Il nuovo reCAPTCHA usa IA per capire se siete umani e farvi risparmiare tempo (video)

Cosimo Alfredo Pina

Navigando online vi sarà certamente capitato di incappare nei reCAPTCHA, semplici “puzzle” o caselle di spunta posti solitamente in fondo ai moduli di registrazione o login che servono a capire se siete effettivamente degli umani.

Questo tipo di sistemi, per quanto possano risultare tediosi, sono fondamentali per la sicurezza dei siti, che altrimenti potrebbero essere presi di mira dai cosiddetti bot, algoritmi che si fingono umani spesso e volentieri a fini malevoli.

LEGGI ANCHE: KasperskyOS, dopo 14 anni ecco il sistema per l’IoT sicuro

Bene presto potrete dire addio anche a questo fastidio, almeno sui siti che implementeranno il nuovo reCAPTCHA di Google. Il sistema promette di ridurre al minimo la necessità per l’utente effettivamente umano di dover spuntare caselle, riscrivere numeri o testo o quant’altro.

Un algoritmo basato su IA che tiene conto di diversi fattori, come movimenti del mouse ed indirizzo IP, sarà in grado di capire la vostra natura in carne ed ossa. In caso di dubbio il nuovo reCAPTCHA richiederà comunque un passaggio manuale, come quelli già impiegati finora. Insomma più sicurezza e più comodità per gli utenti, tanto da desktop quanto da mobile, e vita più dura per i cybercriminali.

Via: Android PoliceFonte: Google