google final

Google e diritto all’oblio: nuovi dati confermano l’importanza della questione

Massimo Maiorano

Ricordate lo scontro tra Google ed Unione Europea sul diritto all’oblio del cittadino? Solo un mese fa si parlava di almeno 100.000 risultati di ricerca omessi in favore della privacy, tuttavia gli ultimi dati disponibili parlano di ben altre cifre, decollate nella quantità e che fanno riflettere su quanto la questione sia sentita dalla popolazione.

Sarebbero 602.000 i link finora rimossi e 282.000 gli europei che hanno chiesto a Google di godere del proprio diritto all’oblio per eliminare, nel complesso, circa 1 milione di link. Alcuni dei risultati omessi riguarderebbero post rimossi dai social network e dai siti di incontri, quindi nulla di davvero “pericoloso”.

LEGGI ANCHE: Google chiarisce meglio come viene attuato il “diritto all’oblio”

Tuttavia nel calderone di chi ha effettuato richiesta di eliminazione dai risultati di ricerca si troverebbero anche molti criminali le cui azioni, giustamente diffuse su internet, saranno purtroppo rimosse. La questione preoccupa quindi chi crede il diritto all’oblio arriverà, prima o poi, anche negli Stati Uniti; le storie e i crimini che hanno sconvolto la nazione, infatti, dovrebbero secondo alcuni rimanere visibili, poichè atti ad informare il cittadino su fatti di cui è giusto conoscere l’entità.

Se il diritto all’oblio giungerà anche negli Stati Uniti il dibattito potrebbe farsi molto acceso, e chissà che non porti anche cambiamenti in Europa. Cosa ne pensate di tale questione? Avete richiesto di essere omessi dai risultati?

Via: 9TO5Google