New York Public Library

Sapevate che la New York Public Library ha messo online oltre 180.000 documenti di dominio pubblico?

Giuseppe Tripodi -

Volete dare un’occhiata ad una cartolina di fine 1800? Avete mai visto una mappa di New York del 1853? E che dire di questa splendida fotografia scattata New Orleans nel 1935? Questi sono solo alcuni dei documenti adesso di dominio pubblico che ci sono capitati sott’occhio iniziando a spulciare nell’incredibile archivio pubblicato il 6 gennaio dalla New York Public Library.

La libreria ha digitalizzato e pubblicato online oltre 180.000 file tra manoscritti, mappe, fotografie, spartiti, litografie, cartoline e tanto altro, disponibili per tutti ad alta risoluzione. Non c’è bisogno di alcuna registrazione: è tutto lì, disponibile come patrimonio comune, pronto per essere scaricato e ricondiviso.

LEGGI ANCHE: Wikipedia compie 15 anni: tanti auguri alla conoscenza libera!

I documenti pubblicati sono divisi per secolo, genere, colore o raccolta di provenienza ed è possibile dilettarsi con le ricerche per tentare di riportare a galla tesori nascosti. Come se tutto ciò non bastasse, la New York Public Library ha anche arricchito l’esperienza con alcuni strumenti interattivi, tra cui il giochino Mansion Maniac, Fifth Avenue, Then & Now che ci mostra com’è cambiata una delle più famose strade di New York dal 1911 a oggi e Navigating the Green Books, che riprende una guida pubblicata tra il 1936 e 1966 con i luoghi dove i viaggiatori erano ben accetti.

Come avrete capito, si tratta di un patrimonio immenso: potete farvi un’idea della complessità visitando la pagina Public Domain della NY Public Library, ma se volete saperne di più sul lavoro che c’è dietro vi rimandiamo a questo post sul sito.

Via: The Verge