LinkedIn

Anche Google e Facebook volevano LinkedIn

Cosimo Alfredo Pina

Criticata da molti come manovra inutile, esagerata e addirittura dannosa, l’acquisizione di LinkedIn da parte di Microsoft, da ben 26 miliardi di dollari, potrebbe essere stata più strategica del previsto. Lo fa intuire un documento della Securities and Exchange Commission, l’analogo statunitense dell’italiana Consob.

L’ente indica come LinkedIn avesse attirato l’attenzione di cinque possibili acquirenti, tra cui nomi notevoli come Google, Facebook e Salesforce, quest’ultima un’importante realtà californiana specializzata in cloud. Stando a Recode le aziende avrebbero infatti tenuto incontri con i dirigenti di LinkedIn per contrattare una possibile acquisizione.

LEGGI ANCHE: Microsoft ha acquisito LinkedIn, per ben 26 miliardi di dollari

Le aziende in questione non hanno confermato la cosa, ma Recode spiega che prima del subentro di Microsoft, i vertici di LinkedIn avrebbero avuto incontri tra aprile e maggio con le aziende in questione. È forse stato anche questo ad aver fatto lievitare la cifra della manovra che, stando a quanto riportato, non ha solo aggiunto un asset all’universo Microsoft, ma lo ha anche sottratto agli altri potenziali acquirenti.

Fonte: Recode