8.4

Xplova X5, il ciclocomputer definitivo: la recensione (foto e video)

Cosimo Alfredo Pina -




Recensione Xplova X5

Se siete arrivati su questa recensione forse è perché state cercando un ciclocomputer, un compagno smart di uscite sportive in bici sia questa da corsa, moutain bike o affine. Xplova X5, prodotto da un’azienda sotto Acer, rientra in questa categoria offrendo un sacco di feature, adatte a chi alla passione per le due ruote affianca anche quella alla tecnologia e alle statistiche.

Scoprite se questo computer da bici, un po’ tablet un po’ cam, fa al caso vostro con la nostra recensione.

8.0

Confezione

xplova-x5_9

La confezione di Xplova X5 è una scatola ben realizzata dove, fra simboli sul lato a fronte e scritte interne, vengono indicate tutte le principali funzioni del dispositivo. Il manuale fornito è però solo quello di avvio rapido, con poche indicazioni (sul sito del produttore quello completo in PDF, anche in italiano). Oltre a questo, ed ovviamente Xplova X5, all’interno troviamo un cavetto microUSB per la ricarica e il supporto per manubrio, corredato delle opportune guarnizioni e di una brugola. A tal proposito segnaliamo che il montaggio è molto semplice e il risultato finale è un supporto ben saldo e comodo da usare, visto che il meccanismo è ad incastro.

8.0

Hardware e costruzione

Xplova X5 si presenta come un dispositivo piuttosto compatto e leggero, ma dall’aspetto e feel solido; ricorda un po’ i navigatori GPS outdoor. Sul lato sinistro ci sono il pulsante di accensione e spegnimento e quello che permette di passare tra una sezione e l’altra dell’interfaccia (vedi paragrafo seguente). Sul lato opposto due pulsanti freccia, per passare rapidamente da una schermata all’altra e lo slot per la micro SIM. A fronte, sotto il display, altri due tasti: uno per avviare il monitoraggio dell’attività, l’altro per avviare manualmente la registrazione di un video.

Dietro il generoso incastro, che tiene ben saldo X5 sul supporto per manubrio, e la porta microUSB. Sul lato inferiore invece il microfono e dall’altra parte l’obiettivo della cam integrata. Il tutto irrobustito da diverse guarnizioni e gommature, che rendono il dispositivo resistente alle intemperie secondo gli standard IPX7, nessun problema quindi sotto la pioggia.

Di seguito le caratteristiche hardware di Xplova X5.

  • Schermo: 3″, TLCD (transflettivo), 240 x 400 pixel
  • Archiviazione: 2 GB a disposizione per video (fino a 25 minuti) e registrazione attività (10.000 ore)
  • Connettività: 3G (con Micro SIM opzionale), Wi-Fi, GPS
  • Videocamera: 720p a 30 fps, angolo di ripresa a 120°
  • Batteria: 1.500 mAh
  • Dimensioni: 110 x 62 x 23 mm
  • Sensori: accelerometro, termometro e barometro
  • Peso: 120 grammi
  • Altro: certificazione IPX7 (immersioni di massimo 30 minuti ad 1 metro di profondità), supporto ad accessori ANT+
  • Sistema operativo: proprietario, basato su Android

Prese singolarmente le caratteristiche non lasciano troppo il segno. Nel complesso però l’X5 offre un’esperienza fluida ed affidabile. Particolarmente degni di nota il display, che nonostante la scarsa risoluzione risulta visibile in ogni condizione, e il GPS veloce nel fix e preciso.

Il supporto ai dispositivi ANT+ (fascia toracica cardio, sensore velocità, sensore cadenza, combo velocità+cadenza e misuratori di potenza)  è poi un ottimo plus per coloro che magari hanno già degli accessori . In caso contrario Xplova offre un bundle con X5, fascia cardio e sensore cadenza, quest’ultimi due venduti anche singolarmente.

8.5

Funzioni e riprese video

Partiamo col dire che Xplova X5 è un prodotto ancora un po’ immaturo. L’interfaccia e l’ecosistema sono ancora lontani da altri prodotti consumer, come ad esempio gli smartphone che usiamo tutti i giorni. Tuttavia dopo aver preso pratica tra schermate e servizi online, sarete in grado di spremere a pieno le potenzialità di questo ciclocomputer. Di seguito tutto quello che ha da offrire.

