Migliori schede video – Dicembre 2016

Migliori schede video per fascia di prezzo (dicembre 2016) – Quale GPU scegliere (AMD o NVIDIA) e quanto spendere per un’esperienza gaming soddisfacente? In questa pagina proviamo a rispondere a queste domande con una rassegna delle migliori GPU sul mercato suddivise per fascia di prezzo.

Il 2016 si è rivelato particolarmente interessante sul fronte GPU, con le nuove architetture Pascal e Polaris 11 che hanno permesso ad NVIDIA ed AMD di portare sul mercato diversi modelli inediti e che rendono il gaming a 1080p molto più a portata. Proprio per queste novità è forse un po’ più difficile ri-orientarsi tra l’affollatissima scelta di schede video comprese quelle dentro PC pre-assemblati e, perché no, notebook che ancora stentano ad adottare le nuove soluzioni.

LEGGI ANCHE: Tutto quello da sapere sulle nuove NVIDIA GTX 10

Per questo abbiamo messo insieme per voi questa raccolta con le (a nostro avviso) migliori schede video disponibili sul mercato a dicembre 2016, suddivise comodamente per fascia di prezzo, facendo riferimento ai principali shop online.

Come scegliamo le schede video?

Le schede video che trovate a seguire le abbiamo scelte valutando i modelli in commercio, basandoci quando possibile su prove effettuate da noi della redazione oppure su test ed esperienze di utilizzo di fonti affidabili ed assodate. Leggendo questa pagina noterete come nei vari paragrafi abbiamo evitato di indicare schede di specifici produttori (es. ASUS, MSI, Gygabyte, PNY, Sapphire…). Il motivo è che è difficile dare consigli in tal senso e dipende molto da quello che cercate.

Le specifiche tra una GPU base e una customizzata sono molto simili tra loro e spesso (salvo particolari offerte) la differenza di prezzo non giustifica l’aumento di performance. È però vero che ognuno di voi può avere particolari esigenze, siano queste estetiche, di raffreddamento o di voler una scheda overcloccata di fabbrica.

Il consiglio generico che possiamo darvi è questo: una volta scelto il modello, buttatevi sulla variante più economica se volete risparmiare (affidandovi chiaramente a rivenditori seri), oppure su quella che vi piace/convince di più. Ovviamente terremo la pagina aggiornata di mese in mese con tutte le ultime novità.

Quali sono le migliori schede video?

Schede video economiche 100-150€, di fascia bassa

Integrata (“gratuita”)

Iniziamo questa rassegna con una scelta particolare, o meglio una riflessione. Infatti potreste essere finiti su questa pagina cercando la scheda video più economica, magari pensando che senza di questa non sia possibile fruire di ad alcun tipo di videogioco o di software che utilizza la GPU.

Se però nel vostro computer avere montato un processore relativamente recente, ad oggi la cosa migliore sarebbe uno Skylake con grafica Intel HD 530, sappiate che il comparto grafico integrato in questi chip è stato profondamente migliorato negli ultimi anni.

Ovviamente non potete aspettarvi di giocare agli ultimi titoli tripla A, se non a risoluzioni ai limiti dell’accettabile (GTA V e simili a 720p hanno ben poco senso) o con dettagli al minimo, ma se pensate di far girare occasionalmente vecchi titoli o giochi che non puntino troppo sul comparto grafico potete benissimo risparmiare un po’ soldi da investire magari su un componente più adatto a chi con il PC principalmente ci lavora (primo fra tutti un SSD).

AMD Radeon RX 460 (120-150€)

AMD Radeon RX 460

A chi invece non vuole rinunciare al gaming pur senza spendere cifre esagerate, AMD va incontro con la relativamente nuova RX 460, una scheda molto interessante nel rapporto qualità prezzo.

Ha 14 CU e 869 processori stream; il clock di base è a 1.090 MHz, che in boost sale a 1.200 Mhz, mentre la memoria (2 o 4 GB a 128-bit) è GDDR5 con clock 1.750 Mhz (112 GB/s). Interessante il supporto alle API Vulkan nonché, come nelle sorelle maggiori (tutte presenti in questa rassegna), a DirectX 12.

