Windows 10: ecco cosa perderemo con l’aggiornamento

Giuseppe Tripodi -

Qualche giorno fa Microsoft ha annunciato che a partire dal 29 luglio potremo aggiornare gratuitamente i nostri PC a Windows 10, la nuova e attesissima versione del sistema operativo che porta con sé il nuovo browser Microsoft Edge, Cortana, le nuove app del pacchetto Office e tante altre novità.

Ma in mezzo alle tante funzionalità interessanti che verranno introdotte con questo aggiornamento, gli utenti che hanno intenzione di effettuare l’update al più presto (e magari lo hanno anche prenotato), dovrebbero sapere anche tutto quel che perderanno con l’aggiornamento.

LEGGI ANCHE: Come prenotare gratuitamente Windows 10

In primo luogo, dovremo dire addio al Windows Media Center, al solitario Hearts e ai gadgets di Windows 7: inoltre, chi utilizza ancora i Floppy dovrà installare separatamente un driver aggiuntivo e di default non verrà incluso neanche alcun software per la riproduzione dei DVD. Gabriel Aul ha spiegato su Twitter che quest’opzione arriverà in seguito, ma nel frattempo possiamo consolarci senza problemi con VLC.

A parte la rimozione di questi software, ricordiamo che Cortana sarà disponibile solo in USA, Regno Unito, Cina, Francia, Italia, Germania e Spagna, che per utilizzare Windows Hello dovremo avere una particolare webcam a infrarossi e che anche le nuove app Xbox Music e Xbox Video non saranno disponibili in tutto il mondo.

Infine, la cosa che farà storcere di più il naso agli utenti, è la nuova gestione degli aggiornamenti: infatti, mentre gli utenti con versioni Pro e Enterprise potranno rimandarli come preferiscono, chi utilizzerà Windows 10 Home Edition non avrà la possibilità di non installare gli update, che verranno automaticamente scaricati e installati senza alcun esplicito consenso.

Via: The Verge