7.4

Acer Aspire Switch 11V, la recensione (foto e video)

Nicola Ligas -




Recensione Acer Aspire Switch 11V

Acer torna alla carica con un convertibile 2 in 1 che punta sulla praticità e l’economia piuttosto che sull’aspetto. Avrà fatto centro o ci saranno comunque dei “ma”?

7.5

Costruzione e portabilità

Dal punto di vista estetico siamo di fronte ad un modello poco ispirato, che non utilizza né materiali di pregio, ne linee eleganti, ma che presenta comunque delle soluzioni interessanti. Anzitutto lo schermo, che può essere sganciato dalla tastiera, può poi essere inserito in direzione contraria, consentendo ad Aspire Switch 11V di essere utilizzato un po’ come quei laptop con schermo che gira a 360°. Sia chiaro che le varie modalità “tenda” o “display” sono puro esercizio ginnico, anche perché in questo caso la componente tablet è comunque separabile, ma lode ad Acer per aver realizzato uno “schermo palindromo”, che non bada al lato in cui lo inserirete. L’inclinazione dello schermo, quando usato in configurazione laptop, è inoltre superiore alla media di questo tipo di prodotti, consentendovi di trovare sempre la posizione giusta, ed il tutto non si ribalta perché comunque la tastiera è più pesante del tablet ed il peso distribuito in modo da non renderlo appunto facilmente ribaltabile.

Acer Aspire Switch 11 -4

Lode anche alla porta USB full size presente sulla tastiera, particolare non molto in voga in altri 2 in 1, e che consente di fare a meno degli adattatori del caso. Manca purtroppo una batteria ausiliaria, che avrebbe giovato tantissimo all’autonomia, ma di questo parleremo dopo.

Segnaliamo solo che i gommini al di sotto della tastiera, per quanto di gomma abbastanza morbida, non offrono un grip irresistibile, in particolare per colpa di quelli posteriori, un po’ troppo sottili.

7.0

Tastiera e touchpad

Tastiera e touchpad risentono in parte, negativamente, dei materiali impiegati: sono entrambi un po’ più rumorosi della media, perché è la scocca stessa a produrre qualche vibrazione in più, e la base di appoggio dei polsi tenderà un po’ a farvi sudare durante la digitazione prolungata.

La tastiera non è retroilluminata, ha i tasti ad isola abbastanza piccoli ed un po’ ruvidi in superficie per aumentarne il grip, anche se nel complesso non eccelle da questo punto di vista. Proprio per ragioni di spazio, la “ù” è praticamente attaccata al pulsante invio, e lo shift sinistro è quasi un tutt’uno col “<>”. Alcuni toggle di sistema, da utilizzare in combinazione col tasto fn, si trovano al di sotto dei tasti funzione, ed altri sulle frecce direzionali.

Il touchpad offre invece una buona sensazione al tocco e le dita scorrono lisce sopra la sua superficie, ma al contempo la risposta allo scrolling è a volte più lenta del previsto, e non a causa di rallentamenti del sistema. La sensazione che ci sia un po’ di incertezza nel rilevamento del touch è accentuata dal fatto che, anche tenendo il dito fermo sulla superficie, a volte vedrete il puntatore del mouse muoversi nervosamente (vedi video qui sopra).

Acer Aspire Switch 11 -17

7.0

Hardware

Di Aspire Switch 11V ci sono sostanzialmente due versioni, la cui differenza principale è la presenza o meno di un hard disk all’interno della tastiera. Noi abbiamo provato il modello più completo.

  • Schermo: 11,6” full HD
  • CPU: Intel Core M-5Y10
  • GPU: Intel HD Graphics 5300
  • RAM: 4 GB
  • Memoria interna: 64 GB SSD (tablet) / 500 GB HDD 5.400 rpm (tastiera)
  • Connettività wireless: Wi-Fi ac, Bluetooth 4.0
  • Porte: micro USB, micro HDMI, micro SD, jack audio (tablet) / USB 3.0 (tastiera)
  • Webcam: frontale HD, posteriore 5 MP
  • Batteria: 34.580 mWh
  • Peso: 760 grammi (tablet) / 810 grammi (tastiera)
  • OS: Windows 10

Acer non ha insomma impiegato hardware di ultimo grido (il Core M-5Y71 sarebbe stato un passo in più), ma ha messo tutto ciò che serve, compreso un hard disk meccanico nella tastiera, per avere spazio di archiviazione a sufficienza. Lo schermo si ferma al full HD, ma va bene così data la diagonale dello stesso e la batteria presente (ne riparleremo nel paragrafo dedicato).

Buone anche le doti di connettività, che vedono nella Wi-Fi a 5 GHz e nella porta USB 3.0 full size i suoi due fiori all’occhiello. Peccato per i 4 GB di RAM, che ovviamente non potrete espandere e che comunque sono sufficienti per il tipo di dispositivo che è questo Acer.

7.5

Prestazioni e software

Acer Aspire Switch 11V non si comporta male, e nelle attività quotidiane non vi lascerà a piedi. Le sue prestazioni sono equiparabili a quelle di un desktop di fascia bassa, ma la presenza di un disco SSD aiuta senz’altro ad avere quella prontezza in più che non necessariamente vi aspettereste ed il Core M appare maturato, rispetto ai primi dispositivi che lo impiegavano, anche nella sua versione meno potente. Non si tratta di un SSD da record, ma in lettura si è rivelata sempre efficace, e solo in scrittura mostra davvero il fianco (troppo), rendendo la copia e scrittura di file più lenta del dovuto.

