carica induttiva final

Un brevetto svela l’interesse di Google alla ricarica wireless

Cosimo Alfredo Pina

Un documento riportato dal sito Patently Mobile ed emerso nel mese scorso, farebbe riferimento ad un brevetto inviato da Google per una base da carica induttiva. Nell’idea di Google, il tutto dovrebbe rimanere molto semplice, con una base circolare lievemente inclinata, che poggia su un supporto posteriore, lungo cui passa il cavo per l’alimentazione.

Proprio questa particolare struttura, che ricorda molto quella adottata per smartwatch e indossabili, permetterebbe, grazie a dei magneti, di tenere il dispositivo messo in carica in una posizione fissa, garantendo anche il corretto allineamento.

LEGGI ANCHE:  I mobili con ricarica wireless di IKEA arrivano anche in Italia

In un altro documento si fa riferimento ad un sistema simile, ma poggiato su una base più ingombrante e in grado di bilanciare il peso del dispositivo. Niente di particolarmente tecnologico od originale, ma dato che i documenti risalgono alla fine del 2013, sono una chiara testimonianza di quanto Google sia, o quantomeno fosse, interessata a questo tipo di tecnologia sempre più diffusa.

Via: Patently Mobile