Facebook F8 2017: tutte le novità, dalla realtà aumentata al gaming

Cosimo Alfredo Pina -

Poche ore fa si è concluso la conferenza Facebook F8 2017. Si tratta dell’annuale incontro dove il social blu rivela quello che accade nei suoi reparti di ricerca e sviluppo, e come questo si impatta sul mondo reale con novità per i dev e per gli utenti finali. A tal proposito le cose interessanti certamente non mancano.

Indubbiamente al centro di questo F8 c’è stato Messenger, ma l’attenzione di Zuckerberg resta alta anche su realtà virtuale, aumentata e anche gaming. Andiamo quindi a vedere tutte le principali novità che Facebook lancia per il suo 2017.

Novità Facebook F8 2017

Camera Effects Platform: filtri e realtà aumentata si fondono

Sul palco dell’F8 2017 è stato dato largo spazio alla nuova Camera Effects Platform, piattaforma con la quale gli sviluppatori potranno creare effetti per la fotocamera integrata nell’app di Facebook e sviluppare esperienze a parte. Non solo semplici filtri ed adesivi, che ormai sono disponibili da tempo.

Grazie alla Camera Effects Platform sarà possibile realizzare vere e proprie esperienze di realtà aumentata in 3D. Il segreto dietro a questa piattaforma saranno tecnologie come machine learning e riconoscimento degli oggetti. Zuckerberg ha riconosciuto di essere arrivato un po’ in ritardo sul campo della realtà aumentata.

L’enorme bacino di utenza e la potenza promessa dalla Camera Effects Platform saranno gli assi nella manica per rendere questa tecnologia alla portata di tutti. Considerate che già entro fine anno le prime esperienze AR, giochi inclusi, potrebbero arrivare entro fine anno sui normali dispositivi.

Facebook Spaces: il social in realtà virtuale finalmente disponibile

Fino ad oggi il social in realtà virtuale di Facebook era stato mostrato solo in brevi video o demo ancora molto acerbe. Adesso Facebook Spaces diventa un prodotto finito o quasi. Infatti per ora l’esperienza che vi permette di fare sessioni VR di gruppo è disponibile in beta solo per Oculus Rift, tra l’altro forniti di controller Touch.

Fino a 4 vrnauti possono unirsi nella forma di avatar a mezzo busto per guardare video insieme, scattarsi “foto” e effettuare varie attività come dipinti 3D, giochi da tavolo e viaggi virtuali. L’integrazione con Facebook consiste nel fatto che i video sul social possono essere facilmente fruiti su schermi virtuali e che potrete fare videochiamate in realtà mista con i vostri contatti di Messenger, con tanto di espressioni impartibili all’avatar tramite il controller.

Ancora un’esperienza per pochi, ma che non ci dispiacerebbe affatto vedere sui ben più accessibili visori per smartphone: qualcuno ha detto Gear VR?

Giochi istantanei, Gameroom e video-giochi per 800 milioni di gamer

È ufficiale, le persone che mensilmente giocano passando Facebook sono ormai 800 milioni, ben il 23% in più rispetto all’anno scorso. La cifra è relativa sia a coloro che giocano direttamente sul social (anche Instant Games) o che lo fanno su altre piattaforme ma comunque usando l’account Facebook.

Quindi il gaming è senz’altro un campo su cui Zuckerberg vuole investire. Per questo all’F8 2017, oltre ai già menzionati giochi in realtà aumentata, sono state introdotte alcune migliorie agli Instant Games, i giochi di Messenger che funzionano senza download, e la “games tab”, una sezione su Facebook dove saranno riportati risultati e sarà possibile riprendere una partita.

Anche i bot si interfacceranno con gli Instant Games e potranno essere usati per fornire un grado interazione in più (completare quest, collezionare premi…). Novità anche per la Gameroom, una specie di Steam che raccoglie già più di 1.000 titoli ottimizzati per Windows e che punta anche alla sfida di Twitch con il live streaming.

Gameroom diventa più versatile per i dev, con nuove API ed un SDK per il porting facilitato, il che significa ancora più giochi in arrivo nel suo catalogo.

GIF, GIF ovunque

Della serie tutto è  meglio con le GIF, Giphy arriva su Facebook in maniera decisamente prorompente. Le immagini animante dello sterminato database saranno integrabili  nelle dirette, su Messenger e nella fotocamera integrata nell’app.

Infatti il tutto per ora è limitato a Facebook per Android ed iOS. Ad esempio durante le dirette sarà possibile mostrare GIF grazie ad una barra dove saranno mostrati gli hashtag trending, a mo di notizia dell’ultima ora.