LEGGI ANCHE: Cosa sono i teraflops (TFLOPS) e perché sono importanti

Con i suoi (fino a) 2,2 TFLOPS e consumando consumando “meno di 75 W”. La RX 460 è uno dei modi migliore di trasformare il vostro PC nell’equivalente di una PS4 o un Xbox One, ovviamente meglio se nella variante da 4 GB.

NVIDIA GTX 1050 e 1050 Ti (140-180€)

 

NVIDIA GTX 1050 e 1050 Ti_3

Le nuove GTX 1050 e 1050 Ti presentate a fine ottobre 2016 come “le Pascal essenziali”, a stento rientrano in questa fascia di prezzo. Infatti alcune varianti della Ti superano abbondatemente i 150€. Ma purtroppo per AMD queste GPU si presentano come una delle migliori alternative sotto i 200€.

Il chip GP107 delle GTX 1050 non solo si comporta molto bene, riuscendo a gestire diversi titoli a 1080p (ovviamente non al massimo di qualità ed effetti) superando i 30 fps, ma consuma anche poco, appena 75 watt, e permette ai produttori di adottare design che occupano ben poco spazio nel case.

La RX460 resta probabilmente la miglior entry level, in termini di costi, ma se riuscirete a risparmiare qualche decina di euro in più, siamo certi che non vi pentirete dell’acquisto di una GTX 1050, ancor meglio nella variante Ti, più potente e con 4 GB di RAM invece di 2 GB.

Schede video 200-250€, di fascia media

AMD Radeon RX 470 (205-240€)

AMD Radeon RX 470

Una delle migliori alternative in questa fascia di prezzo è la RX 470. Si tratta di una “piccola RX 480” dalla quale in verità non si discosta troppo in termini di prestazioni. Ha 2.048 processori stream, 32 CU e il clock di base è di 926 Mhz che salgono in boost a 1.206 Mhz.

La memoria GGDR5 con bus da 256-bit è cloccata a 1.650 Mhz e offre larghezza di banda fino a 211 GB/s; in termini consumi siamo sui 120W. Il tutto per sprigionare 4,9 TFLPOS. Se puntate al gaming a 1080p sui titoli recenti e anche con livelli di dettaglio moderatamente alti, ovviamente a frame rate adeguati (mai sotto i 30 fps), questa scheda è certamente una buona alternativa.

NVIDIA GTX 1060 da 3 GB (210-240€)

NVIDIA GTX 1060_1

Tra le schede video che più hanno catalizzato l’attenzione degli appassionati di gaming negli ultimi mesi c’è senz’altro la GTX 1060 di NVIDIA, pensata per il gioco a 1080p senza praticamente compromessi.

Per venire incontro ad un più ampio bacino di utenza NVIDIA ha creato (oltre alla variante da 6 GB che trovate più sotto) anche una versione da 3 GB. La scheda tecnica di questa è pressoché la stessa salvo per 1.152 CUDA cores invece di 1.280 e, ovviamente, la metà della VRAM.

Per questo le performance sono nella maggior parte dei casi le stesse di una GTX 1060 da 6 GB. La inseriamo in lista per l’ottimo rapporto prestazioni/prezzo ma con una nota di riserva. Infatti i moderni titoli sono sempre più avari di RAM video e 3 GB nei prossimi anni staranno un po’ stretti a questa GPU.

Schede video 250-300€, di fascia medio-alta

AMD Radeon RX 480 da 8 GB (270-300€)

AMD Radeon RX 480

La capostipite delle Polaris per il mercato desktop consumer è la RX 480, una GPU con 36 unità compute, 2.304 processori stream con clock tra i 1.120 Mhz e i 1.266 Mhz. È realizzata in due varianti, una da 4 e una 8 GB, su cui la memoria, con bus da 256-bit è banda da 224 GB/s, è clockata a 1750 Mhz, mentre i consumi sono sui 150W.

La RX 480 è un’ottima rivale dalla GTX 1060, offrendo ottime prestazioni per il gaming a 1080p, anche a livello di dettaglio alto o molto alto, o per la realtà virtuale (senza esagerare con i dettagli). Rispetto all’NVIDIA rimane tendenzialmente un po’ indietro in termini di performance. Dalla sua ha però un prezzo un po’ più basso.

Un consiglio che ci sentiamo di dare è quello di puntare al modello da 8 GB. Nell’ottica di far durare l’investimento qualche anno in più vale la pena investire nella VRAM e se proprio si cerca il risparmio è forse più conveniente puntare alla RX 470.

