HTC RE Camera, la recensione (foto e video)

Emanuele Cisotti -




Recensione HTC RE Camera

Quando HTC RE fu presentata alla stampa stupì principalmente per due motivi: per il fatto di essere il primo vero prodotto HTC “non-smartphone” e per la sua forma bizzarra che, a scelta, può sembrare un periscopio o un inalatore rovesciato. Dopo l’iniziale ironia tutti gli addetti alla stampa (sì, me compreso) hanno principalmente smontato l’idea di questa RE poiché una action cam non poteva essere di questa forma, con queste specifiche e, sopratutto, GoPro fa le vere action cam. Ma ve lo dico subito: ci siamo sbagliati, RE non è una action cam, è una everyday cam (ho pensato ad un nome migliore, ma non ho partorito niente di meglio). E mi piace.

HTC RE 01

Iniziamo cercando di capire cos’è RE Camera. All’interno della confezione troviamo la RE, il manuale, il cavo USB-microUSB per ricarica e scambio dati, il tappo per la parte inferiore e un laccetto. All’interno della RE Camera è pre-inserita una microSD da 8 GB per salvare foto e video. L’utilizzo del coperchio inferiore permette di aumentare la protezione della RE fino a IP x8, ovvero garantendo la resistenza all’acqua anche per immersioni prolungate. Comunque un vantaggio avere a prescindere la resistenza all’acqua secondo lo standard IP x7 anche senza il tappo inferiore.

La fotocamera è da 16 megapixel, il sensore è da 1/2,3″ e l’apertura è f/2.8. La lente garantisce una visione grandangolare con una larghezza di ben 146°. I video vengono registrati a 1080p a 30fps, mentre i video a rallentatore sono 720p a 120fps. Il tasto frontale serve proprio ad avviare una registrazione al rallentatore, dopodiché la fotocamera tornerà in modalità di registrazione classica (molto comodo, per essere sicuri di non star registrando per errore al rallentatore). Il grosso tasto argentato invece permette di scattare una foto se premuto e di registrare video se si tiene premuto per qualche secondo. Sotto di esso è presente un led che indica lo scatto di una foto (rosso), la registrazione di un video (rosso lampeggiante), la registrazione di un video al rallentatore (blu lampeggiante) e l’accensione (verde).

HTC RE 05

Parliamo dell’accensione in dettaglio, perché a mio parere è questa che cambia il modo di utilizzare RE e che la rende migliore della concorrenza per molti utilizzi. La fotocamera ha dei sensori capacitivi sulla scocca che al contatto con la mano risvegliano la fotocamera, che andrà in standby dopo un periodo di inutilizzo. In questo modo la RE camera sarà subito operativa e non necessiterà di attese per l’accensione, oltre che a liberarvi dal dubbio se la fotocamera è accesa o no. È accesa perché l’aveve appena presa in mano.

Una volta accesa potrete anche avviare l’applicazione Android dedicata per riguardare tutte le foto ed i video, già raggruppati per eventi e con tanto di funzione rapida per creare video Zoe (come con l’app “classica” per smartphone). Se la fotocamera era in standby il primo avvio dell’app può durare fino a 20 secondi, ma poi la comunicazione (tramite bluetooth, quindi non perderete la connessione internet, come con altre action cam) è perfetta, fluida e comoda da utilizzare. Potrete poi scaricare in modo molto semplice le foto che vi interessano sul telefono.

Abbiamo poi una sezione per utilizzare lo smartphone come visore e quindi vedere cosa la RE sta inquadrando e quindi scattare, registrare o realizzare timelapse. Molto comoda questa funzione (utilizzabile però solo con l’app), con a disposizione tantissime opzioni diverse. Potrete anche fissare la RE su di un cavalletto (sotto è presente l’attacco classico a vite).

Infine è possibile avviare uno streaming in tempo reale su YouTube o anche sviluppare le proprie applicazioni tramite l’SDK che HTC mette a disposizione.

Chiudiamo con due punti fondamentali: autonomia e prezzo. RE camera vi consentirà (secondo HTC) di realizzare 1h e 40 di video o 1200 foto. Secondo le nostre prove si parla di almeno un 25% in meno di questi dati. Questa piccola telecamera viene venduta a 149€ su Amazon.it, rendendola un piccolo concentrato di tecnologia, perfetta per tutti i giorni, intuitiva, semplice e molto divertente.

Sample HTC RE

Video Sample su YouTube

Giudizio Finale

HTC RE Camera

HTC RE Camera

Non è la qualità fotografica che vi stupirà di questa RE, quanto la facilità con qui la utilizzerete e con cui vi conquisterà per essere utilizzata sempre di più. Non chiamatela action cam, ma portatela sempre con voi e registrate i momenti migliori della vostra vita.

Pro
  • Comoda
  • Si accende quando afferrata
  • Connessione con l'app ottima
  • Permette lo streaming su YouTube
Contro
  • La qualità foto/video è al pari di un buono smartphone
  • Non si trovano molti accessori
  • Forma bizzarra
  • Ganza 😀

  • Alessio Capogrosso

    Io la forma bizzarra la metterei tra i pro, molto più comoda ed ergonomica delle varie Go Pro ecc…tra i contro ci metterei l’impermeabilità non proprio al top…

    • Tra i “pro” c’è il “Comodo”. La forma è solo perché esteticamente può non piacere.

  • Edoardo Vitella

    L’unica cosa che mi lascia veramente dubbioso nei confronti di questa RE Camera è il fatto che mentre si sta scattando delle foto o girando un video, non vedo bene cosa e come lo sto inquadrando, il che potrebbe compromettere leggermente l’utilizzo.

    • Come nel 90% delle action cam. Puoi comunque aprire l’app e avere un’idea di quello che stai riprendendo 🙂

  • Enrico

    Ciao a tutti.. Vorre chiedere un consiglio…
    Io posseggo una DSC-QX10.m della Sony.. La ReCamera, a livello qualitativo, è paragonbile ??
    Secondo dubbio.. Mi piace fare molti video.. Mi consogliate una ReCamera o una GoPro Session ??
    Grazie..