7.0

ASUS Chromebit, la recensione (foto e video)

Nicola Ligas -




Recensione ASUS Chromebit

ASUS Chromebit è il classico dongle HDMI che ha lo scopo di rendere più smart monitor e TV, semplicemente collegandosi alla loro porta HDMI. La differenza è che a bordo c’è Chrome OS e non il classico Android / Windows. Basterà questa differenza, a fare la differenza?

8.0

Confezione

Assolutamente nulla da ridire sulla confezione del Chromebit, che oltre al “pennone” ed al suo alimentatore, ci regala un cavo-prolunga HDMI, casomai non avessimo posto sul retro del televisore, ed anche una seconda prolunga HDMI semi rigida, adatta a chi non voglia tenere “penzoloni” il dongle (guardate il video e capirete).

C’è poi la classica manualistica del caso e poco altro, ma voi avrete comunque bisogno di tastiera e mouse per controllare a dovere il vostro Chromebit, come del resto è prassi con ogni dispositivo di questo tipo.

ASUS Chromebit -2

6.0

Hardware

L’hardware del chromebit è basato su architettura ARM ed è chiaramente di fascia bassa, forse anche più di quanto avremmo sperato:

  • CPU: Rockchip RL3288-C
  • GPU: Mali-T764 (output massimo in full HD)
  • RAM: 2 GB
  • Memoria interna: 16 GB eMMC
  • Connettività wireless: Wi-Fi ac, Bluetooth 4.0
  • Porte: 1x USB 2.0
  • Peso: 75 grammi
  • OS: Chrome OS

La carenza principale è da imputarsi allo storage, di soli 16 GB (circa 9 disponibili) e senza espansione di memoria. Potrete usare la porta USB 2.0 per collegare una pennina, ma magari la volevate tenere per qualcosa di diverso, ed uno slot microSD avrebbe senz’altro assolto meglio lo scopo.

Pollice su invece per le performance wireless, spesso un vero punto debole di questo tipo di dispositivi, in particolare collegandosi a reti a 5 GHz. Sulle 2.4 GHz Chromebit soffre di più di altri dispositivi (smartphone, PC) a parità di distanza dal router.

7.0

Prestazioni e software

A dispetto dell’hardware però, è qui che entra in gioco Chrome OS, che non è Windows, e si sente. Il sistema è inaspettatamente (quasi) sempre reattivo, e la navigazione prosegue liscia anche con tab pesanti aperti, con video in streaming e contenuti complessi, a patto di non esagerare troppo col numero di schede contemporaneamente aperte, che vi suggeriamo di contenere tra le 5-7, a seconda del caso.

ASUS Chromebit -4

Se non conosceste bene Chrome OS, vi suggeriamo di guardare la guida introduttiva che abbiamo realizzato qualche tempo fa, per prendere familiarità col sistema. Sostanzialmente si tratta di un Chrome browser potenziato, con tutti i servizi Google, inclusi Drive, Keep, Play Musica, Play Film e altri. Potrete bene o male installare tutte le applicazioni presenti nel Chrome Web Store, che non sono certo tantissime né così complete come su altri sistemi, ma se si tratta di navigare su internet e modificare documenti da ufficio, non dovreste avere grossi problemi, a patto di non avere esigenze o pretese particolari.

Nello streaming su Netflix non abbiamo mai avuto problemi, ma la riproduzione di file video locali non è sempre il massimo, con un supporto un po’ limitato sia lato software che hardware (in particolare H.265, e non provate ad andare oltre il full HD).

La cosa un po’ fastidiosa è che l’app drawer di Chrome OS non distingue tra app standalone e quelli che invece non sono altro che link ai servizi web, ma nella maggior parte dei casi sono questi ultimi a farla da padroni, ed alla fin fine vi ritroverete ad aprire quasi tutto in Chrome. Tra le app native troviamo il file manager, che se la cava nel farci navigare nella (poca) memoria a disposizione, o anche nei file contenuti in servizi cloud, tra cui Dropbox e One Drive. Ah, e non dimenticate che avrete gratis 100 GB di spazio gratuito su Google Drive per due anni.

Pollice su anche per le temperature e la silenziosità (non ci sono ventoline): sulla scocca si arriva al massimo sui 38-40°, ma in ogni caso non si tratta di un dispositivo da tenere in mano e lo sforzo non ne ha mai compromesso le performance nelle nostre prove.

6.5

Prezzo

Il prezzo di listino ASUS Chromebit è di 139€, un po’ più salato di quanto avremmo voluto, soprattutto alla luce della concorrenza con Windows. Questa però è spesso inferiore in termini di performance, ma superiore in quanto a flessibilità. Viceversa il Chromebit è esattamente l’opposto, e per fortuna online sta già scendendo.

Foto

Giudizio Finale

ASUS Chromebit

7.0

ASUS Chromebit

ASUS Chromebit è uno dei modi più semplici ed economici per avere Chrome OS su qualsiasi monitor/TV con ingresso HDMI. Navigazione, contenuti multimediali ed in streaming sono i suoi punti di forza, ed in generale se amate l'ecosistema Google (drive, Play Music, Movie, Keep ecc.) vi troverete a vostro agio. Non fa molto di più, ed ha dei limiti hardware abbastanza importanti, ma se ne siete coscienti non rimarrete delusi.

Pro
  • Ottimo per streaming e navigazione
  • Buona dotazione di accessori
  • Performance soddisfacenti
  • È Chrome OS
Contro
  • Prezzo non troppo contenuto
  • Memoria limitata e non espandibile
  • Hardware di fascia molto bassa
  • È Chrome OS