Il ciclocomputer

xplova-x5_re

L’UI del dispositivo è divisa su tre sezioni principali a cui è possibile passare premendo il tasto menu (quello in basso a sinistra). La prima sezione è quella del tachimetro, dove trovate informazioni come velocità, distanza percorsa e, se avete i relativi sensori, cadenza e battito cardiaco.

Dal tachimetro, con i tasti freccia si passa ad una schermata dei dettagli, con ascesa, discesa, pendenza e tempo sul giro, e premendo un’altra volta in una con durata, calorie bruciate, temperatura, data e ora.

Cambiando sezione, quindi premendo il tasto menu, si passa alla mappa. Una volta agganciato il GPS (molto veloce e preciso) potrete infatti seguire i vostri spostamenti anche sulla mappa; durante la registrazione dell’attività il tracciato sarà mostrato come una linea rossa.

La cartografia è quella di OpenStreetMap e dalle impostazioni potete, quando connessi in Wi-Fi o su rete 3G, scaricare zone offline (tutta l’Italia occupa circa 700 MB). Presente anche la funzione Smart Sign Guidance, una navigazione utilizzabile però solo sulle route predefinite, scaricabili (purtroppo pochissime in Italia) o creabili dall’area personale su xplova.com. Sotto la vista della mappa l’indicatore della velocità e della distanza percorsa.

L’ultima sezione dell’UI principale è dedicata ai sensori esterni. Nella prima schermata trovate infatti i grafici dell’andamento della frequenza cardiaca, mentre nell’altra, raggiungibile con un tasto freccia, quella sulla potenza.

Tirando giù il menu a tendina, con uno swipe dal lato superiore dello schermo, ci troviamo davanti qualche scorciatoia (cambio del profilo bici, Wi-Fi, calibrazione altidudine, GPS), l’accesso al profilo personale e l’accesso alle impostazioni. Accedendo a queste riconosciamo subito che il sistema di X5 è una versione opportuna modificata di Android, ma chiusa e non potete ad esempio installarci le app.

Attività, allenamenti e account personale

L’esperienza di Xplova X5 ruota intorno ad account, che potrete creare al primo avvio, anche tramite login con Facebook. A questo saranno legate le attività e relativi video girati durante le uscite, che ritroverete sulla vostra area sul sito dell’azienda o sull’app per smartphone, disponibile per Android ed iOS (non fatevi spaventare dagli ideogrammi, le app sono tradotte).

L’account, a cui è anche abbinato un dettagliato profilo personale (età, peso, altezza, zone cardio) e profili bicicletta, vi permette di tenere sotto occhio tutti i vostri allenamenti, di pianificarli su una mappa per poi avviarli da X5 e di creare eventi, uscite di gruppo. Interessante a tal proposito il fatto che se avete amici con un Xplova, collegati al vostro account, li vedrete sulla mappa in tempo reale.

La registrazione delle Attività, praticamente le sessioni di allenamento, la si fa partire con il tasto Start/Stop. Alcune funzioni smart vi aiuteranno a rendere il tutto più comodo. Interessante ad esempio la pausa automatica del monitoraggio se si scende sotto una soglia di velocità (impostabile manualmente), la partenza automatica della registrazione quando si supera un certo valore, oppure i giri automatici, ogni tot chilometri.

Le Attività, una volta connessi ad internet, saranno sincronizzate sul vostro account. Potrete così in ogni momento consultare i relativi video, mappa e i grafici sull’andamento della velocità, del battito cardiaco o addirittura della temperatura.

La videocamera

xplova-x5_3

Caratteristica peculiare di Xplova X5 è la videocamera che si trova sul lato superiore. Questa scelta rende il dispositivo capace di riprendere quello che si trova nella strada di fronte a noi, senza inficiare la visibilità dei dati a schermo.

La gestione dei video è un po’ “strana”. Non potrete usare la cam di X5 come quella di uno smartphone. Infatti la registrazione può avvenire solo durante il monitoraggio dell’attività e con clip da 3, 6 o 9 secondi.

