Amazon vuole trasformare chiunque in fattorino

Cosimo Alfredo Pina

La sperimentazione di Amazon Flex è al momento limitata a Seattle (USA), ma il concetto che c’è dietro è decisamente interessante. Infatti, con questo servizio, il colosso dello shop online permette a chiunque di lavorare come fattorino.

Riprendendo il concetto di Uber, con Amazon Flex gli interessati possono registrarsi alla piattaforma per mettersi a disposizione per la consegna di pacchi, in particolare di quelli ordinati con Amazon Prime Now, il servizio di consegna in un’ora offerto in alcune città.

LEGGI ANCHE: Uber lancia il suo servizio di carpooling: UberCommute

Per lavorare per Amazon tramite Flex serve un’auto e uno smartphone Android. Una volta superata una verifica di sicurezza ed essere stati “assunti” sarà possibile scegliere turni molto flessibili: due, quattro o otto ore con compenso che si attesta tra i 18 e 25 dollari l’ora.

Amazon Flex per ora è pensato per il territorio statunitense e a seguire Seattle, saranno città come Manhattan, Chicago, Baltimora, Miami, Dallas, Austin, Indianapolis, Atlanta e Portland.

Non ci sono invece notizie su ulteriori espansioni, men che meno sul territorio italiano dove deve essere ancora portato il servizio Amazon Prime Now. Il lancio di Amazon Flex è comunque un ulteriore prova di come tecnologie come smartphone, app e più in generale internet, stiano cambiando il mondo del lavoro.

Via: The Verge