Head and platters detail of a hard disk drive Seagate Medalist S

Western Digital lancia i primi hard disk ad elio per il mercato consumer

Cosimo Alfredo Pina

Lanciati nel 2013 da HGST, sussidiaria di Western Digital, i dischi fissi ad elio hanno portato una discreta innovazione nel campo dell’archiviazione magnetica. Fino ad oggi appannaggio del settore datacenter, gli HDD ad elio arriveranno presto sul mercato consumer.

La prossima generazione di dischi fissi interni WD Red, WD Red Pro e WD Purple, e quelli esterni My Cloud, My Book e My Book Duo saranno i primi ad implementare le camere ermetiche riempite di elio, che portano diversi vantaggi.

LEGGI ANCHE: LaCie Chrome: l’hard disk esterno più elegante (e costoso) che potete immaginare

La densità dell’elio è un settimo di quella dell’aria; impiegarlo dentro i dischi fissi riduce lo stress dovuto dal movimento delle testine, permettendo di montare più piatti a parità di volume. Il tutto si traduce in dischi fissi per il mercato consumer con capacità di 8 TB, capaci di operare con meno energia. WD parla addirittura del 49% di watt in meno per ogni TB.

 

I primi modelli ad arrivare sul mercato basati su tecnologia ad elio saranno gli hard disk esterni My Book da 8TB che saranno in vendita per 299,99$. Il resto dei modelli, il WD Red, pensato per i NAS domestici o per le piccole aziende (5.400 rpm), WD Red Pro, indirizzato ai NAS più performanti (7.200 rpm), e WD Purple, pensato per la videosorveglianza continua, tutti da 8 TB, arriveranno entro la prima metà dell’anno.

Ovviamente non si tratta di prodotti per tutti, ma intanto WD compie un importante passo mettendo una tecnologia enterprise a portata di tutti e rilanciando una tecnologia che nonostante la sempre maggiore diffusione degli SSD sembra avere ancora molto da offrire, soprattutto quando la capacità è un fattore critico.

Via: AnandTechFonte: Western Digital
  • Ugo

    tutto bellissimo, tranne il fatto che di elio, sulla terra, non ce n’è praticamente più…