Professionals

5 serie TV consigliate dal team – Agosto 2016

Emanuele Cisotti -

Anche ad Agosto, per la felicità di tutti quelli che passeranno agosto (speriamo almeno in ferie) a casa ecco a voi la nostra lista dei telefilm consigliati dal team di SmartWorld. Ci sono novità, conferme e qualcosa per ogni gusto:

Better Call Saul

Better Call Saul Netflix

  • Genere: Commedia
  • Stato: In corso (2 stagioni)
  • Dove vederla: Netflix

“Meglio chiamare Saul”. Questo è lo slogan dello scanzonato avvocato Saul Goodman, che in Breaking Bad aiuta il protagonista a nascondere le sue malefatte a coprire il suo giro di droga. Il personaggio è però così carismatico e vincente che i produttori hanno pensato bene di cavalcare il successo della popolare serie TV andando a proporre un telefilm interamente dedicata all’avvocato più amato della TV (o almeno da chi ha amato Breaking Bad). E in Better Call Saul ce n’è per tutti: è un telefilm che goda della stessa verve e carica di Breaking Bad, ma ne perde il lato violento e sadico, in favore di uno più scanzonato ma comunque abbastanza cupo da non diventare mai troppo leggero. Perché Goodman non è certo una persona facile, la sua vita non è facile e la sua carriera è costellata di incontri bizzarri e personaggi tutt’altro che raccomandabili.

Gli amanti di Breaking Bad ritroveranno poi qui alcuni dei personaggi che hanno conosciuto nell’altra serie TV e chissà che questo non sia l’unico modo per vedere ancora una volta in azione Walter White (spoiler: per adesso no). Better Call Saul è consigliato a tutti e non aver visto l’altro telefilm non pregiudicherà in alcun modo la visione, ma ne amplificherà invece il sentimento di affetto nel caso foste invece degli appassionati del professore di chimica.

Emanuele Cisotti

Stranger Things

Stranger Things

  • Genere: Fantascienza
  • Stato: Rinnovata (2° stagione nel 2017?)
  • Dove vederla: Netflix

Se siete appassionati di fantascienza e siete attivamente abbonati a Netflix non avrete certo aspettato questa rubrica per godervi le prime 8, intense, puntate di Stranger Things. Se invece siete ancora tra quelli che non hanno avuto modo di godersela correte immediatamente a rimediare: la nuova serie TV dei The Duffer Brothers è un piccolo capolavoro che riesce ad omaggiare pellicole degli anni ’80 quali E.T., I Goonies e Stand By Me e, perché no, anche i racconti di Stephen King (dopotutto Stand By Me è ispirato al racconto The Body del celebre autore statunitense), senza mai scadere nel banale. Tutto ruota intorno alla scomparsa di un ragazzo e all’altrettanto misteriosa comparsa di Eleven, una ragazzina dotata di strani poteri.

Un vero e proprio crescendo di emozioni che vi coinvolgerà e che vi farà terribilmente affezionare ai protagonisti. L’unico difetto? Quando la finirete sentirete un terribile vuoto dentro. La seconda stagione non è stata confermata ufficialmente, ma il CEO di Netflix ha detto che sarebbe folle non farla, visti anche i voti della critica e degli spettatori.

Lorenzo Delli

Pianeta Terra

pianeta terra netflix

  • Genere: Documentario
  • Stato: unica produzione di 11 episodi
  • Dove vederla: Netflix

A volte il concetto di documentario naturalistico viene associato a qualcosa di piuttosto noioso e adatto soltanto agli appassionati di animali e paesaggi. Questo è forse un po’ vero, nel senso che se la sola idea di un prato verde vi dà il prurito forse i documentari Pianeta Terra non fanno per voi.

Se però in voi c’è anche solo un barlume di passione per la natura non dovreste farvi mancare la visione degli 11 documentari di Pianeta Terra. Prodotti dalla BBC e andati in onda per la prima volta nel 2006, questa serie di incredibili riprese vi porta in alcuni tra i più affascinanti ecosistemi del nostro pianeta, dalle cime delle montagne alle profondità degli abissi oceanici, passando per foreste, giungle, deserti grotte, caverne e non solo.

