contest babbo natale head

250 Architetti realizzano il laboratorio di Babbo Natale (foto)

Leonardo Banchi -

 

Gli architetti, progettando le costruzioni che vengono loro commissionate, si trovano sempre ad avere a che fare con le più disparate esigenze del cliente: funzionalità, comodità, desideri estetici e, soprattutto, budget. Cosa accadrebbe però, se il committente fosse Babbo Natale, e lasciasse al progettista del proprio “quartier generale” assoluta libertà di progettazione?

LEGGI ANCHE: Una incredibile casa nel deserto

Questo è ciò che ha voluto scoprire Ruukki, una compagnia di costruzioni finlandese, che in collaborazione con la Helsinki Design Week ha lanciato un concorso aperto agli architetti di tutto il mondo, richiedendo loro di progettare il famoso laboratorio di giocattoli di Babbo Natale. Ai partecipanti era lasciata completa libertà di ignorare spese di costruzione, leggi edilizie e canoni di progettazione tradizionale, ed i risultati sono decisamente sorprendenti.

I vincitori del concorso, un duo di architetti romeni, hanno ad esempio immaginato un edificio in grado di apparire trasparente di giorno, e visibile durante la notte, “proprio come Babbo Natale”, che soltanto nella notte del 25 Dicembre si mostra per portare al mondo i suoi regali. Questo obbiettivo viene raggiunto utilizzando facciate composte da specchi e proiettori che, nottetempo, le trasformano in schermi per rendere l’edificio visibile.

vincitore contest babbo natale 2

Se questa idea ha meritato la medaglia della vittoria, non si può comunque dire che altri partecipanti non siano stati originali: fra i contendenti, ad esempio, troviamo anche un laboratorio in grado di mescolarsi al paesaggio Finlandese, offrendo però attraverso la sua altezza anche una parete da scalare (la Finlandia è la nazione con meno alture al mondo) e una pista di pattinaggio. Il tutto, ovviamente, alimentato da una grande quantità di pannelli solari posti sul soffitto dell’edificio.

contest babbo natale 2-1

La menzione speciale della giuria va però ad un gruppo di architetti che, ignorando completamente le richieste del concorso, ha realizzato il “Giardino planetario di Babbo Natale”. Questo è valso loro un premio particolare, grazie al forte messaggio ambientale racchiuso nel progetto.

I progetti dei partecipanti sono tutti visionabili al sito ufficiale della competizione, ma saremmo curiosi anche di sapere da voi cosa avreste realizzato, trovandovi al posto dei progettisti. Quali caratteristiche avreste conferito al quartier generale di Babbo Natale ideale? Fatecelo sapere nei commenti!

VIA: TheVerge