Una scelta che potrebbe lasciare interdetti ma che ben si presta alla natura del dispositivo, visto che la registrazione, oltre che con il tasto dedicato, può essere avviata automaticamente in base a vari parametri, tutti personalizzabili. In particolare:

  • Frequenza cardiaca (serve sensore esterno)
  • Pendenza in salita
  • Pendenza in discesa
  • Velocità
  • Cadenza (serve sensore esterno)
  • Potenza (serve sensore esterno)

Inoltre potete registrare una clip all’avvio del monitoraggio dell’allenamento o quando si taglia un nuovo giro sul tracciato. I vari mini-video vengono salvati sulla memoria del dispositivo e collegati all’Attività.

Proprio nella schermata di un’Attività, che troverete nel vostro profilo, sarà possibile creare un relativo video, unendo fino a 8 clip. Questo sarà poi caricato sul proprio account e potrà essere scaricato da web o condiviso sui social. Se cercate un approccio più standard i video sono accessibili anche collegando X5 ad un PC tramite il cavetto microUSB fornito nella confezione. Sarà riconosciuto come un dispositivo multimediale.

Concludiamo con una nota sulla qualità (vedi sample qui sotto). Questa non è certamente eccelsa: la risoluzione massima di 720p e il fissaggio sul manubrio non aiuta il comparto audio, suscettibile a vento e vibrazioni. Non potete paragonarla a quella di un’action cam di pari valore, ma comunque realizzerà (anche di sera) video più che godibili per rivivere le parti salienti di un allenamento.

9.0

Autonomia

Il produttore dichiara 12 ore di autonomia con internet spento (3G e Wi-Fi), retroilluminazione disattivata e con il GPS agganciato. Anche in queste condizioni ma utilizzando il monitoraggio dell’attività e la registrazione smart dei video, difficilmente otterrete così tanto.

Stiamo comunque parlando di un dispositivo dell’autonomia ottima e con una carica riuscirete ad usarlo intensivamente per ore. La batteria da 1.500 mAh sarà insomma sicuramente sufficiente per un’uscita e ad aiutarvi a preservare la carica residua c’è un sistema interno che spegne il dispositivo dopo un certo periodo di inattività. Per ricaricarlo potete usare qualsiasi porta USB da 5 volt.

6.5

Prezzo

Se avete i paragrafi precedenti avrete capito quanto completo sia questo Xplova X5. Una soluzione quindi da veri appassionati di ciclismo che vogliono affrontare questo sport in maniera analitica e smart. Detto questo si tratta di un dispositivo piuttosto caro. Il prezzo sul sito ufficiale è di 500$ per il kit base, solo X5 senza sensori aggiuntivi, e da noi si trova sui 480€. Come detto da veri appassionati.

Acquisto

Xplova X5 lo trovate su Amazon.it, sia nel kit base (479€) che nel bundle con fascia cardio e sensore di cadenza (572,90€):

In caso abbiate già acquistato il dispositivo, potete abbinare in un secondo momento fascia cardio (49€) e sensore di cadenza e velocità (44,90€), visto che vengono venduti a parte:

Sample video Xplova X5

Foto Xplova X5

Giudizio Finale

Xplova X5

8.4

Xplova X5

Xplova X5 è un dispositivo di nicchia, ma che promette di accontentare chi cerca un ciclocomputer davvero completo. Il display è davvero ottimo, così come l'autonomia. Peccato per il comparto software un po' grezzo, ma dopo aver preso familiarità rimarrete piacevolmente sorpresi. Se siete appassionati di ciclismo e tecnologia potrebbe fare al caso vostro, ma occhio al prezzo.

Pro
  • Display sempre leggibile
  • Ottima costruzione
  • GPS preciso
  • Tante funzioni ed integrazione con il cloud
  • Autonomia
Contro
  • Interfaccia complessa
  • Ecosistema non ancora maturo in Italia
  • Video solo di breve durata
  • Prezzo non per tutti
  • Ivan V

    Prodotto interessante, non fosse per l’attacco al manubrio che mi sembra poco solido. Ah, a proposito… Raddrizza il manubrio!

  • marco

    qualcosa di molto meno costoso su gearbest?