7.8

ASUS ZenBook UX305FA

Nicola Ligas -




Recensione ASUS ZenBook UX305FA

ASUS sfida Apple, sia Air che MacBook (2015), con lo ZenBook UX305, un nuovo ultrabook Core M; processore che finalmente riesce ad essere convincente anche in ambiente Windows, ma ci sono comunque dei chiaroscuri in generale. Andiamo a scoprirli nella nostra recensione!

8.0

Costruzione e portabilità

Realizzato quasi interamente in metallo, salvo qualche piccola guarnizione, sembra anche più leggero di quanto non sia, grazie al buon bilanciamento del peso: questo UX305 si presenta subito bene. Elegante il coperchio, con i cerchi concentrici tipici della linea Zen di ASUS, ma anche di certi Transformer, particolare anche il colore da noi provato, tendente al prugna, e molto facile da aprire lo schermo, che con un dito si solleva.

ASUS UX305 -2

Proprio quest’ultimo ha la cerniera fin troppo leggera, anche se, quando poggiato su un piano, questo non rappresenta un problema, a causa del particolare form factor. Aprendo il monitor infatti, la parte posteriore del coperchio andrà a rialzare il notebook stesso, inclinandolo lievemente in avanti e poggiando il retro su due piccoli piedini rigidi di plastica (nel video viene illustrato bene questo meccanismo). Risultato: il grip della base, in particolare su superfici lisce, non è sempre ottimale.

A parte questo, UX305 si distingue per eleganza e portabilità, anche se purtroppo la sua bella scocca “zen” trattiene troppo le impronte (vedi immagini).

Piccolo bonus: nella confezione sono presenti un adattatore ethernet ed una piccola custodia dove avvolgere il tablet durante il trasporto, onde evitare graffi e altri segni. Gradito tocco in più da parte di ASUS.

7.0

Tastiera e touchpad

La tastiera presenta tasti ad isola squadrati con un buona corsa e soprattutto con un piacevole “sonoro”. Le varie chiavi non tendono molto a flettersi nemmeno se premute sui bordi, non sono troppo morbidi alla pressione, e nel giro di pochissimo tempo riuscirete a sentire vostra la tastiera ed a muovervi velocemente. Utile poi il fatto che il pulsante di accensione, posto in alto a destra in stile Mac, abbia un piccolo LED, giusto per non confonderlo con gli altri.

È anche alla luce di queste buone doti che è quasi assurda l’assenza di retroilluminazione, una mancanza pressoché inspiegabile in un notebook votato alla portabilità come questo, che ne penalizza l’utilizzo in ambienti bui o male illuminati.

Solo un’ultima nota sulla tastiera: non fatevi ingannare dal fatto che siano disegnati piccoli, ma i tasti funzione sono in prima battuta, e i vari toggle necessitano della pressione combinata di fn.

ASUS UX305 -15

Il touchpad è piuttosto ampio, con un chiaro segno a separare il tasto sinistro dal destro, e anch’esso molto sonoro, con un clic fin troppo forte. La risposta al singolo tocco è piuttosto precisa, che si tratti di tap o di clic, ma quella allo scrolling non è sempre soddisfacente come vorremmo. La scorrevolezza della superficie non è il massimo, il che in parte non aiuta, e sebbene nella maggior parte dei casi non ci siano problemi, a volte l’attacco dello scrolling con due dita è un po’ ritardato o comunque rallentato.

A conferma di qualche deficit nella gestione dei tocchi multipli, se userete un dito per trascinare / selezionare ed uno per cliccare non sempre otterrete l’effetto voluto, ritrovandovi in qualche occasione con il puntatore del mouse in una posizione del tutto indesiderata dello schermo. Non sono problemi che condizionano troppo l’utilizzo quotidiano, ma si può comunque fare di meglio. Ah, e come mostra la foto qui sopra, è facile capire dopo poco tempo quale zona del touchpad utilizzerete di più.

7.5

Hardware

ASUS UX305 è disponibile in configurazioni diverse: sul sito del produttore le trovate riassunte in tutte le loro varianti, mentre qui di seguito riportiamo quelle del modello in prova, che in pratica è la versione mediana:

  • Schermo: 13,3” IPS full HD
  • CPU: Intel Core-M 5Y71 a 1,2 GHz
  • GPU: Intel HD Graphics 5300
  • RAM: 8 GB DDR3 a 800 MHz
  • Memoria interna: Micron 256 GB SSD
  • Connettività wireless: Wi-Fi n, Bluetooth 4.0
  • Porte: 3 x USB 3.0, micro HDMI, SD Card, jack audio
  • Webcam: 720p
  • Batteria: 45 Wh
  • Peso: 1,2 Kg
  • OS: Windows 8.1

Approviamo la scelta di ASUS di aver realizzato varianti full HD, risoluzione più che sufficiente per la maggior parte dell’utenza, ed in particolare per un dispositivo di questo tipo, che non fa delle performance e dell’uso prettamente lavorativo un suo must.

