poste svizzere droni

Le poste svizzere potrebbero battere Amazon sulla consegna tramite droni (video)

Leonardo Banchi

Amazon, per quanto innovativa come sempre, non è l’unica compagnia ad aver guardato ai droni come un utile mezzo per consegnare i propri pacchi: Metternet, ad esempio, è una società che da molto sta lavorando per perfezionare un sistema di consegna efficiente basato sui droni, e adesso potrebbe aver trovato il partner giusto per iniziare i test “sul campo”: il servizio postale svizzero.

LEGGI ANCHE: Amazon ci farà trovare i pacchi dentro l’auto

Già da questa estate, dunque, sui cieli elvetici sarà possibile veder volare ONE, il primo drone creato da Metternet, accompagnato dal suo carico di posta. Il velivolo, in grado di trasportare fino a un chilogrammo di peso per una distanza di 20 chilometri, sarà infatti impegnato nella prima fase di test, con l’obiettivo di valutarne l’affidabilità prima che gli vengano assegnate consegne di maggiore importanza.

La speranza della compagnia è quella di riuscire ad utilizzare i droni per consegne nei luoghi più difficilmente accessibili: prima di approdare in Svizzera, ad esempio, ONE è stato utilizzato ad Haiti, dove ha aiutato a portare medicinali e rifornimenti in luoghi scarsamente collegati. Per questo motivo, ai droni sono quindi affiancati piloti di grande esperienza, che già adesso possono vantare un numero di ore di volo superiori a chiunque altro nel mondo.

La singolare gara è quindi aperta: sarà uno dei due competitor attuali a riuscire a portare a casa il titolo di “primo servizio di consegna basato su droni”, oppure vedremo spuntare qualche nuovo concorrente che saprà superare la concorrenza?

Via: TechCrunch