crowdfunding final

Indiegogo punta ai grandi produttori con Enterprise Crowdfunding

Cosimo Alfredo Pina

Il termine crowdfunding è automaticamente associato a campagne di finanziamento che aiutino a far decollare i gadget e le idee più stravaganti nate da realtà generalmente molto piccole e ancora in divenire.

Indiegogo, insieme a Kickstarter tra le più famose delle piattaforme di crowdsourcing, vorrebbe espandere il suo dominio coinvolgendo anche i grandi produttori con Enterprise Crowdfunding, una soluzione più avanzata e adatta ai grandi volumi.

Strumenti per l’ottimizzazione della campagna, analisi approfondita di visitatori e contributori, posizionamento facilitato, sono solo alcuni esempi di come le grandi aziende potranno sfruttare l’offerta di Enterprise Crowdfunding.

LEGGI ANCHE: Kickstarter non è uno shop online, questi numeri lo dimostrano

Efficace manovra per tenere in vita il concetto di crowdfunding o morte per le piccole startup? Jerry Needel, dirigente di Indiegogo spiega che da sempre la piattaforma è stata aperta anche alle grandi aziende, infatti già General Electric e Hasbro hanno usufruito della piattaforma.

Adesso il tutto diventa formalizzato e punta a rendere l’offerta di Indiegogo più varia e pronta soddisfare anche i diffidenti, scoraggiati da tempi di consegna incerti e campagne inconcludenti.

Fonte: The Verge