processori intel, il kernel linux non riesce ad usare gli stati più bassi di consumo, avendo quindi consumi molto superiori che su windows.

          • Marco Missere

            Lo so, ma per me non è un problema, raramente uso il portatile in mobilità.

          • C. Bianco

            io lo uso su portatile ubuntu con tlp e la durata della batteria è simile a windows, in realtà non ho mai capito quale tra i due duri di più. L’unica cosa che su ubuntu diciamo è noiosa è il fatto di dover riavviare la sessione per cambiare da scheda grafica integrata a dedicata, anche se esistono modi per farlo in automatico ma non ho mai testato..

    • Valentin Vasile

      prova a,con una usb live di linux mint,ad aprire il terminale e installare wine ( sudo apt-get install wine ) e a cercare i giochi nel disco C,avviarli e vedere se girano

  • Samaritan

    Pensate di fare un breve video sulle, seppur poche, novità introdotte?

    • Alex Alban

      Ma se non sanno manco che è aahahah

  • Davide

    Wow. Ora corro subito a installare sta cagata

    • Alex Alban

      Grazie del commento inutile!

    • Marco Missere

      Disse l’utente Windows o OSX.

      • Davide

        Uso Windows o osx chissà, beh con loro posso usare qualunque programma . Se usassi Linux andrebbe bene solo per guardare i pormi su internet

        • Marco Missere

          Io da 5 anni uso Linux per qualunque cosa io faccia con il computer.

  • PasquAle

    Una volta era possibile l’installazione sotto Windows tramite Wubi, era molto comodo perché in ogni momento lo si poteva disinstallare (Ubuntu) come fosse un programma di Windows da “programmi e funzionalità”; adesso come si farebbe ad installare Ubuntu in modo da poterlo eventualmente “disinstallare” facilmente?

    • mugna

      Se vuoi provare Ubuntu ci sono vari metodi, uno dei quali prevede l’installazione su un supporto come ad esempio una pendrive. In questo modo non devi disinstallare nulla, e nemmeno impazzire col bootloader di Windows che se ne andrebbe all’aceto. Anche se personalmente preferisco un dualboot su una partizione estesa.

      • PasquAle

        e cioè avviare ubuntu in live e procedere all’installazione selezionando come unità la Pendrive usb? ciò non toccherà il loader di windows?
        ho provato a creare una usb tramite Lili dandogli uno spazio di archiviazione permanente (quindi non lo avvierebbe in modalità live) ma a quanto pare non mi mantiene le modifiche, mi avvia ubuntu sempre in live!

        • mugna

          Ni, quando hai la pendrive con Ubuntu live e la avvii non puoi installare Ubuntu su quella stessa chiavetta, perché sarebbe montata per la live appunto. Quindi dovresti usarne una seconda per la vera e propria installazione. In questo modo non perdi nessuna configurazione ad ogni riavvio.

          • PasquAle

            Si, mi sono espresso male, è ovvio che avvio ubuntu live da un dvd o una chiavetta che non sia la stessa della destinazione dell’installazione! XD
            Cmq una volta selezionato “altro” e quindi la chiavetta usb di destinazione, non dovrebbe gestire tutto su di essa senza toccare l’HD del pc?

          • mugna

            In teoria sì, ma un check lo farei per evitare disastri.. 😀

    • Puoi provare anche con una VM: VirtualBox o HyperV, anche se le prestazioni non sono native.

    • L.C. PRODUCTIONS

      Cancelli la le partizioni di ubuntu e la swap. Basra fare un backup dei dati prima