7.9

Parrot Zik 3, la recensione (foto e video)

Nicola Ligas -




Recensione Parrot Zik 3

Siamo giunti alla terza iterazione delle Parrot Zik, cuffie che abbiamo avuto il piacere di provare fin dalla prima generazione, e che ora, con le Zik 3, cercano di alzare ulteriormente l’asticella. Ci riusciranno davvero?

8.0

Costruzione e comodità

La scatola delle Zik 3.0 non presenta novità di rilievo rispetto al passato, ed al suo interno cela le cuffie (anch’esse praticamente identiche nell’estetica) con in più una scatolina contenente vari cavi, che vanno da quello per la ricarica all’immancabile cavo audio, per utilizzarle in maniera cablata anziché via Bluetooth. Presente anche una borsa in velluto per riporle durante il trasporto.

Sono state aggiunte varie colorazioni in materiali e colori diversi, ma la sostanza non cambia, tanto che a prima vista potreste confonderle con il precedente modello. Le Zik 3 rimangono realizzate per lo più in pelle e metallo, non sono ripiegabili su sé stesse, magari per riporle o trasportarle, ma le cuffie possono comunque ruotare lungo il loro asse, e ciascuna delle due è estendibile attraverso 15 gradi di lunghezza, in modo da adattarsi facilmente ad ogni testa.

Parrot Zik 3 -8

La parte che poggia sul padiglione è ben imbottita e morbida sulle orecchie, ma nel complesso le Zik 3 trasmettono comunque una sensazione di grande solidità, ed anche se allungate o ruotate non presentano scricchiolii o segni di cedimento. Poteva forse essere un po’ più imbottito l’archetto, dato che le cuffie nel complesso arrivano a 270 grammi, archetto che tende a restare molto aderente alla testa, e che alla lunga potrebbe risultare un po’ scomodo.

Peccato che il design immutato significhi anche che non sono stati superati alcuni limiti, come appunto il fatto di non essere ripiegabili o che il jack audio sia presente su un solo lato.

8.5

Funzioni e qualità audio

Le specifiche tecniche complete le potete consultare sul sito ufficiale, ma detta in due parole le Zik 3 sono ancora una volta un piccolo concentrato di tecnologia. La cuffia destra è sensibile al tocco, in modo da cambiare traccia con uno swipe laterale o variare il volume spostando il dito lungo l’asse verticale. I comandi touch un po’ dividono: da una parte sono eleganti ed invisibili, dall’altra un feedback tattile, soprattutto in mobilità, vi avrebbe garantito una maggiore percezione di ciò che state facendo. Presente ovviamente un microfono da usare in chiamata, ma i microfoni presenti sono anche fondamentali per l’ottima funzione di cancellazione del rumore, ancora una volta da prima della classe, esaltata anche dal discreto isolamento offerto dalle cuffie over ear in sé.

C’è anche un sensore di presenza, che interrompe la riproduzione qualora dovessimo toglierci le cuffie, anche solo per metterle attorno al collo, e sono anche disponibili una serie di comandi vocali che, tramite l’app, ci permetteranno di interagire col telefono e viceversa quest’ultimo ci “leggerà” in cuffia chi ci stese chiamando, mettendo automaticamente in pausa la musica eventualmente in riproduzione.

La qualità audio è piuttosto neutra utilizzandole via cavo, senza l’app per dispositivi mobili. Più neutra di quanto ricordassimo dal precedente modello, sebbene l’ascolto cablato o comunque senza app associata non sia lo scopo primario di queste cuffie. Utilizzando invece l’applicazione le cose cambiano radicalmente, perché intervengono tantissime ottimizzazioni: dall’equalizzatore, alla cancellazione del rumore (che comunque un minimo altera la percezione del suono) alle opzioni di spazialità dell’audio. Il risultato diventa quindi molto soggettivo e relativo al tipo di musica, ma l’impressione è che comunque in questa modalità le Zik 3 tendano a pompare un po’ tutto l’audio, con bassi corposi ed avvolgenti, ed alti chiari e ben distinguibili. Nessun problema nella connessione Bluetooth, sempre rapida ed efficace.

Parrot Zik 3 -9

La musica che ne è più avvantaggiata, se così si può dire, è senz’altro quella leggera rispetto alla classica, in particolare pop-rock e metal, anche se le opzioni presenti nell’app consentono comunque una discreta personalizzazione. Dovete poi tenere presente che queste sono cuffie pensate per l’uso in mobilità piuttosto che in studio, e pertanto sono più orientate ad un pubblico giovane e moderno.

Più o meno invariata l’autonomia, che specialmente utilizzando cancellazione del rumore (la funzione che maggiormente incide sulla batteria) ed equalizzazioni varie si assesta sulle 6 ore; disabilitando la cancellazione raddoppierete facilmente tale valore, che poi è condizionato anche dall’ascolto in generale.

8.5

App per smartphone

Le Zik 3 sono ancora una volta cuffie pensate per l’uso con dispositivi mobili. Farne a meno significa quasi aver comprato il prodotto sbagliato, perché è solo tramite l’app che potrete sfruttarle a pieno.

L’app è la stessa che troviamo anche sul precedente modello, ora tra l’altro compatibile anche con Android Wear: ben fatta, in italiano, ricca di opzioni, e semplice. Abbiamo la possibilità di gestire la potenza della cancellazione del rumore in base all’ambiente in cui ci troviamo, l’equalizzatore, che potremo cambiare sia in modo semi automatico per genere o tramite vari preset personalizzabili, ed infine abbiamo anche un regolatore della spazialità del suono, col quale cambiare la direzione di provenienza e l’ambiente di ascolto, a scelta tra stanza silenziosa, soggiorno, jazz club e salone da concerti.

Tramite l’app è poi possibile regolare tutte le funzioni più smart, come lo spegnimento automatico, il sensore di presenza, la connessione Bluetooth automatica, o l’annuncio vocale delle chiamate. È anche possibile cambiare il tema dell’app in modo che rispecchi il colore delle cuffie, casomai voleste usare lo stesso tono.

6.5

Prezzo

Il prezzo è invariato rispetto al precedente modello: 350€ sullo store ufficiale o su Amazon.it ma è proprio con le Zik 2.0 che il paragone diventa ingrato, perché queste ultime si trovano a partire da appena 215€. Non ci sono poi reali innovazioni sul piano funzionale tra le due versioni tali da giustificare la differenza di prezzo, che penalizza ulteriormente questo punto della recensione. Ciò non toglie che le Zik rimangano un concentrato di tecnologia come poche altre cuffie.

Foto

Giudizio Finale

Parrot Zik 3

7.9

Parrot Zik 3

Le Zik 3 confermano che Parrot è un'azienda alquanto eclettica, in grado di realizzare dispositivi molto diversi ma altrettanto validi. Difficilmente troverete delle cuffie più tecnologiche e con un'app così completa da abbinare al vostro smartphone, ma al contempo il prezzo di lancio non è certo popolare, e nel passaggio dal modello precedente all'attuale è difficile trovare una vera ragione per non prendere in considerazione le prime, alla luce della loro svalutazione.

Pro
  • Cancellazione del rumore ottima
  • App ricca di funzioni
  • Solide e ben costruite
  • Audio altamente personalizzabile
Contro
  • Comodità non eccelsa su lunghi periodi
  • Prezzo elevato
  • Troppo simili alle precedenti
  • App indispensabile