8.1

HP Spectre x360, la recensione (foto e video)

Nicola Ligas -




Recensione HP Spectre x360

HP Spectre x360 è un rivale per il Lenovo Yoga 3 Pro che abbiamo recensito qualche tempo fa: rivale perché anche l’ultrabook di HP è in grado di piegare il suo schermo a 360° diventando una sorta di tablet, ma a ben vedere le affinità tra i due finiscono praticamente qui. Nel bene e nel male.

8.0

Costruzione e portabilità

HP Spectre x360 è realizzato interamente in metallo, stile Apple se volete. È una scelta che premia eleganza e robustezza, e che, al contrario di molti altri concorrenti, non rende il piano d’appoggio dello Spectre pieno di impronte e macchie nel giro di poco tempo. Il profilo è inoltre ancor più lucido del resto della scocca, donandogli ulteriore eleganza, ed il retro, con le due caratteristiche cerniere che vanno flettere lo schermo di 360°, è stondato, particolare assai inusuale ed indubbiamente accattivante.

HP Spectre x360 -24

Ci sono però anche delle controindicazioni: il peso (1,5 Kg) è abbastanza superiore alla media degli ultrabook, che vogliono fare della leggerezza un vanto, il grip non è ai massimi livelli, in particolare quando lo userete in modalità tablet, e la scocca dietro al display tende un po’ troppo facilmente ad avere piccoli segni di usura, che spesso vanno via strofinando con energia; anche per questo abbiamo gradito che HP abbia incluso una custodia morbida nella confezione, con cui avvolgere x360 durante gli spostamenti.

La problematica principale è però nelle due cerniere, che se da una parte permettono un’inclinazione di 360°, dall’altra non tengono fermo lo schermo come altre soluzioni meno flessibili, tanto che se se il vostro compagno di scrivania avesse la mano pesante sulla tastiera, potreste vedere il display oscillare un po’.

Nel complesso si sente quindi poco l’impulso a piegare il tutto e ad usarlo in configurazione tablet, o tenda, o stand: vuoi per la paura di graffiare il metallo, vuoi per il maggiore peso, vuoi perché in mano (ed anche sul tavolo) è tutto più scivoloso di altre soluzioni.

8.0

Tastiera e touchpad

HP ha optato per una tastiera ad isola con tasti squadrati, piuttosto comoda nella scrittura, con una corsa dei tasti abbastanza breve ed una spaziatura degli stessi forse appena superiore alla media. Ci sono poi alcune particolarità degne di nota:

  • Se la retroilluminazione (non regolabile in intensità) è spenta, il pulsante relativo resta acceso, facilitandone l’individuazione qualora foste in una stanza buia, anche se può essere un po’ fastidioso averlo sempre on (a PC acceso, ovviamente). La retroilluminazione in sé è su un buon livello, ma nulla più.
  • Sul tasto per silenziare l’audio, c’è un LED arancione che si accende per ricordarci che abbiamo attivato il mute: utile.
  • Il tasto invio non è su due righe ma su una sola, più largo, con il tasto “ù” al di sopra anziché al fianco. Personalmente la considero una posizione un po’ scomoda perché sono abituato altrimenti, e la stessa HP non adotta questa configurazione su tutti i suoi modelli, ma in fondo è una questione di abitudine.
  • Il pulsante “>” / “<” è posizionato vicino alle frecce direzionali, anziché accanto allo shift sinistro: anche in questo caso HP adotta una configurazione diversa su altri modelli.
  • Tra “alt gr” ed il tasto di cui sopra, ce n’è uno che funziona come clic destro del mouse, che forse poteva essere evitato a favore di maggiore spazio o di una diversa disposizione dei pulsanti.
  • I tasti funzione sono tutti in seconda battuta, a vantaggio dei toggle per varie funzioni del portatile, ma se premete ad esempio alt+F4, il sistema interpreterà correttamente ciò che volete fare, senza bisogno di ricorrere al pulsante fn (e così per altre combinazioni che includano i tasti funzione).

