8.7

Fujifilm Instax Mini 90, la recensione (foto e video)

Emanuele Cisotti -




Recensione Fujifilm Instax Mini 90

Ci stiamo dedicando da qualche tempo alla prova di fotocamere istantanee e oggi passiamo in rassegna una delle soluzioni più economiche in circolazione, ovvero la Fujifilm Instax Mini 90. Si tratta di una delle fotocamere più piccole che potrete comprare di questa tipologia e, come sempre in questo mondo, il formato fotografico sarà quindi di conseguenza più piccolo.

All’interno della confezione troverete una tracolla da attaccare alla fotocamera e un alimentatore da parete per la batteria, che andrà caricata fuori dalla fotocamera stessa, ma che ha un autonomia da record. Dopo circa 40 stampe l’indicatore della carica non ha ancora mostrato nessun “movimento”. Instax Mini 90 è compatta e ha un design retrò che richiama quello delle vecchie fotocamere analogiche. Ma benché questa non sia una fotocamera vecchia, è però analogica, mancando infatti un display o un mirino digitale. Sul retro troviamo infatti l’apertura dello sportello per inserire le pellicole (in pacchetti da 10), l’alloggiamento della batteria e il mirino, che è però disallineato rispetto all’obiettivo e che quindi funge da indicatore ma non potrete utilizzarlo con tranquillità per fare foto simmetriche.

Abbiamo poi un piccolo LCD che indica lo stato della carica, il numero di stampe rimaste e la modalità di scatto selezionata. Potrete variarla premendo il tasto MODE, oppure ruotando la ghiera attorno all’obiettivo. Potrete scegliere fra modalità festa, modalità movimento (bambino) e panorama. Quest’ultima modalità vi permetterà di fotografare soggetti più lontani di circa 3 metri e averli perfettamente a fuoco. C’è anche una modalità macro che ha un tasto dedicato. Si tratta comunque di macro fra circa 1 e 3 metri e quindi niente di troppo ravvicinato. Abbiamo poi la possibilità di realizzare una doppia esposizione e di scattare tenendo l’obiettivo aperto finché premiamo il dito (modalità Bulb).

Passando in rassegna gli altri tasti abbiamo un tasto per decidere se attivare sempre, mai o in automatico il flash e uno per aumentare o diminuire l’esposizione, con due valori in positivo (Light, Light+) e uno in negativo (Dark). Infine la modalità autoscatto con una simpatica sorpresa: l’autoscatto x2 che scatta una prima foto dopo 10 secondi e un’altra dopo altri 3. Ci sono infine due tasti di scatto uno frontalmente comodo per gli scatti verticali e uno sul lato lungo per quelli orizzontali. Abbiamo a supporto poi un buon flash.

Le foto vengono espulse immediatamente e si sviluppano rapidamente. Bastano infatti 5 minuti per avere la foto già quasi totalmente sviluppata. Il formato è quello più piccolo, ovvero Mini di Fujifilm, piccolo per magari delle foto dettagliate di panorami ma godibili per quanto riguarda foto di ritratti o di gruppi. La qualità fotografica ci ha stupito e la fotocamera ha correttamente esposto la quasi totalità delle nostre foto. Gli errori più comuni riguardano le situazioni in cui abbiamo usato o non utilizzato il flash e quindi scena troppo illuminata o foto mossa. Basterà un minimo di attenzione.

Un grande vantaggio di questa Instax Mini 90 è sicuramente il prezzo. La potrete acquistare su Amazon a 123€ e anche le ricariche sono fra le più economiche. 20 foto costano 23€, mentre 40 foto costano 36€ scendendo quindi sotto la soglia di 1€ a foto.

Giudizio Finale

Fujifilm Instax Mini 90

8.7

Fujifilm Instax Mini 90

Questa Instax Mini 90 incarna totalmente lo spirito della fotografia istantanea. Foto godibili (seppur piccole) in una macchina compatta e con ottima autonomia. Poche impostazioni, ma davvero utili e pellicole fra le più economiche in circolazione. Ovviamente i difetti sono da vera istantanea.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Economica e ricariche economiche
  • Semplice da utilizzare
  • Compatta e leggera
  • Ottima autonomia
Contro
  • Il mirino è solo indicativo
  • La macro è solo fino a 1 metro (circa)
  • Ogni scatto vuol dire una foto sviluppata