Facebook Reazioni final

Facebook ha reso più facile controllare la pubblicità e lancia la sfida ad AdBlock

Cosimo Alfredo Pina -

Importanti novità sul fronte della pubblicità su Facebook. I meccanismi che regolano la principale fonte di guadagno del social blu sono infatti stati resi più trasparenti e modificabili inoltre, di fianco a questa nuova feature, arriva anche la posizione ufficiale su estensioni e software per il blocco della pubblicità sul web.

Per quanto riguarda il nuovo sistema per il controllo delle pubblicità, questo è stato concepito per meglio plasmare le inserzioni sponsorizzate, quelle a volte appaiono sulla vostra bacheca tra un post e l’altro, su gusti ed interessi dell’utente.

Per accedervi basta premere sulla relativa freccetta in alto a destra del riquadro del post sponsorizzato; così potrete accedere al volo alla sezione “Perché visualizzo questa inserzione?”. Qui vi sarà spiegato quale ricerca o Mi Piace ha portato questo contenuto sulla bacheca e con un paio di clic potrete svincolare sia la pagina che l’interesse dal vostro account.

“Le cattive pubblicità minano l’esperienza utente e sono una perdita di tempo”

In effetti tutto questo era già possibile con la relativa sezione delle impostazioni dell’account, infatti vi avevamo già spiegato la semplice procedura da seguire per personalizzare la pubblicità su Facebook. Con i nuovi strumenti adesso il tutto diventa ancora più facile e fin da subito, sia da web che da app mobile. Ad accompagnare l’annuncio di questo tool c’è anche una nota piuttosto importante, quella sui i sistemi per il blocco della pubblicità online.

EDITORIALE: AdBlock è la causa di, e la soluzione a, tutti i problemi di internet. Più o meno.

Facebook spiega che mentre alcuni ad blocker stanno chiedendo soldi ai siti (al team di AdBlock saranno fischiate le orecchie) per evitare che la loro pubblicità sia bloccata, l’approccio migliore sia invece quello di una pubblicità che piaccia all’utente o che almeno gli sia utile.

Molti siti offrono servizi ed informazioni gratuitamente, continua Andrew Bosworth della divisione pubblicità di Facebook, e rendere la pubblicità più a misura di utente, in effetti spesso preso di mira con pubblicità invasive se non pericolose, è uno dei modi migliori per conciliare le esigenze di entrambe le parti. In effetti è difficile non essere d’accordo con questa visione che, conclude Bosworth si concretizzerà con uno sforzo maggiore da parte di Facebook nel cercare di aggirare gli ad blocker.

facebook controllo pubblicità

Improbabile che questo intervento faccia desistere gli sviluppatori di soluzioni per il blocco delle pubblicità, tra l’altro molto apprezzate da chi le usa, ma la speranza è che anche con il contributo dei big del settore in futuro i contenuti gratuiti online possano trovare il giusto equilibrio.

Fonte: Facebook