Nella fotocamera potrete invece aggiungere una GIF come una nuvoletta in stile pensiero di fumetto con dentro un’immagine da Giphy, anche se solo da certi canali (Trending, Heart it, Hungry, Dreaming, Yay, Sad face, Huh and Cute critters). Le immagini così create potranno finire anche nelle Storie.

Su Messenger potete già immaginarvi come funzionerà la cosa: direttamente dall’app di messaggistica potrete cercare ed includere nelle conversazione la GIF più adatta.

Novità per Workplace: versione gratuita e bot

Facebook Workplace è il rivale diretto di Slack e Microsoft Teams. Sul palco dell’F8 spazio anche per questa piattaforma e la novità più interessante che la riguarda è il fatto che c’è una versione gratuita che sarà accessibile da tutti.

Chiunque vorrà collaborare su Workplace potrà farlo senza pagare, ovviamente rinunciando alle funzioni più avanzate, come strumenti di amministrazione ed integrazione con altri servizi come Google G Suite. A tal proposito Facebook lancia piani piuttosto vantaggiosi fino ad massimo di 3$ a persona..

Altre interessanti feature inedite sono l’introduzione dei bot nelle chat di gruppo su Workplace e la possibilità di effettuare dirette video da attrezzatura professionale.

Login instantaneo su Android ed altre novità per sviluppatori

Come detto Facebook F8 è prima di tutto una conferenza per sviluppatori e a tal proposito le novità certametne non mancano. Ad esempio il framework Caffe2, un potente strumento dedicato al deep learning, diventa adesso open source.

La cosa  è  molto  interessante perché questo tipo di piattaforma può girare anche sui processori Snapdragon (835, 820 ed alcuni della serie 600) e quindi utilizzata anche per creare app mobile basate su IA.

Vengono inoltre lanciate le Developer Circles, comunità locali legate al territorio pensate per mettere in contatto gli sviluppatori; dei Gruppi su Facebook dedicata a mettere in conttatto chi condivide la passione o la professione del coding.

Tra quelle che più impatteranno direttamente con l’utente finale c’è il login automatico su Android, denominato Express login. Se l’utente ha usato l’account Facebook per registrarci ad un’app, al momento dell’installazione l’inserimento delle credenziali sarà automatico. Ovviamente spetterà a chi ha fatto l’app implementare la funzione.

Anche l’apertura dell’API Places Graph apre interessanti prospettive. I dev potranno accedere a dati come nome, indirizzo, foto, voti di circa 140 milioni di luoghi, come ristoranti, monumenti ed attività commerciali in genere.

Valanga di novità per Messenger

Ultime ma non meno importanti le tante novità per Messenger. A queste abbiamo dedicato un articolo a parte ma brevemente ecco quello che dovrebbe arrivare, ovviamente prima negli USA e poi forse da noi, sulla piattaforma di messaggistica del social blu:

  • Store per i bot: una raccolta dove trovare tutti i bot disponibili con anche classifiche e raccolte a tema
  • Chat extensions: estensioni realizzabili dagli sviluppatori per arricchire le chat. Chiaro esempio è la condivisione di brani da Spotify ed Apple Music
  • Suggerimenti da M: l’assistente in stile Google Assistant e Siri di Facebook sarà integrabile nelle conversazioni
  • Codici QR dinamici: gli avatar degli utenti potranno essere arricchiti con QR code constuali. Anche i bot avranno i loro codici QR
  • Giochi: oltre alle novità indicate nel paragrafo sopra, è degna di nota l’introduzione dei giochi a turni

Computer visione, bokeh su smartphone con AR, droni elicottero e scrittura con il pensiero

Il secondo giorno dell’F8 è stato ricchissimo. Il focus è stato su tecnologie tendenzialmente più lontane dal mercato consumer, salvo un’eccezione, ma comunque molto interessanti e che ci fanno dare uno sguardo al futuro.

Tra queste un sistema che traduce i pensieri in parole, un drone elicottero che porta la connettività nelle aree disastrate e due nuove potenti cam a 360 gradi capaci di generare il senso di profondità adottando solo soluzioni software.

Oltre a questo Facebook ci ha dimostrato come sarà possibile ottenere un bell’effetto di sfocatura dello sfondo senza bisogno di dual camera, tutto grazie a machine learning, computer visione e riconoscimento dei soggetti. Se volete approfondire vi basta un clic sul titolo del paragrafo.

Via: Venture Beat