Si tratta di documentari non troppo approfonditi o focalizzati su una particolare specie, ma piuttosto indirizzati a far capire quanto sia bella e ricca, appunto, la Terra. In effetti è difficile non farsi convincere e catturare dai colori incredibili, l’attenzione alla fotografia, la suggestiva colonna sonora, l’ottima narrazione e dall’impeccabile montaggio che difficilmente stanca. Insomma quella di Pianeta Terra è un’esperienza davvero notevole, capace di emozionare anche senza alcun effetto speciale artificiale.

Cosimo Alfredo Pina

BoJack Horseman

BoJack Horseman

  • Genere: Commedia/Drammatico
  • Stato: In corso (3 stagioni)
  • Dove vederla: Netflix

Chi non ha ancora mai visto BoJack non crederebbe mai che una serie animata su un cavallo antropomorfo possa essere una delle produzioni più sincere, complesse e toccanti degli ultimi anni.

La storia narra di BoJack, cavallo di mezza età che negli anni ’90 è stato il protagonista della fortunata sitcom Horsin’ Around e che adesso vorrebbe rilanciare la propria carriera. Questo, però, lo porta a scontrarsi contro i grandi mali che si porta dentro: BoJack è egocentrico, narcisista, è dipendente da alcool e droghe, ha tendenze autodistruttive e soffre di depressione clinica.

L’incredibile complessità del protagonista e dei rapporti con tutti gli sfaccettati personaggi che gli ruotano intorno, però, è solo una faccia della medaglia: la serie sa commuovere, ma è anche estremamente divertente. Dopotutto, è ambientata in un mondo in cui umani ed animali antropomorfi convivono: aspettatevi quindi gatti che si fanno le unghie sul divano mentre parlano al telefono e cani star del cinema che riempiono la casa di quadri di ossi, il tutto mescolato in una forte satira al mondo di Hollywood. Il primo impatto con la serie può essere spiazzante, ma una volta entrati nel mondo di BoJack avrete una delle serie più brillanti degli ultimi tempi: divertente e geniale, ma allo stesso tempo incredibilmente profonda.

Giuseppe Tripodi

It’s always sunny in Philadelphia

Its-always-sunny-in-philadelphia

  • Genere: Commedia/Trash
  • Stato: In corso (11 stagioni)
  • Dove vederla: TV8, Fox Comedy

It’s Always Sunny in Philadelphia (C’è sempre il sole a Philadelphia) parte con un una prima stagione di soli 7 episodi da 20 minuti l’uno, con protagonisti un gruppo di 4 baristi nella città statunitense, e le loro strambe avventure. Humor non eccessivamente brillante, un po’ inglese per certi versi, forse non vi conquisterà fin da subito. Poi arriva Danny DeVito.

Prima di proseguire, a questo punto, devo avvertirvi di due cose: la prima è che riderete, a volte anche a crepapelle, la seconda è che dovete avere uno “stomaco pronto”, perché questa non è la solita sit-com. I personaggi sono tutti sopra le righe, sono meschini, viscidi, pronti a farsi le scarpe l’uno con l’altro, e non si fanno scrupoli davanti a nulla. Sesso, droga, situazioni oltre il limite dell’assurdo, che poi, in un modo o nell’altro, si risolvono a fine puntata, ed in ogni caso, nella successiva, saranno tutti belli arzilli come se nella precedente non avessero più volte sfiorato la morte. Per non dire di peggio.

Attori tutti perfettamente calati nella parte, e vari comprimari altrettanto adatti al loro ruolo trash, fanno di questa serie un piccolo gioiello del suo genere. Un genere che non è per tutti, e che non consiglierei certo ad un pubblico troppo giovane o che non sia pronto a vedere Danny DeVito ubriaco. E credetemi, dovete essere davvero pronti per vedere Danny DeVito ubriaco!

Nicola Ligas

 

  • Pincha96

    BCS non è una commedia. Ha si parti comiche, ma è comunque un drama