8.1

GoPro HERO5 Black, la recensione (foto e video)

Nicola Ligas -




Recensione GoPro HERO5 Black

GoPro HERO5 Black è il nuovo modello di punta dell’azienda simbolo delle action cam, che però, soprattutto ultimamente, sembra accusare molto il colpo della concorrenza. Vi consigliamo di leggere anche la recensione della HERO5 Session, perché le due action cam hanno molti punti in comune, e su alcuni passaggi andremo più veloce per non ripeterci.

LEGGI ANCHE: Migliori action cam

9.0

Confezione e costruzione

HERO5 Black ha tutto ciò che una moderna action cam dovrebbe avere. È impermeabile nativamente, senza bisogno di scafandrino, fino a 10 metri, ha uno schermo touch sul retro, visibile anche alla luce del sole (a patto non sia troppo intensa e diretta), ed ha anche porta USB Type-C per la ricarica ed uscita micro HDMI integrate.

In basso abbiamo un ampio sportellino che ospita la batteria removibile e lo slot microSD; sul fianco sinistro, sempre sotto sportellino sigillato ermeticamente, troviamo le due porte di cui sopra. Sul fianco destro abbiamo invece un tasto fisico per commutare la varie modalità di ripresa, e sul lato superiore il pulsante di registrazione, che farà partire (nel giro di un paio di secondi da schermo spento) la registrazione di un video appena premuto.

Non manca nemmeno un piccolo display a cristalli liquidi nella parte frontale, che ruota tra l’altro in accordo con l’orientamento della action cam, e che riassume brevemente la modalità di ripresa utilizzata e alcune informazioni sulla action cam.

GoPro HERO5 Black -3

Inclusi nella confezione troverete due classici supporti adesivi 3M ed un cavo USB Type-C / USB per la ricarica, ed un piccolo telaio avvolgere la action cam e collegarla facilmente ai vari accessori.

8.5

Funzioni e qualità

GoPro HERO5 riprende in parte quanto visto nella HERO5 Session, ed eleva praticamente ogni modalità video di un gradino, portando maggiori frame rate o un campo visivo più ampio. Potete confrontare le due action cam direttamente sul sito ufficiale, mentre qui sotto riportiamo le principali modalità disponibili per la HERO5 Black.

Formati Video supportati:

  • 4K@30 fps FOV ultralargo, 4K@24fps FOV Superview
  • 2,7K@60 fps con FOV ultralargo o a 30fps con FOV SuperView
  • 1440p@80 fps FOV ultralargo
  • 1080p@120 fps FOV ultralargo o a 80fps con FOV SuperView
  • 720p@240 fps FOV stretto o a 120 fps con FOV SuperView

Foto:

  • Risoluzione: 12 megapixel
  • Burst (foto/secondi): 30/1, 30/2, 30/3, 30/6, 10/1, 10/2, 10/3, 5/1, 3/1
  • Time lapse: 0,5, 1, 2, 5, 10, 30, 60 secondi

Sono sempre presenti i comandi vocali, che funzionano abbastanza bene, alla stregua della Session, e consentono di catturare contenuti senza nemmeno toccare la action cam, ed è sempre presente anche la stabilizzazione elettronica, che svolge un ottimo lavoro nel rendere più fermi i vostri video, anche tenendo semplicemente la HERO5 in mano e camminando. Sembra addirittura che gli algoritmi utilizzati siano un passo avanti a quelli della Session, ma poi ne riparleremo più in dettaglio nel confronto tra le due action cam.

Indubbiamente HERO5 Black è la scelta “professionale” dell’azienda, quella che riesce a realizzare delle riprese più che discrete anche in condizioni di scarsa luminosità, laddove molte action cam mostrano il fianco, e capace di un intervallo dinamico maggiore di quello della Session, sebbene ancora con i suoi limiti; argomento che comunque approfondiremo appunto nel futuro confronto.

I colori sono buoni, non eccessivamente saturi ma comunque molto vivaci, anche se la nitidezza avrebbe potuto essere maggiore, anche in condizioni di buona luminosità, sotto la luce diretta del sole. Nella maggior parte dei casi otterrete comunque delle belle riprese, ma non mancano chiaro/scuri evidenti nelle giornate assolate ed un po’ di occasionale rumore.

