nanoscultura fhd

Nanosculture d’arte incredibilmente dettagliate (video)

Cosimo Alfredo Pina -

nanoscultura fhd

Quando iniziarono ad apparire i primi microscopi in grado di visualizzare la nanoscala ed altre tecnologie incentrate su questo mondo, alcuni scienziati, sia per diletto sia per dimostrare la potenza dei mezzi a disposizione, iniziarono a realizzare sculture piccolissime, più o meno complesse e su vari tipi di materiale.

Oggi sembra che la tendenza si sia espansa, e la serie di opere realizzata dall’artista Jonty Hurwitz ne è una chiara dimostrazione. Le dimensioni delle sue minuscole statue si aggirano intorno allo spessore di un capello umano; l’incredibile livello di dettaglio è stato ottenuto grazie a delle scansioni 3D dei soggetti.

LEGGI ANCHE: iBox Nano, la stampante 3D piccola, silenziosa ed economica

La tecnica utilizzata presso il Karlsruhe Institute of Technology, è stata la litografia multifotonica, che sfrutta dei materiali sensibili alla luce, incisi grazie a dei laser. Come potrete ben immaginare i piccoli oggetti non possono essere osservati ad occhio nudo.

Per apprezzare a fondo ogni dettaglio si deve infatti ricorrere ad un microscopio elettronico. Interponendo tra lo spettatore e l’opera, un complesso apparato tecnologico, l’artista con le sue sculture “invisibili” vuole mettere in dubbio e in relazione quello che vediamo, contro tutto quello che ci risulta impercettibile.

Il traguardo raggiunto sia dall’artista, sia dalle tecnologie usate è davvero impressionante e se quando si parla di arte moderna siamo spesso abituati ad opere astratte, in questo caso le cose hanno preso una direzione decisamente più concreta. A seguire trovate un’interessante intervista a Hurwitz dove in circa venti minuti espone il percorso artistico seguito.

Via