Google Drive final 2

Linguaggio naturale e correzione degli errori: la ricerca di Drive diventa intelligente come quella di Google

Leonardo Banchi

Google ci ha oramai abituato a quanto fare una ricerca sul proprio motore possa essere semplice: per trovare sul web ciò che si desidera, infatti, non è più strettamente necessario né formulare i termini con precisione “algoritmica”, né preoccuparsi di eventuali errori di battitura.

Comprendendo quanto questi strumenti possano essere utili quando si lavora ai propri documenti, Google ha quindi appena aggiornato la ricerca di Drive, il proprio spazio cloud, per permettere agli utenti di trovare qualunque file in modo intuitivo e veloce.

LEGGI ANCHE: Google Drive introduce le revisioni dei file

Gli strumenti che progressivamente, a partire da oggi, compariranno sulla pagina web di Drive per tutti gli utenti sono fondamentalmente due:

Interpretazione del linguaggio naturale

Questo permetterà di utilizzare stringhe di ricerca come “Mostrami le fatture dello scorso Agosto” per visualizzare documenti con la parola “fatture” creati nel mese indicato. Le potenzialità dell’algoritmo sono virtualmente infinite, e la sua affidabilità crescerà progressivamente analizzando le ricerche degli utenti.

Correzione automatica

Proprio come il “Forse cercavi” a cui Google ci ha ormai abituato, Drive sarà in grado di suggerire correzioni qualora la fretta abbia fatto digitare erroneamente le chiavi di ricerca.

Le novità, assieme ad altri miglioramenti, saranno disponibili per gli utenti di tutto il mondo già a partire da oggi, attraverso un rilascio graduale.

Fonte: Blog Drive