7.3

HP Pavilion x360, la recensione

Nicola Ligas -




Recensione HP Pavilion x360

HP porta lo schermo rotante della serie Spectre x360, da noi già apprezzato in una passata recensione, sui notebook Pavilion, quelli di fascia media. Un tentativo riuscito di sdoganare questo particolare formato convertibile o è meglio non mescolare troppo i due mondi?

7.0

Costruzione e portabilità

HP Pavilion x360 è costruito come un normale notebook di fascia media: materiali plastici un po’ ovunque, con l’attenzione da parte di HP a certe zigrinature che mimano l’effetto metallico. Nel complesso abbiamo una scocca quindi meno avida d’impronte rispetto a quanto visto altrove, ed un meccanismo di rotazione dello schermo a 360° che convince anche in questo modello, essendo abbastanza facile da piegare ma non troppo morbido da rendere lo schermo tremolante ad ogni minima vibrazione.

HP Pavilion x360 -9

 

Non aspettatevi però che dimensioni e (soprattutto) peso siano altrettanto contenuti perché non lo sono, e a dispetto delle linee che cercano di essere un minimo filanti, Pavilion x360 non è certo un figurino. Questo rende la sua modalità tablet un po’ goffa, e probabilmente sarete spinti ad usarla meno di altre soluzioni più sottili e leggere (ma assai più costose). Riguardo l’uso in modalità stand (quello illustrato nell’immagine qui sopra) abbiamo notato che in particolare l’ultima fila, quella dei tasti funzione, tende a toccare la superficie del tavolo, cosa che non avveniva nello Spectre x360 ed in generale negli altri convertibili ruotanti che abbiamo provato.

7.0

Tastiera e touchpad

HP propone tasti ad isola, lievemente ruvidi in modo da aumentare il grip, piatti in superficie, e con una corsa abbastanza breve. Si scrive piuttosto bene con questa tastiera, anche se ho trovato un po’ scomodo avere una fila di tasti alla destra di invio. I pulsanti funzione in alto sono in seconda battuta, ma il sistema riconosce automaticamente molte combo con il tasto alt+Fx, evitando così movimenti ginnici per aggiungere anche un Fn. Peccato solo che manchi la retroilluminazione.

HP Pavilion x360 -7

Impressioni meno positive per il touchpad, che con lo scrolling a due dita è spesso impreciso. Buona invece la risposta al tocco, anche doppio, e al clic; forse quest’ultimo è giusto un po’ più duro del previsto, ma niente di drammatico. La superficie è abbastanza ampia e scorrevole.

Da segnalare però che, usando il notebook in modalità tablet, ovvero con lo schermo appiattito sul retro, tastiera e touchpad non sono disattivati, ed è quindi facile azionarli inavvertitamente, soprattutto se terrete il dispositivo appoggiato sul braccio, o comunque impugnandolo.

7.0

Hardware

Trovate tutti i modelli sul sito di HP, qui sotto riassumiamo come sempre la configurazione in prova:

  • Schermo: 13,3” touchscreen a 1.366 x 768 pixel
  • CPU: Intel Core i3-5010U
  • GPU: Intel Graphics HD 5500
  • RAM: 8 GB
  • Memoria interna: HDD 500 GB
  • Connettività wireless: Wi-Fi ac, Bluetooth 4.0
  • Porte: 3x USB, 1x HDMI, Ethernet, lettore schede SD, jack audio
  • Webcam: HP TrueVision HD
  • Batteria: 48 Whr
  • Peso: 1,77 Kg
  • OS: Windows 8.1

Rispetto a quanto riportato sul sito, il nostro modello differisce soprattutto per gli 8 GB di RAM in luogo dei 4 di default, che si fanno sentire soprattutto nella navigazione, che riesce ad essere soddisfacente anche con diverse schede aperte. Per il resto c’è un po’ tutto quel che serve, senza eccedere in nulla. Peccato per la mancanza di un SSD, ma il prezzo non lo consentiva, e per fortuna l’HDD montato è molto capiente.

Buone la doti di connettività, che non si fanno mancare praticamente nulla, peccato solo per il peso complessivo un po’ elevato, soprattutto in rapporto al fatto che questo Pavilion x360 potrebbe essere usato anche come un tablet.

7.5

Prestazioni e software

A dispetto di un hardware non da ultimo grido, Pavilion x360 si difende piuttosto bene, complice il buon quantitativo di RAM e la bassa risoluzione dello schermo. La navigazione scorre abbastanza fluida (a patto di non utilizzare il touchpad per lo scrolling), il lavoro da ufficio e la riproduzione di contenuti multimediali non hanno grossi problemi.

