OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Google Foto sta ricavando i geotag dalla vostra cronologia delle posizioni

Cosimo Alfredo Pina

Disattivare la localizzazione degli scatti dalla fotocamera potrebbe non essere sufficiente ad eliminare i geotag, almeno se usate Google Foto. Infatti come emerso nelle ultime ore il servizio fotografico cloud di BigG sarebbe in grado di attribuire il luogo dello scatto attingendo alla cronologia delle posizioni personale.

La feature non è certamente nuova, sarebbe infatti stata dichiarata ufficialmente (sulla relativa pagina di supporto) lo scorso ottobre e su reddit se ne parlava già un anno fa. Adesso però a confermare il tutto ci sarebbe anche Google che ha risposto ai dubbi dei colleghi di Android Police:

Per le foto che non includono informazioni sulla località, potremmo stimarne il luogo di scatto utilizzando informazioni come quelle delle tua Cronologia Posizioni Google

I dati sulla posizione così ottenuti non sono infatti precisi come quelli ottenibili con il GPS, ma è più che sufficienti a generare le Storie di Google Foto. Un modo quindi di far fruire dell’esperienza del servizio cloud anche a chi ha disattivato la geolocalizzazione o chi ha scattato con un dispositivo senza GPS.

LEGGI ANCHE: Google Foto compie un anno e taglia il traguardo di 200 milioni di utenti mensili

Se però volete disattivare la geolocalizzazione su Google Foto, sappiate che al momento l’unica soluzione è la disabilitare la Cronologia Posizioni Google e che l’unico modo di “ripulire” gli scatti già taggati è procedere manualmente, foto per foto.

Fonte: Android Police