Troviamo poi il Core M di Intel, che su Lenovo Yoga 3 Pro non ci aveva entusiasmato, ma che qui riesce finalmente ad essere abbastanza convincente anche su Windows, dopo esserlo stato su OS X.

Bene avere 8 GB di RAM, ma potreste anche farne a meno, ed anche 256 GB di SSD possono essere eccessivi a seconda dell’utilizzo, ma proprio per questo c’è appunto la variante 4 GB / 128 GB. (Ma anche una con 512 GB e schermo QHD+.)

Nulla di particolare sul resto, se forse ci saremmo aspettati un pelo di più dalla qualità della webcam, che è pur sempre in HD, mentre non è piccola la nota di delusione sul fronte audio. I due speaker, posti sotto la scocca inferiore e che ASUS esalta anche con delle scritte vicino alle frecce direzionali (Audio by ICEpower | Bang & Olufsen Technoloy), non risultano né troppo potenti, né, soprattutto, di elevata qualità come avremmo sperato, con un suono poco profondo, anche per un portatile così compatto.

7.5

Software e prestazioni

ASUS UX305 -12

ASUS ha lasciato quasi inalterata l’esperienza Windows 8.1 su questo UX305: abbiamo l’utility Ice Power, per una gestione molto semplificata dei profili audio, l’immancabile WebStorage che offre spazio cloud sui dispositivi ASUS, un software per la personalizzazione delle gesture sul touchpad, e giusto un paio di evergreen ASUS, come Splendid Utility per il bilanciamento dei colori ed USB Charger Plus, per ricaricare più velocemente i dispositivi collegati via USB.

Le performance del Core M, qui nella sua versione 5Y71, sono forse più alte nei benchmark che nell’utilizzo quotidiano. Merito di un sistema che comunque è ben bilanciato, con un SSD che non sarà proprio al vertice della categoria, ma che è comunque di fascia alta (vedi CrystalDisk Mark sotto), e con un buon ammontare di RAM per non farsi mettere in crisi da troppi tab aperti sul browser. Nonostante questo, se andrete oltre la dozzina di schede aperte, magari con contenuti in flash, java o video, difficilmente avrete grande fluidità in generale, e nel passare da una all’altra.

Se non lo stresserete con compiti puramente di calcolo insomma, UX305 si comporterà piuttosto bene: le operazioni di I/O sono abbastanza rapide, che si tratti della copia di file o dell’importazione della vostra libreria musicale, e la navigazione in internet, così come la modifica anche di grandi documenti Office, beneficiano della memoria a disposizione.

Dove UX305 mostra il fianco è ad esempio nella compilazione di lunghi blocchi di sorgenti, nell’esportazione di file video/audio, nell’esecuzione di complesse macro o nell’applicazione di pesanti filtri fotografici; insomma, in tutte quelle operazioni dove il carico sia principalmente sulla CPU e non frazionabile. Del resto non si tratta di un sistema votato alle prestazioni, ma piuttosto a non lasciarvi troppo indietro con i compiti quotidiani, delegando a sistemi più potenti la soddisfazione della clientela più esigente.

In compenso avrete un notebook sempre silenziosofanless, ASUS non ha inserito la minima ventolina meccanica), e dotato di una discreta autonomia (vedi sotto), anche se sotto stress le temperature tendono a salire: non così tanto da mandarlo in throttling compromettendone le performance, ma abbastanza da farvi sfuggire un “ahi” se lo impugnerete da sotto, in particolare verso la parte posteriore, senza aspettarvi una calda superficie ad accogliervi. In ogni caso il calore non diventa mai fastidioso né nella zona della tastiera, né in quella di appoggio dei polsi.

  • PC Mark 8 Home accelerated: 2.790
  • PC Mark 8 Creative accelerated: 3.240
  • PC Mark 8 Work accelerated: 3.845
  • 3d Mark 11 P: 780
  • Geekbench 32-bit: 2.740 single core; 4.800 multi-core

crystal

8.0

Schermo

IMG_5636

Lo schermo di ASUS UX305 è perfetto per questo modello: opaco, alta luminosità, ed ottima leggibilità in ogni condizione. È così che deve essere il monitor di un ultra-portatile come questo. L’unico appunto che gli si può fare è nello scarso contrasto dei colori, che appaiono un po’ spenti, anche a causa della superficie dello schermo, che non contribuisce ad esaltarli. Ma è uno scotto che si paga volentieri per avere i suoi angoli di visione e la certezza di poter utilizzare il notebook in ogni condizione, al chiuso come all’aperto.