C’è sempre un minimo di attesa, dopo il lancio di un programma o all’inserimento di testo in un campo di ricerca, ma niente di eccessivo, e sebbene l’hard disk non sia dei più veloci in lettura, ha dei buoni valori in scrittura per la sua classe. Ogni tanto c’è qualche piccola sbavatura, ad esempio il contenuto dello schermo che non gira per adattarsi alla posizione con cui lo teniamo, ma nel complesso Certo, le operazioni di I/O non sono fulminee, e se le combinate con elaborazioni pesanti il Pavilion accuserà il colpo.

HP Pavilion x360 -8

Le impressioni sull’audio sono piuttosto standard, senza infamia e senza lode, mentre la webcam anteriore si è rivelata piuttosto affidabile, e non avrete problemi particolari nell’utilizzarla per una videochiamata.

I software preinstallati sono numerosi, e vanno da una decina di giochi per tutti i gusti, a diversi programmi marchiati CyberLink per la gestione dei contenuti multimediali (media player, photo editor, montaggi, ecc.), e testimoniano il desiderio di HP di farne un PC per tutta la famiglia, senza particolari pretese. A conferma di ciò arrivano anche i nostri benchmark, forse anche un pelo superiori a quelli che potreste pensare, ma più o meno in linea con la reale esperienza d’uso.

  • PC Mark 8 Home accelerated: 2.630
  • PC Mark 8 Creative accelerated: 2.830
  • PC Mark 8 Work accelerated: 3.490
  • 3d Mark 11 P: 950
  • Geekbench 32-bit: 2.000 single-core / 4.225 multi-core

cd2

7.0

Schermo

HP Pavilion x360 -10

Schermo touch, ovviamente per poter utilizzare il Pavilion in ogni posizione dello schermo, lucido, a risoluzione abbastanza bassa. La luminosità è però piuttosto buona ed i colori discretamente fedeli, anche se entrambi potrebbero essere più intesi, e su un 13” ormai sarete abituati a vedere definizioni maggiori. Non ci sono difetti particolari, se non l’eccessiva tendenza al riflesso, tipica dei monitor lucidi ed in particolare di quelli con luminosità non elevatissima.

7.5

Autonomia

L’autonomia è piuttosto buona: in sola lettura e con luminosità al 50% si superano le 10 ore, sotto stress intenso e con luminosità al massimo ne farete 3-3:30. Con un utilizzo misto navigazione/video/giochini di basso profilo si arriva a 6-8 ore a seconda dell’utilizzo. Sono dei buoni valori, in linea con la capacità della batteria e con l’hardware a disposizione, e che ben si sposano con un utilizzo “misto” di questo prodotto.

7.5

Prezzo

599€ è il prezzo ufficiale di HP per questo modello (ma con 4 GB di RAM). Tutto sommato è una cifra in linea con le doti complessive del notebook, e non bisogna dimenticare della particolarità di essere ruotante. Rinunciando a quest’ultima però, potreste trovare configurazioni superiori a parità di prezzo, anche della stessa HP. Vale la pena sottolineare che, sempre di questo Pavilion x360, c’è anche una configurazione da 11” con processore Pentium e batteria da 32 Whr, che quindi ridurrà sensibilmente l’autonomia, ad un prezzo però di 100€ inferiore, che potrebbe essere adatto a chi cerchi una soluzione maggiormente compatta.

Foto

Giudizio Finale

HP Pavilion x360

7.3

HP Pavilion x360

Vi piacciono i convertibili ruotanti? Se la risposta è sì, Pavilion x360 vi permette di entrare in questo mondo con una cifra relativamente contenuta, e senza farvi mancare nulla in particolare. Se la riposta è no, non è detto che sappia conquistarvi. È un notebook bene o male domestico, a dispetto del fatto di essere un convertibile, principalmente per il peso non da classe Ultrabook e per prestazioni da fascia media, che soddisferanno facilmente le esigenze dei piccoli e grandi di casa, senza lasciarvi sguarniti in nessuna situazione, ma senza nemmeno particolari doti. Buona però l'autonomia, che vi permetterà di non dover dipendere troppo da una presa di corrente e di usarlo in libertà.

Pro
  • Convertibile ruotante
  • Connettività completa
  • Tastiera comoda
  • Buona autonomia
Contro
  • Tastiera e touchpad attivi in modalità tablet.
  • Touchpad migliorabile
  • Dimensioni e peso non troppo contenuti
  • Tastiera non retroilluminata