Kindle08

Amazon Kindle 2014, la recensione

Giuseppe Tripodi

Da ormai diversi anni, parlando di ebook non si può fare a meno di tirare in ballo il più famoso e-reader del mercato, il Kindle. Prodotto da Amazon, l’edizione di quest’anno ha ricevuto un grosso aggiornamento hardware che ha portato per la prima volta uno schermo touch sulla versione base del lettore. Ma come si comporta il nuovo Kindle Touch? E ha senso acquistare il nuovo modello per chi possiede già la precedente versione?

Costruzione e ergonomia

Kindle11

Il nuovo Kindle è leggermente più spesso e più pesante rispetto al passato: le dimensioni crescono ed arrivano a 169 x 119 x 10,2 mm ma, soprattutto, il peso passa da 170 a 191 grammi.

Sebbene 21 grammi possano non sembrare un aumento considerevole, chi è abituato ad utilizzare il vecchio modello ne avvertirà la differenza nell’utilizzo quotidiano.
Lo schermo da 6″ è piacevolmente incavato verso l’interno e, come sempre, offre una leggibilità praticamente perfetta.

La plastica della scocca non offre molto grip e, considerando anche lo spessore maggiore, reggerlo con una sola mano può essere leggermente più impegnativo rispetto al passato, ma nulla di cui preoccuparsi troppo.

Con la cover ufficiale, comunque, migliora la sensazione al tatto e anche la presa si fa più solida, nonostante lo spessore aggiunto.

Schermo touch vs Tasti fisici

Kindle13

Quest’anno, per la prima volta, la versione base del Kindle presenta uno schermo touch e abbandona i tasti fisici. Si tratta di un tipo di touchscreen diverso da quello presente sugli smartphone (capacitivo), poiché si basa su tecnologia ad infrarossi: per questo motivo, è possibile digitare non solo con le nude dita ma anche con qualsiasi altro oggetto che ci troviamo a portata di mano (e non è necessario togliere i guanti per cliccare).

L’interfaccia che ci troviamo davanti è del tutto simile a quella già vista sui Kindle Paperwhite e l’intero ecosistema è pensato per essere gestito al volo con il touch: tasti grandi e in evidenza, display diviso in grandi macrosezioni che ci aiutano ad identificare i contenuti con un colpo d’occhio.

Se navigare tra i vari menu, evidenziare qualche riga, ricercare termini sconosciuti e quant’altro diventa più immediato col touchscreen, è nell’operazione che effettuiamo più spesso che si sente la differenza con i tasti fisici: sfogliare le pagine.

Kindle15 Intendiamoci, la lettura scorre sempre benissimo poiché basta cliccare un qualsiasi punto della (grande) zona a destra per avanzare di pagina e sfiorare la (piccola) parte all’estrema sinistra per tornare indietro e l’esperienza di lettura è sempre ottima. Chi non ha mai provato il precedente Kindle non avvertirà mai alcun problema ma è possibile che, per un gesto immediato come lo sfogliare pagina, qualcuno rimpiangerà comprensibilmente il feedback meccanico dei grandi tasti laterali.

Infine, una nota per i mancini: personalmente utilizzo la mano destra per reggere il Kindle, ma temo che i mancini non ameranno il dover cliccare a destra per avanzare nella lettura.

Hardware e software

Kindle05

Con la versione 2014 migliorano CPU e RAM, delle quali in realtà importa davvero. Più apprezzato, invece, l’incremento della memoria interna che passa da 2GB a 4 GB: adesso potremo portarci in giro diverse migliaia di libri in più. Lo schermo rimane esattamente identico a quello dell’anno precedente: 6″ da 167 ppi e con 16 gradazioni di grigio.

Il sistema operativo proprietario di Amazon si arricchisce parecchio rispetto al Kindle dell’anno precedente e, come già detto, riprende in gran parte quello visto sul Paperwhite. Come sempre c’è la possibilità di evidenziare un passaggio e di ricondividerlo sui social network, definire al volo una parola che non conosciamo e aggiungere segnalibri.

Rispetto al passato, se siamo connessi ad internet è adesso possibile tradurre un vocabolo o ricercare una parola su Wikipedia. Arrivano, inoltre, le funzionalità Arricchisci il tuo vocabolario per tenere traccia delle parole che abbiamo cercato e Kindle Freetime, una funzione per i genitori che possono impostare degli obiettivi di lettura per i figli. È incluso anche un browser sperimentale, ma se pensate di navigare il web in bianco e nero sappiate che non è affatto una buona idea.

Il formato di libri supportato è, come sempre, solo il mobi: tuttavia, qualora abbiate acquistato testi in altri formati (ad esempio epub), possono essere convertiti e trasferiti al volo grazie al potente software Calibre che non possiamo che consigliarvi. Purtroppo, rimane pessima la gestione dei pdf, che difficilmente riusciremo a leggere senza perdere la pazienza.

Esperienza generale e conclusioni

Si potrebbero fare tutti i confronti con il modello precedente e tutte le speculazioni sulla scomparsa dei tasti fisici, ma la verità è che c’è poco da discutere: per 59€ il Kindle rimane un dispositivo davvero ottimo per leggere.
A tal proposito, noi abbiamo provato proprio quella dal costo minore che include la pubblicità e possiamo segnalare che l’esperienza d’uso non ne risente assolutamente. I banner non sono affatto invasivi: si presentano solo nel menu principale e nella schermata di sblocco e non interromperanno mai la lettura.

Kindle02

Tirando le somme, che scegliate il modello con “Offerte speciali” o che preferiate non essere disturbati spendendo i fatidici 20€ in più, il nuovo Kindle è un e-reader al quale non avrete mai nulla da rimproverare: certo, forse alcuni vecchi utenti rimpiangeranno i tasti fisici per cambiare pagina, ma chi si avvicina per la prima volta alla lettura su schermi e-ink siamo sicuri che rimarrà assolutamente stupefatto dall’ottima esperienzad’uso e dalla batteria che dura letteralmente settimane (se non mesi). Se siete degli accaniti lettori e non sentite il bisogno del famigerato “odore della carta” per apprezzare una storia, possiamo assicurarvi che il Kindle è uno dei migliori prodotti che possiate acquistare.

Pro:

  • Costo molto contenuto
  • Ottima esperienza di lettura
  • Pubblicità non invasiva

Contro:

  • Peso maggiore
  • Qualcuno rimpiangerà i tasti fisici per sfogliare
  • Scomodo per i mancini