Facebook contro il revenge porn: tutela su post, Messenger ed Instagram

Cosimo Alfredo Pina

Facebook continua il suo cammino nel rendere le sue pagine sempre più a misura di persona. L’ultima novità a arriva in merito al cosiddetto revenge porn, la diffusione di immagini e video intimi condivisi contro la volontà del soggetto.

Su Facebook, Messenger ed Instagram arriva così la possibilità di segnalare un contenuto come revenge porn. Dopo una verifica effettuata dal team di moderazione, foto o video saranno rimossi e l’account della persona che l’ha postato bloccato.

LEGGI  ANCHE: Le raccolte fondi di solidarietà arrivano su Facebook

Inoltre il contenuto sarà inserito in un apposito database, così eventuali tentativi di diffondere o ricaricarlo saranno bloccati fin da subito. Un bel passo in avanti, soprattutto perché fenomeni di questo genere sono sempre più diffusi e sono spesso un vero e proprio trauma per chi li subisce.

Fonte: Facebook
  • Dario · 753 a.C. .

    E come fanno a sapere se il soggetto ritratto è consenziente o meno alla diffusione?

    • Giovanni aka Maiti Gion

      Beh immagino che glielo chiedano in qualche modo…lo staff va a casa del soggetto e le chiede (al 90% sono donne) di replicare la scena mentre la filmano loro, poi confrontano facendo visionare il tutto a un team di esperti di p0rn0graf1a e decidono….

      😀