twitter_falling

Twitter non riesce a monetizzare: 2 miliardi di debito dal suo lancio

Cosimo Alfredo Pina

Quello illustrato dal documento per gli azionisti pubblicato nelle ultime ore da Twitter, non è certamente uno dei quadri migliori. Il social dei 140 caratteri ha infatti accumulato 2,09 miliardi di dollari di debito nei suoi primi nove anni di attività.

Nonostante la notevole crescita del fatturato, dai 28,3 milioni di dollari ai 2,22 miliardi di dollari del 2015, le “significanti perdite operative” e “un declino nella crescita dell’utenza” hanno comunque prevalso sulle entrate, portando a questo risultato negativo.

LEGGI ANCHE: Twitter chiude il 2015 con utenti in stallo ma entrate in salita

Twitter è nato nel 2006 e da allora ha continuato a crescere sia in termini di utenti sia in termini di entrate. Il problema sembra essere che il social non viene visto come “utile soltanto per chi twitta o per gli utenti con ampie audience”.

Il futuro di Twitter deve quindi passare necessariamente da una miglior comunicazione delle possibilità offerte dalla piattaforma e come questa possa essere sfruttata anche dalle realtà commerciali; la sfida non sarà certamente facile, con il comparto social monopolizzato da Facebook e quello della pubblicità in mano di Google.

 

Via: The Next WebFonte: Twitter