Il Google Store diventa “globale”: potete comprare all’estero ma c’è un però sulle spedizioni (aggiornato)

Cosimo Alfredo Pina -

La prima cosa che si nota visitando il Google Store italiano è la desolante mancanza di dispositivi e, almeno fino ad oggi, acquistare in quelli all’estero era una grande scocciatura, ma adesso le cose diventano un po’ più semplici e “globali”. Il tutto è però da prendere con le molle.

Visitando il sito del Google Store, da desktop o mobile, dal menu laterale potrete scegliere una nazione. Optando, ad esempio, per gli USA vi ritroverete l’intera selezione di gadget Google ed affini, come Home, Pixel, Wi-Fi e molto altro. Potrete anche aggiungerli al carrello ed acquistarli con la vostra carta di credito, anche se è stata attivata in Italia.

LEGGI ANCHE: Google Pixel, la nostra recensione

L’unico grande limite è che le spedizioni sono limitate al paese del Google Store in cui si effettua l’acquisto. Se, riprendendo l’esempio di prima, state facendo compere su quello statunitense, potrete spedire solo ad un indirizzo in questo paese. Non è chiaro se questo di Google si un servizio, un malfunzionamento o un primo passo verso una globalizzazione della sua offerta.

Noi incrociamo le dita e speriamo che presto BigG si decida a portare anche da noi i suoi prodotti, soprattutto quelli con Assistant.

Aggiornamento09/03/2017

Google ha ufficialmente confermato la possibilità di ordinare all’estero sul proprio store. Ideale per fare un regalo ad un amico lontano, ma anche per farsi spedire un dispositivo in Italia da quello stesso amico (o apposito servizio analogo). Sarà così che acquisteremo i prossimi Pixel? Chissà…

Fonte: Android Police