wired italia

Wired: il cartaceo passerà da 10 a 2 numeri l’anno

Cosimo Alfredo Pina -

Il comunicato sindacale apparso sul sito ufficiale rivela il futuro di Wired Italia. In seguito alla riorganizzazione voluta dal gruppo editoriale Condé Nast nell’ottica di ridurre i costi, sono decisamente importanti le novità per la famosa rivista e il relativo sito dedicato a tecnologia e cultura moderna.

Le conseguenze dirette del nuovo piano sono la riduzione delle uscite della versione cartacea della rivista, che da dieci diventano due con cadenza semestrale, e i tagli al personale della redazione che cura la parte web; il team di giornalisti che prima contava dodici persone, adesso viene ridotto a sei di cui una part-time.

Durante la conferenza stampa tenutasi lo scorso 12 giugno Federico Ferrazza, il nuovo direttore di Wired Italia, aveva annunciato come la nuova linea della divisione punterà su eventi e aspetto digitale; questa manovra importante è certamente una dimostrazione di come questa linea caratterizzerà il futuro della testata giornalistica ed ovviamente le preoccupazioni dei diretti interessanti non mancano, così come quelle dei lettori affezionati.

La redazione di Wired Italia e i giornalisti di Condé Nast esprimono forte preoccupazione per il futuro della testata e del brand stesso e si riservano di intraprendere tutte le azioni necessarie per salvaguardare il posto dei sei colleghi in mobilità e le condizioni di lavoro che garantiscano la qualità che ha sempre contraddistinto Wired.

Fonte: Wired.it
  • OzzeZ

    Beh, si vede che non è che brillasse di quella qualità visto il taglio netto alle uscite ed al personale. Lo dico da chi è stato abbonato per un paio d’anni a partire dal numero uno. Pubblicità su pubblicità e fazioso nei contenuti. Scaffale, come è di moda dire.