Germania offline: la rete Mirai ha infettato quasi un milione di router

Cosimo Alfredo Pina -

Arriva direttamente dall’Ufficio Federale per la Sicurezza Informatica (Bundesamt für Sicherheit in der Informationstechnik o BSI) il monito: la botnet Mirai ha preso di mira quasi un milione di router. Sarebbe questa la causa dietro il black out web che negli ultimi giorni ha colpito quasi tutta la Germania.

I dispositivi dell’operatore Deutsche Telekom (DT) sarebbero stati presi di mira dalla botnet, una rete malware che attacca i dispositivi connessi (router, stampanti, cam di sorveglianza…), per perpetrare attacchi DDoS verso i siti più popolari. Il problema sarebbe da ricercare nel firmware integrato dal produttore dei router a marchio DT, la taiwanese Arcadyan Technology.

LEGGI ANCHE: Cosa è successo durante l’enorme attacco hacker di ottobre

Provvedimenti in tal senso sono già stati presi con un aggiornamento, ma il problema resta visto che l’attacco sarebbe arrivato non solo internamente, ma anche da altre nazioni dove questo tipo di router è diffuso (Irlanda, Regno Unito, Brasile).

Chi in passato aveva visto di fianco ai vantaggi dell‘IoT anche rischi da valutare con attenzione, forse non aveva tutti i torti; già lo scorso mese un grande attacco mise KO alcuni dei siti più visitati in tantissimi paesi, Italia inclusa, tra l’altro a causa dello stesso malware.