copyright final pirateria hack

Condividere link pirata non è un reato, secondo questo avvocato dell’Unione Europea

Cosimo Alfredo Pina

Condividere link a contenuti pirata ma non caricarli direttamente sui propri server non sarebbe una violazione del copyright. Questa è l’opinione data da Melchior Wathelet, avvocato generale presso la Corte di giustizia dell’Unione europea.

Il legale è stato interpellato in merito ad un caso particolare, quello del sito olandese GeenStijl che nel 2011 condivise sistematicamente link verso siti di hosting dove erano condivisi contenuti di proprietà di Playboy, per la precisione Sanoma il distributore della rivista in Olanda.

Il fatto legalmente complesso costrinse le autorità olandesi a passare il caso alla Corte europea che ancora ad oggi deve ancora decidere se il comportamento di GeenStijl abbia effettivamente infranto la normativa sulla proprietà intellettuale.

LEGGI ANCHE: Punch Club? Un successo… di pirateria

Secondo l’accurata consulenza di Wathelet, GeenStijl non avrebbe infranto la legge in quanto il contenuto pirata si trovava effettivamente su un altro sito liberamente accessibile. La Corte europea deve ancora rilasciare un verdetto ma ci tiene a precisare che l’opinione del legale si applica specificatamente al caso in questione.

Quello che lascerà effettivamente il segno sarà la decisione finale, in arrivo entro fine anno, che dovrà fare chiarezza sulla delicata questione, influenzando potenzialmente anche tutti i controversi siti che fungono da raccoglitori per lo streaming illegale.

Via: The Next Web