HP Spectre x360 -2

Anche il touchpad si conferma di alto livello: molto largo (anche troppo), piacevole al tocco e rapido nel reagire allo scrolling e/o al pinch-to-zoom. Manca giusto un’indicazione per capire dove termina il clic destro e dove inizia il sinistro. A questo riguardo, se da una parte la risposta al tap è sempre precisa, quella al clic non lo è proprio in ogni situazione: in rare occasioni sentirete il rumore del clic, ma sarà come se non l’aveste premuto, e dovrete ripetere il gesto una seconda volta.

8.0

Hardware

Potete dare uno sguardo alla scheda tecnica sul sito ufficiale HP, dove sono presenti anche altre varianti dello Spectre x360, ma come sempre qui di seguito riassumiamo quelle del modello in prova:

  • Schermo: 13,3” touch screen, 2.560 x 1.440 pixel
  • CPU: Intel Core i7-5500U
  • GPU: Intel HD Graphics 5500
  • RAM: 8 GB LPDDR3 1.600 MHz
  • Memoria interna: 256 GB SSD
  • Connettività wireless: Wi-Fi ac, Bluetooth 4.0
  • Porte: 3 x USB 3.0, 1 HDMI, 1 mini DisplayPort, 1 lettore schede SD, jack audio
  • Webcam: HP TrueVision Full HD WVA (frontale) con microfoni digitali doppi integrati
  • Batteria: 55 Wh
  • Peso: 1,51 Kg
  • OS: Windows 8.1

Esattamente come per Dell XPS 13, non possiamo lamentarci del processore Broadwell di quinta generazione, e le sole critiche da fare all’hardware riguardano l’assenza di una versione con 16 GB di RAM e/o di una con scheda video dedicata, giusto per accontentare anche gli utenti più esigenti. Volendo continuare il parallelo col portatile di Dell, questo offriva anche il doppio della memoria SSD ed un display a risoluzione maggiore, e soprattutto il primo dei due dettagli non avrebbe stonato anche su questo HP.

8.5

Software e prestazioni

HP Spectre x360 è un portatile dalle prestazioni solide. Non mostra quasi mai incertezze, e nei vari benchmark effettuati è praticamente un orologio svizzero, che non esibisce mai cadute dovute al throttling. Le temperature registrate sono in realtà lievemente superiori alla media, e sotto carico pesante la parte sinistra, in prossimità della ventola, tende un po’ a scaldare, il che potrebbe rendere scomodo l’utilizzo in modalità tablet se appoggiato sul braccio, ma in ogni caso le temperature massime sono sempre sotto controllo, e come già detto non ci sono cadute di prestazioni dovute all’eccesso di temperatura.

Il paragone col nuovo Dell XPS 13 viene quasi naturale, dato che i due condividono processore a RAM, ed in effetti le loro performance sono praticamente appaiate, tanto che anche l’HP presenta lo stesso difetto di una ventola un po’ troppo prona ad entrare in funzione, anche con carico leggero. Niente comunque di esagerato.

Nella media il comparto audio, che si fa sentire ma non eccelle; molto buona invece la webcam, che presenta un’alta risoluzione e cattura video di qualità, anche se incide in modo abbastanza sensibile sulla batteria (non è facile superare le 3 ore di hangouts on air, tanto per fare un esempio).

Menzione d’onore anche per le applicazioni pre-installate, che lasciano il sistema particolarmente pulito e privo di fronzoli (per non dire bloatware), particolare che ho molto apprezzato, anche se d’altro canto, da un produttore del calibro di HP, qualcuno potrebbe chiedere più software originale.

  • PC Mark 8 Home accelerated: 2.800
  • PC Mark 8 Creative accelerated: 3.550
  • PC Mark 8 Work accelerated: 3.650
  • 3d Mark 11: P1.050
  • Geekbench: 2.885 single core; 5.965 multi core

7.5

Schermo

HP Spectre x360 -15

Lo schermo di HP Spectre x360 ha una buona definizione, non al pari in realtà con i principali concorrenti, ma probabilmente non starete lì a contare i pixel sullo schermo, tanto più che gli angoli di visione sono buoni, ed i colori molto vivaci. Ogni tanto c’è qualche piccolo problema nel rendering del testo in alcune finestre, che appare troppo squadrettato, ma è più un problema software che altro. Anche le impronte che trattiene non sono eccessive, ed abbiamo senz’altro visto schermi molto più “avidi di ditate”, peccato però che sia un po’ troppo riflettente, il che può dare fastidio anche al chiuso, ed a maggior ragione all’aperto.

