faa vieta offrire passaggi in aereo

La FAA vieta ai piloti di offrire passaggi a pagamento in aereo

Leonardo Banchi -

Brutte notizie in arrivo per tutti coloro che speravano di poter presto ricorrere ad un servizio simile al car sharing, ma per spostarsi in aeroplano: la FAA, la Federazione dell’Aviazione Americana che regola il traffico aereo sul suolo degli Stati Uniti, pochi giorni fa ha infatti proibito ai piloti che non dispongano di uno speciale certificato rilasciato dal governo di offrire passaggi ad altre persone in cambio di denaro.

LEGGI ANCHE: Uber annuncia un servizio di jet privati per il festival di Cannes

Lo scopo di questa regolamentazione è impedire ai cittadini di ritrovarsi a volare con piloti che non siano in grado di garantirne la sicurezza, ma porta con sé anche altre limitazioni, che mettono in difficoltà tutte le categorie che potevano beneficiare di questa possibilità: piloti, clienti e compagnie che offrivano questo tipo di servizio.

L’obbiettivo è infatti chiarire una proposta del 1963, che permetteva ai piloti privati di trasportare passeggeri in cambio della divisione delle spese di viaggio, come il costo di carburante e manutenzione. Data questa possibilità, quindi, compagnie come AirPooler e Flytenow avevano iniziato ad offrire questo tipo di servizio permettendo a passeggeri e piloti di volare a un costo inferiore. Adesso, a meno che un pilota non decida di ottenere la speciale licenza, affidarsi a questo servizio sarà illegale.

VIA: TheVerge