GoPro HERO5 Black -10

Il display touch vi mette poi a disposizione ogni controllo di cui potreste avere bisogno, e nonostante lo spazio esiguo, GoPro è riuscita a trovare spazio per ogni tipo di impostazione, anche se forse l’ha fatto a scapito della fluidità del tutto. Ci sono infatti tantissime opzioni/gesture da eseguire, e la reattività del sistema non è sempre immediata, anche se comunque non è niente di preoccupante. Con uno swipe verso destra accederete ai contenuti già catturati, e li potrete rivedere al volo; con uno swipe verso sinistra avrete invece varie opzioni di qualità, tra cui il protune, per regolare ISO, esposizione ed altro, EIS incluso, mentre premendo sui valori di risoluzione, fps e campo visivo che vedete qui sopra, li potrete variare al volo. Non finisce qui, perché trascinando dall’altro verso il basso potrete accedere alle preferenze di sistema, alle opzioni di comando vocale, ed a quelle per la connettività.

Oltre a Wi-Fi / Bluetooth, per agganciarsi ad uno smartphone, vale la pena notare che la HERO5 Black è anche dotata di GPS, per poter geotaggare i vostri contenuti in completa autonomia, ma attenzione perché tutte queste funzioni hanno un loro peso sull’autonomia complessiva.

La cosa più deludente è probabilmente stata la perdita di qualità che si ottiene in post-elaborazione andando a comprimere molto il video, perdita prevedibile logicamente, ma superiore alle aspettative (vedi video recensione qui sopra). Una delle cose che più apprezzavo nelle vecchie HERO Black era infatti la “malleabilità” dei video registrati, che si prestavano bene al montaggio ed all’editing, e che mi sembra si sia un po’ persa in quest’ultima edizione.

Fanno un passo più avanti le foto, rispetto alla Session, non solo in termini di risoluzione (2 megapixel in più), ma anche grazie alla modalità WDR che amplia l’intervallo dinamico, ed alla possibilità di scattare in RAW, cosa che vi permetterà di tirare fuori molte più informazioni dai vostri scatti, anche se non aspettatevi comunque una qualità particolarmente elevata, soprattutto con ISO non bassi, perché il rumore è davvero sempre dietro l’angolo.

Abbastanza buono l’audio, anche in questo caso non direzionale e capace di catturare sia ciò che avviene davanti alla action cam, che alle sue spalle. Non mancano i rumori di fondo, ma nel complesso siamo ad un livello superiore alla media delle action cam.

7.5

App

Nulla di nuovo da dire sull’app: è esattamente la stessa già vista per HERO5 Session. Pratica e funzionale, anche se graficamente non bellissima su Android. Ottima per usare lo smartphone come mirino, in tutte quelle situazioni in cui non potrete/vorrete impiegare quello della action cam, ma senz’altro meno indispensabile che nella Session, dato che la HERO5 Black è praticamente del tutto governabile tramite il suo display.

7.0

Autonomia

HERO5 Black monta una batteria da 1.220 mAh, che vi garantisce un’autonomia superiore alla Session solo a patto di non usare lo schermo (il che è quasi un controsenso). In condizioni normali invece le due action cam sono praticamente comparabili in termini di autonomia, con meno di un’ora di riprese in full HD @60fps, con connessione allo smartphone disattiva e mezz’ora o anche meno per video in 4K.

7.0

Prezzo

429€ sullo store ufficiale: 100€ in meno del precedente modello al lancio, segno che GoPro non può più permettersi “di fare la Apple”, ma ciò nonostante il prezzo rimane elevato, soprattutto in rapporto ad una concorrenza che nel frattempo non è certo stata a guardare. Il modello da noi provato viene da ePRICE, dov’è già disponibile in pronta consegna al medesimo prezzo.

Sample video

Sample foto

 

Foto GoPro HERO5 Black

Giudizio Finale

GoPro HERO5 Black

8.1

GoPro HERO5 Black

GoPro HERO5 Black è la nuova action cam "da battere", da parte del colosso del settore. Si tratta di un modello professionale, che difficilmente deluderà i suoi acquirenti, eppure è proprio nella malleabilità dei video in post-produzione che HERO5 Black mostra un po' di lacune, mettendo però a disposizione dei suoi utenti un parco di funzioni davvero ampio e difficilmente superabile, con una qualità generale senz'altro da modello di punta. Scende, rispetto al passato, il prezzo di lancio, che resta comunque abbastanza elevato, soprattutto nei confronti delle sempre più numerose concorrenti cinesi, che però non sempre possono vantare una qualità in grado di rivaleggiare davvero con questa HERO5 Black

Pro
  • Display Touch
  • Impermeabile già di suo
  • Tantissime modalità di ripresa
  • Qualità video
Contro
  • Interfaccia non velocissima
  • Autonomia non stellare
  • Prezzo
  • Eccessiva perdita in fase di compressione