NVIDIA GTX 1060 da 6 GB (270-300€)

Per chi cerca il gaming a 1080p senza (quasi) alcun compromesso e una buona scheda adatta anche alla realtà virtuale la GTX 1060 è sicuramente un buon investimento, considerando anche il supporto che NVIDIA dà ai suoi prodotti.

Sulla GTX 1060 trovate 1.280 core CUDA e 6 GB di GDDR5 con bus a 192-bit. Il clock di base è di 1.506 Mhz che in boost salgono a 1.708 Mhz. Non è la più economica della fascia ma sicuramente la più potente.

Schede video 450-500€, di fascia alta

NVIDIA GTX 1070 (450-500€)

NVIDIA GTX 1070

La NVIDIA GTX 1070 è una delle schede più interessanti attualmente sul mercato ed infatti domina su questa fascia. È oggettivamente cara e quindi dedicata solo agli appassionati di gaming e componenti hardware.

Con i suoi 1.920 core CUDA, clock di base a 1.506 Mhz che in boost sale ad almeno 1.683 Mhz, e i suoi 8 GB di GDDR5 con bus a 256-bit, la GTX 1070 è più che sufficiente a giocare alla maggior parte dei titoli di ultima generazione, anche quelli più tosti, a 1440p a mediamente 60 fps e, con qualche rinuncia in termini di dettagli ed effetti, anche in 4K (ma non sperate troppo nei 60 fps). Il supporto ai visori VR è scontato.

Nonostante la potenza questa scheda non è neanche così energivora. Il suo TDP è di 150 W e in una configurazione normale un alimentatore da 500 W è più che sufficiente a farla girare.

Schede video oltre i 500€, di fascia top

NVIDIA GTX 1080 (750-800€)

NVIDIA GTX 1080

 

La GTX 1080 è l’ammiraglia di NVIDIA per il mercato consumer e nonostante il prezzo davvero alto è comunque indirizzato all’utenza desktop, magari qualcuno in cerca di un investimento a lungo termine.

Stiamo parlando di una GPU che costa quanto basta per portarsi a casa tutte le componenti per un buon PC da gaming, quindi è consigliabile solo per chi cerca prestazioni top su unica scheda. La GTX 1080 non ha praticamente nessun problema con i 1440p, anche con dettagli ed effetti al massimo.

Anche sul 4K si comporta bene ma attenzione agli effetti più tosti come HairWorks o ai titoli non ottimizzati che possono mettere in crisi anche questa GPU.

2x NVIDIA GTX 1070 in SLI

nvidia sli

Le configurazioni multi-GPU hanno avuto un lungo periodo di popolarità tra gli appassionati di gaming. Grazie a soluzioni come SLI di NVIDIA e CrossFire di AMD è infatti possibile unire la potenza di due GPU su unico flusso video in uscita.

Se pensate a due GTX 1070 unite in SLI potete già immaginare come questa configurazione sia in grado di, potenzialmente, digerire il 4K con effetti e post-processing al massimo, garantendo frame rate più che adeguati.

In effetti i benchmark ci indicano proprio questo, ma il probelma è che NVIDIA stessa sta facendo marcia indietro su SLI ed ha ufficialmente abbandonato il supporto alle configurazioni con 3 o 4 GPU. Inoltre non tutti i titoli supportano bene le configurazioni multi-GPU e neanche giochi ed esperienze VR per ora ne beneficiano. Una scelta quindi sensata ma da fare con estrema cognizione di causa.

Nuova Titan X (2016) Pascal (oltre i 1.300€)

Nuova NVIDIA TITAN 2016

Quanto costa quindi giocare in 4K a (mediamente) 60 fps? La risposta è tanto, ovvero una GTX Titan X. Ad oggi costa 1.329€ e potete inquadrarla come una “sportiva di lusso” tra le GPU presenti sul mercato.

Le performance ci sono ma è bene ricordare che se è vero che la nuova Titan X non teme il gaming, si tratta di un prodotto pensato principalmente per ambiti professionali e ottimizzata anche per far girare algoritmi di deep learning, quelli delle moderne intelligenze artificiali. Insomma solo per veri appassionati (la potete acquistare solo sul sito di NVIDIA) e da affiancare ovviamente ad una configurazione senza compromessi.

DA NON PERDERE