google-maps-final

Google Here, un progetto segreto di Maps, non vedrà mai la luce

Lorenzo Quiroli

Google Here è un nome che probabilmente non sentirete più in futuro perché il progetto è stato chiuso da BigG prima ancora che potesse concretizzarsi. In pratica si tratta di una nuova funzionalità di Maps che avrebbe dovuto essere presentata nelle prossime settimane, in grado di inviarci notifiche quando entriamo in negozi, sfruttando la localizzazione. Tra i partner per il lancio figuravano già grandi aziende come Starbucks.

Il progetto sarebbe stato chiuso da Page in persona, il CEO di Alphabet Inc., per due motivi: prima di tutto per il rischio che la funzionalità diventi troppo invasiva, e in secondo luogo per alcuni dubbi riguardanti il supporto dei negozi fisici.

LEGGI ANCHE: EddyStone, il nuovo standard di Google per i beacon BLE

Senza contare poi che il servizio sarebbe potuto essere ridondante nei confronti dei nuovi Beacon BLE di Google. In ogni caso non ne sapremo mai tutti i dettagli, ma forse se Google considera una funzionalità troppo invasiva allora vale la pena fidarsi, visto che l’azienda di Mountain View raramente si è fatta certi problemi.

Fonte: Fortune
  • maurizio

    Sai che palle appena passi vicino qualcosa la notifica?

  • LBreda

    Page è (ancora) CEO di Google.

    • Il blu

      Non era diventato Sundar Pichai?

      • LBreda

        No, è ancora “solo” il capoprogetto, Alphabet Inc. ancora non esiste formalmente. Hanno solo annunciato che esisterà, e che quando esisterà Pichai sarà promosso a CEO (“promozione” fino a un certo punto, considerando che è già quasi tutto in mano a lui)