Non è touch e, in questa configurazione, non supera il full HD. La batteria ringrazia (vedi paragrafo subito sotto), e considerando la diagonale dello schermo e le prestazioni generali, non si sente la mancanza né di più pixel né del touchscreen.

7.5

Autonomia

Mettiamola così: anche sotto stress, con luminosità al massimo, potreste riuscire a fare quattro ore di schermo acceso, il che è un ottimo valore, ma al contempo non aspettatevi di triplicarlo con un utilizzo molto leggero, dato che anche tenendolo pressoché in idle non arriverete a 9 ore. Una stima più realistica parla di 6-7 ore a seconda dell’intensità di utilizzo, che sono comunque un buon valore, anche se non insuperabile, e sinceramente avremmo sperato anche in qualcosa di più, considerando la vocazione del Core M per contenere i consumi.

7.5

Prezzo

ASUZ ZenBook UX305 è disponibile in tre configurazioni. Quella da noi provata è quella di mezzo, probabilmente la migliore in quanto qualità/prezzo, dato che costa poco più di 1.000€, una cifra piuttosto proporzionata all’hardware impiegato ed alla qualità generale. Se però vi accontentate di meno memoria (4 GB di RAM e 128 GB di SSD) e di una versione del Core-M diversa (5Y10 a 800 MHz, che sinceramente ci preoccupa un po’ di più), potrete prendere il modello base a 770€ circa.

C’è anche una variante più potente, con 512 GB SSD e schermo QHD+, ma non solo al momento non è facile trovarla, ma soprattutto, detto sinceramente, non vediamo il motivo di cotanto hardware, così come non lo vedevamo nel nuovo MacBook. Per fortuna ASUS è stata più lungimirante ed ha proposto configurazioni diverse e più adatte al tipo di notebook che questo UX305 vuole essere.

Foto

Giudizio Finale

ASUS ZenBook UX305FA

7.8

ASUS ZenBook UX305FA

ASUS ZenBook UX305 ha degli ottimi spunti, a cominciare dalla solida ed elegante costruzione, passando per la tastiera comoda e robusta, e senza dimenticarsi del monitor molto luminoso, con rivestimento opaco e leggibilissimo ovunque. Anche le prestazioni non sono malvagie, per essere un Core M con Windows 8.1. Ci sono però anche di rimpianti, come l'assenza di retroilluminazione sulla tastiera o un touchpad che non è dei più scorrevoli e reattivi, arrivando ad un'autonomia alla quale si poteva chiedere di più. Nel complesso resta un portatile leggero e robusto, in grado di non deludere nella quotidianità e votato alla mobilità, ma che con un pizzico di impegno in più avrebbe potuto aspirare ad un gradino più alto del podio.

Pro
  • Solida costruzione
  • Monitor opaco e luminoso
  • Tastiera comoda e veloce
  • Buone prestazioni per un Core M con Windows 8.1 (ma non eccelse)
Contro
  • Tende un po' a scivolare sulle superfici più liscie
  • Touchpad migliorabile
  • Tastiera non retroilluminata
  • Audio sotto le aspettative
  • Filippo Pellicciari

    Fanless? No grazie! Anche il macbook air ha la ventola… Non ci siamo!

    • Fighi Blue

      non capisco…è un punto in più il fatto che sia fanless

      • Filippo Pellicciari

        Diciamo che ho visto diversi portatili Asus che sono fanless e li ho visti spegnersi per la temperatura. Non concepisco nemmeno il nuovo macbook che sia fanless.

        • Fighi Blue

          io ho provato l’ux305 e non si è mai spento

        • Questo ti assicuro che non si spegne per il calore. L’ho fatto salire fino al massimo stressandolo in tutti i modi, e non va in throttling né si spegne. Si scalda, questo sì, ma per essere un fanless di queste dimensioni ci sta

          • Fighi Blue

            comunque io gli avrei dato di più come punteggio (non è una critica ma una recensione personale). Considerando il prezzo lo considero un best buy

          • È che non è da 8 pieno, che comunque è un voto “tondo e bello”, ma se puoi passare sopra a certi difetti, non è comunque un prodotto malvagio

          • Fighi Blue

            siete più critici, che è un bene 😉

  • manfredi

    si doveva fare di meglio.. quel pulsante di alimentazione li non ha senso, trattiene le impronte.. la versione base qui in italia è proposta al prezzo di quella intermedia in America.. insomma.. poteva essere un best buy ma di certo non lo sarà

    • Il prezzo sui portatili è praticamente sempre come dici tu, per qualsiasi marca. Purtroppo.
      Vero è che certe sbavature stonano in un prodotto che vorrebbe essere qualcosa di più.

  • Cambiate player. Con fibra vedo i pixel. Inguardabile. Ho lasciato stare e letto la recensione.

  • Giacinto Manera

    ci riesco a fare editing video con gopro studio?