Microsoft aggiorna le regole del Windows Store e bandisce gli emulatori

Leonardo Banchi

Gli emulatori per piattaforme di giochi di ogni tipo spariranno dal Windows Store: un aggiornamento delle regole di Microsoft, infatti, ha appena bandito dalla piattaforma “tutte le applicazioni che emulano un sistema di gioco”.

Il cambiamento riguarda sia i dispositivi mobili che i computer, ed è già entrato in atto: naturalmente non è difficile immaginare le motivazioni di questa scelta, legata senza dubbio al modo in cui software di questo tipo sono sempre stati giudicati al limite (e, molto spesso, oltre) della legalità.

LEGGI ANCHE: Massima trasparenza da Microsoft: pubblicati tutti i tipi di dati raccolti da Windows 10

Fra i primi a fare le spese di questo aggiornamento delle regole ci sono gli sviluppatori di NESBOX, autori di Universal Emulator: l’app è infatti già stata rimossa dallo store, per la disperazione di tutti gli amanti dei giochi, che dovranno quindi tornare ad installare i loro emulatori preferiti per vie traverse.

Via: Windowscentral