L’hard disk integrato nella tastiera serve come deposito per i vostri file multimediali, piuttosto che per installare nuovo software, sia perché non lo avreste a portata di mano durante l’utilizzo tablet, sia perché è visibilmente assai lento, con valori di lettura intorno ai 130 MB/sec. e di scrittura intorno ai 70. Non vi aspettate insomma trasferimenti di file fulminei in nessun caso, ma una volta che li avrete sul tablet questi si apriranno abbastanza velocemente. Attenzione però a smontare ogni volta l’hard disk prima di scollegare il monitor, esattamente come smontereste una pendrive; buono però il fatto che, appena scollegato / collegato lo schermo, vi venga proposto di passare in modalità tablet o meno.

Acer Aspire Switch 11 -16

Acer ha arricchito l’esperienza d’uso con qualche bloatware che probabilmente toglierete subito se non vi servisse (eBay, Booking e altro) e con alcuni suoi software già noti: tra questi la suite cloud Acer Portal, costituita da abDocs (per la sincronizzazione e l’accesso a tutti i documenti Office), abFile (una sorta di Dropbox),e abPhoto (creare e gestire gallerie online). Abbiamo poi la vetrina Acer Explorer, che presenta alcuni titoli da scaricare dallo Store Microsoft, ma soprattutto Acer Care Center, una utility per l’ottimizzazione del sistema piuttosto ben fatta, ed Acer Quick Access, che include ulteriori funzioni per la gestione dello schermo e del tablet / dock. Infine abbiamo anche Acer Hover Access, per l’accesso rapido ad alcune applicazioni tra cui OneNote, cattura schermo, ecc.

Se aumentate il carico, ad esempio con varie schede aperte sul browser, i limiti si fanno un po’ sentire, sia in termini di RAM che sul processore che non sarà sempre pronto, in particolare a riprodurre fluidamente un video YouTube mentre siete a navigare altrove e magari con altri programmi aperti. Sotto sforzo inoltre il retro del tablet tende un po’ a scaldare, soprattutto sul lato sinistro: niente che faccia calare le prestazioni, ma può risultare un po’ scomodo da impugnare in quel caso.

  • PC Mark 8 Home accelerated: 2.320
  • PC Mark 8 Creative accelerated: 2.635
  • PC Mark 8 Work accelerated: 3.250
  • 3d Mark 11 P: 800
  • Geekbench 32-bit: 2.085 single core / 4.050 multi core
  • Crystaldisk (SSD): 504 (lettura) / 79 (scrittura)

Si salvano, nei limiti del possibile, entrambe le fotocamere: quella frontale vi assisterà in una call su Hangouts o Skype, mentre quella sul retro saprà anche catturare qualche scatto “rumoroso”, sempre che ne abbiate l’esigenza, sapendo che comunque il vostro smartphone farà facilmente fare di meglio. Trovate comunque alcuni sample prima della prossima sezione.

I due speaker, posizionati sul tablet, frontalmente, vicino al margine inferiore destro e sinistro, non sono troppo potenti, ma riproducono un audio abbastanza fedele: diciamo che prediligono un minimo di qualità alla potenza, aiutati anche dall’equalizzazione Dolby Digital Plus.

7.0

Schermo

Lo schermo di Aspire Switch 11V è piuttosto luminoso, soprattutto disabilitando la regolazione automatica, che tende ad essere un po’ ballerina anche in assenza di cambiamento delle luci ambientali. I colori non sono però troppo intensi, e lo schermo lucido tende abbastanza al riflesso, soprattutto da angolazioni elevate, anche se la luminosità in parte riesce a compensare. La definizione e la resa però sono buone, e la risposta al tocco è valida e non ci ha mai causato problemi.

7.0

Autonomia

L’autonomia è un po’ un tallone d’Achille per questo Acer, anche se considerando la capacità della batteria in dotazione non è che si potesse fare tanto meglio, anzi. La cosa buona è che anche con un uso intenso porterete a casa tra le due ore e mezzo e le tre. La cattiva notizia è che arrivare a 5 ore sarà quasi impossibile, anche con un uso leggero e luminosità al 50%.

gfxbench battery test acer aspire v11

8.0

Prezzo

Acer Aspire Switch 11V deve ancora arrivare in pianta stabile sul mercato italiano, dove dovrebbe essere disponibile intorno ai 700€, che è senz’altro un buon prezzo di partenza, anche se per il momento lo abbiamo trovato solo a cifre lievemente superiori.

Foto

Giudizio Finale

Acer Aspire Switch 11V

7.4

Acer Aspire Switch 11V

Acer Aspire Switch 11V prova a fare molte cose, come tutti i convertibili. In buona parte ci riesce, scendendo a compromessi su materiali e design, ma penalizzando in parte anche le sue stesse performance e l'autonomia. Forse Acer poteva osare di più (o di meno), ma il prezzo di lancio è buono e la dotazione completa: può essere il vostro primo PC / tablet, se non avete esigenza di prestazioni elevate, se ignorerete qualche scricchiolio e se vi accontentate di un'autonomia non stellare.

Pro
  • Tastiera con hard-disk e USB 3.0 full size
  • Il Core M è maturato
  • Buon prezzo di partenza
  • Hardware completo
Contro
  • Qualità costruttiva non eccelsa
  • Autonomia non elevata
  • Colori un po' spenti
  • Dischi lenti in scrittura