facebook-fhd-1280x603

Facebook annuncia il suo Journalism Project

Giuseppe Tripodi Si tratta di una serie di iniziative per promuovere un giornalismo migliore e limitare il fenomeno delle bufale

Facebook ha appena pubblicato un nuovo post in cui annuncia  la creazione del Facebook Journalism Project, una nuova iniziativa per migliorare i rapporti tra il social network e le testate giornalistiche, promuovere un giornalismo responsabile e combattere le bufale (o fake news, che dir si voglia).

Come probabilmente saprete, infatti, Facebook è stato al centro di un acceso dibattito a proposito della diffusione di notizie false: il social network ha sempre cercato di allontanare le responsabilità editoriali (dichiarando sempre di essere una tech company e non una media company), ma la realtà è che sempre più gente si informa tramite Facebook e Zuckerberg e soci hanno necessariamente dovuto correre ai ripari e cercare delle soluzioni.

LEGGI ANCHE: Facebook muove i primi passi contro bufale e disinformazione

Come riportato dal comunicato, il Facebook Journalism Project si compone di diverse iniziative, che puntano a:

  • Nuovi formati di storytelling, per migliorare Instant Article, live e tutti gli altri strumenti attualmente messi a disposizione dal social network
  • News locali, per supportare la stampa locale e partire dal piccolo
  • Nuovi modelli di business, basati anche sul proporre prove gratuite degli abbonamenti tramite gli Instant Article
  • Hackathon, ossia maratone di programmazione, orientate a progetti per migliorare il giornalismo su Facebook
  • Formazione, ossia corsi e-learning per sfruttare al meglio gli prodotti di Facebook, i servizi e gli strumenti che i giornalisti possono utilizzare
  • Nuovi strumenti, come ad esempio CrowdTangle, startup recentemente acquisita da Facebook di cui potete leggere a questo indirizzo
  • Promuovere i media dei testimoni oculari: capita spesso che su Facebook vengano caricati foto e video relativi a fatti di cronaca; adesso il social network è entrato a far parte di First Draft Partner Network, una coalizione di oltre 80 editori per promuovere linee guida su come trovare e verificare le fonti
  • Promuovere l’alfabetizzazione nel campo delle news: Facebook ha avviato una collaborazione con la società non-profit News Literacy Project per realizzare una serie di pubblicità progresso (PSA, public service ads) per aiutare ad informare gli utenti delle questioni importanti
  • Continuare a limitare la diffusione di bufale: di recente Facebook ha facilitato il processo per segnalare notizie false e il social network ha intenzione di continuare su questa via

Si tratta sicuramente di una serie di buoni propositi, per realizzare i quali Facebook collaborerà con alcune delle più importanti testate giornalistiche, tra cui Washington Post, Fox News, BILD e El Pais: non ci rimane che augurarci che queste iniziative abbiano i risultati sperati e che sul social network diminuisca la quantità di bufale e notizie faziose e false.

Fonte: Facebook