Spotify è stato bucato: centinaia di credenziali trapelano sulla rete

Cosimo Alfredo Pina -

Nuovo grave episodio per lo streaming musicale più popolare. Stando all’indagine di TechCrunch una lista di centinaia di credenziali, email e password, relative ad account Spotify sarebbero state rese pubbliche sul sito Pastebin.

Non è la prima volta che Spotify incappa in un episodio del genere e il dubbio che quelle riportate fossero vecchie credenziali è più che lecito. Eppure TechCrunch, contattando un campione di diretti interessati nella lista in questione, ha potuto constatare che il leak sarebbe relativamente recente.

LEGGI ANCHE: La colpa per The Fappening ricade tutta sull’hacker

Alcuni utenti hanno riscontrato anomalie con il proprio account, ad esempio ritrovandosi playlist mai create, oppure buttati fuori nel bel mezzo dell’ascolto. Spotify per ora sembra smentire il tutto:

“Spotify non è stato hackerato e i nostri dati sugli utenti sono al sicuro. Monitoriamo Pastebin e altri siti del genere con regolarità. Quanto troviamo credenziali Spotify, prima ne verifichiamo l’autenticità e se lo sono notifichiamo immediatamente gli utenti di cambiare la loro password”

La data del leak su Pastebin risale al 23 aprile e forse Spotify potrebbe essere ancora in fase di verifica. A confermare il tutto ci sarebberò anche alcuni utenti che hanno riportato come la loro password sia stata resettata automaticamente giusto ieri.

Insomma il tutto è ancora piuttosto incerto, anche se gli indizi lasciano poco spazio all’immaginazione. Qualcuno di voi ha riscontrato problemi con il proprio account Spotify? Fatecelo sapere nei commenti.

Fonte: TechCrunch