8.0

Autonomia

L’autonomia è stata una piacevole sorpresa: HP Spectre x360 si piazza in una posizione molto alta in classifica, superando le 8 ore quasi in scioltezza con un uso prettamente di navigazione / ufficio, arrivando a 9/10 ore con un utilizzo più attento. Anche con carico più intenso e senza alcun riguardo per il risparmio energetico, 3 ore le porterete a casa senza grossi problemi, se non di più. Sono senz’altro ottimi valori, non insuperabili, ma comunque più validi di buona parte della concorrenza di pari livello.

7.5

Prezzo

HP Spectre x360, nella versione da noi provata, costa 1.600€ tondi tondi sul sito HP, con consegna rapida inclusa. Ci sono anche versioni inferiori, che partono da 1.100€. I prezzi sono abbastanza allineati a quelli dei principali concorrenti Windows, anche se forse si poteva fare qualcosina per limarli un po’ (ma ci penserà a breve lo street price), anche se, come avrete visto da quanto detto fin qui, HP ha messo molto impegno nella realizzazione di questo modello.

Foto

Giudizio Finale

HP Spectre x360

8.1

HP Spectre x360

HP Spectre x360 è uno dei portatili più belli del momento: la realizzazione metallica ed il profilo lucido e stondato sul retro lo rendono assai accattivante, anche se la possibilità di ruotare lo schermo di 360° passa quasi in secondo piano, tanto che se questo Spectre fosse stato un notebook tradizionale, probabilmente sarebbe andato bene lo stesso, ed anzi, forse ciò avrebbe reso lo schermo un po' meno ballerino. Solide le prestazioni, molto buona l'autonomia, bello ma un po' troppo riflettente lo schermo e un po' eccessivo magari il peso. Nel complesso HP Spectre x360 se la gioca ad armi pari con la concorrenza, colmando lacune altrui, e viceversa, cui ciascuno darà un proprio peso in base alle esigenze personali.

Pro
  • Interamente in metallo ed elegante
  • Performance affidabili
  • Tastiera e touchpad di alto livello
  • Buona autonomia
Contro
  • Cerniere un po' "ballerine"
  • Non molto leggero
  • Schermo troppo riflettente
  • Manca una versione ancor più spinta
  • fabius

    Ottimo prodotto e recensione accurata ne stavo infatti valutando l’acquisto, grazie della rece

  • Gianmarco Giuliana

    pessimo prodotto. dopo neppure un mese non funziona più!! e non hanno neppure il ricambio. da 25 giorni sono senza pc e non so quando rientra!!!!

  • Salvo Errori

    io volevo prendere la versione 13-n4101nl che possiede i5 6300U skylake , pensati sia ancora buono ? hanno risolto le cerniere ballerine ?

  • Matteo

    la retroiluminazione del pulsante per attivare o disattivare l’illuminazione della tastiera si può spegnere da BIOS 😀

    • Ludovico

      Ciao! Potresti dare informazioni più dettagliate a riguardo? ..o meglio ancora una procedura step by step? :))

      • Matteo

        Ciao, ecco a te:

        – Spegnere il Pc
        – Accendere il Pc e subito dopo premere ripetutamente F10 per entrare nella configurazione del BIOS
        – con le freccette spostarsi nel menù e per cercare l’opzione del led
        -uscire salvando
        Attenzione a non cambiare gli altri parametri se non li conosci, comunque non ci sono molte configurazioni possibili quindi non ti dovresti sbagliare (io per esempio ho anche disattivato l’opzione per lasciare attive le porte usb anche a pc spento per consentire la ricarica ad altri dispositivi, non volevo che l’hard disk auto-alimentato rimanesse attivo).