8.0

Ricoh Theta S, la recensione (foto e video)

Emanuele Cisotti -




Recensione Ricoh Theta S

Tra tutte le cose che al momento sentiamo dire “è il futuro” c’è sicuramente anche la realizzazione di foto e video a 360°. È un mondo arrembante e in cui molte aziende presto si lanceranno. Quella che però si è già lanciata e ha imparato a farsi conoscere è la giapponese Ricoh, con la sua Theta, adesso rinnovata in Theta S. Scopriamola.

Per tutte le migliori videocamere a 360° potete consultare la nostra lista.

7.0

Confezione

La confezione contiene al suo interno l’essenziale: fotocamera, custodia da viaggio (indispensabile) e cavo USB-microUSB per la connessione al computer.

8.0

Costruzione ed Ergonomia

Ricoh Theta S - 6

Ricoh Theta S è realizzata in metallo, mentre le parti frontali sono rivestite di un materiale gommato che vi permetterà sì di avere un ottimo grip ma che avrà il brutto effetto di sporcarsi molto rapidamente durante l’utilizzo. Su una delle due parti abbiamo un grosso tasto per scattare foto e registrare video, mentre sul lato abbiamo il tasto di accensione (molto rapida), un tasto per attivare la Wi-Fi (per il controllo remoto) e uno per commutare da modalità foto a quella video. È estremamente semplice da utilizzare e prenderete confidenza dopo poco. Sul lato inferiore c’è il foro per avvitarla su di un supporto/cavalletto standard, la porta microUSB (per ricarica e trasferimento dati) e un’uscita miniHDMI per vedere il video in tempo reale. La scocca non si apre e non è quindi possibile espandere la memoria o rimuovere la batteria.

8.0

Qualità

Al momento è difficile avere un metro di paragone per foto e video a 360° essendo questo un prodotto unico nel suo genere, ma possiamo comunque valutare la qualità percepita. Le foto sono di notevole qualità e dall’applicaizone è possibile agire su un certo numero di parametri, come anche l’esposizione (fino a 60 secondi). L’unica funzionalità che manca è quella HDR che avrebbe forse risolto in parte i problemi dovuti alla gamma dinamica complicati dall’avere in praticamente ogni foto parti molto diversamente illuminate. La giunzione delle due “semi-sfere” è praticamente perfetta e si noterà solo per oggetti estremamente vicini (e non sempre). Utilizzando l’app l’immagine viene immediatamente traferita al telefono da dove potrete condividerla utilizzando un’URL personalizzata. Altrimenti l’unico modo per vedere la foto nella sua sfericità è utilizzare l’app stessa. Ottima anche la giunzione nella parte inferiore della sfera.

Lonely Road – Spherical Image – RICOH THETA

Qui altre foto.

Per quanto riguarda i video la situazione è più complicata e la qualità è inferiore. Se è vero che il video viene registrato a 1080p c’è anche da dire che nel quadro di 1920 x 1080 pixel sono incluse entrambe le semisfere più tutta “l’eccedenza” nera per arrivare alla forma rettangolare. Questo vuol dire che il video è tranquillamente godibile e particolarmente gradevole quando non ci siano condizioni di luce particolari (come forti luci e molte ombre), ma ci sono comunque ancora ampi margini di miglioramento (leggasi: 4K). I video possono essere invece caricati su Facebook o YouTube ma si dovranno prima passare dal computer ed essere convertiti con il software in dotazione (per Windows e Mac). Vi accorgerete però presto che la compressione di Facebook e in particolare YouTube è molto aggressiva e che il video perderà ancora risoluzione una volta caricato (anche a 1080s). La qualità audio è discreta ma non eccelsa: il volume non è altissimo e il microfono (mono) è sensibile al vento.

Gita a Montesenario a 360°P.S. la qualità di compressione di Facebook è infame

Pubblicato da Emanuele Cisotti su Sabato 19 marzo 2016

8.0

App

L’applicazione gratuita è disponibile per Android e iOS. Non è particolarmente curata esteticamente ma fa benissimo quello che promette e, una volta presa la mano, vi permetterà di gestire tutte le vostre foto a 360° in autonomia. Le foto finiranno ovviamente anche nella galleria del vostro telefono nel formato originale (ovvero stretchato). L’app permette anche di condividere foto, aggiornare il firmware, controllare lo stato della carica e, ovviamente, scattare foto e registrare video (una volta avviata la registrazione però il flusso si interrompe). C’è poi anche un’app aggiuntiva Theta+ che permette di correggere le foto e crearne anche versioni flat da condividere con gli amici sui social.

Una foto pubblicata da @_ciso in data:


8.0

Autonomia

La batteria permette abbastanza agevolmente di terminare prima la memoria interna della batteria stessa, sopratutto se fate video. In ogni caso l’abbiamo sempre utilizzata per almeno una giornata senza mai necessità di caricarla nuovamente.

8.0

Prezzo

Ricoh Theta S è stata commercializzata a circa 500€ un prezzo decisamente aggressivo se consideriamo questo prodotto come l’unico sul mercato al momento del suo lancio. Online si trova comunque a prezzi inferiori.

Acquisto

Ricoh Theta S è disponibile a 399€ su ePRICE.it.

Foto

Giudizio Finale

Ricoh Theta S

8.0

Ricoh Theta S

Ricoh Theta S è un prodotto sorprendente ed è il "classco" primo del suo genere. Le foto sono stupefacenti e divertenti allo stesso tempo. È un prodotto con ampi margini di miglioramento (come la possibilità di espandere la memoria e i video in 4K) ma è comunque un ottimo esemplare per essere il primo di una nuova era, considerando anche che viene realizzato da un brand minore. Da comprare comunque solo se si è interessati nella fotografia sferica.

Pro
  • Buona qualità fotografica
  • Semplice da utilizzare
  • Software funzionale
  • Prima di un genere
Contro
  • Non c'è ancora uno standard per le foto/video 360°
  • Memoria non espandibile
  • La qualità video non è entusiasmante
  • La gomma si sporca facilmente
  • Ma scusa allora l’unica cosa che si può fare bene, si può fare anche con la Google Camera ovvero le PhotoSphere?

    • Beh il risultato è decisamente migliore qui e ci vuole qualcosa come 1/100 del tempo, andando quindi anche a levare tutti i problemi di persone/cose che si muovono.

      • Si questo è vero, beh in effetti… comunque c’è ancora molto da fare in questo campo… vediamo Gear360 e lg Cam 360…

  • d81

    Ciao, bellissima recensione, ho acquistato da qualche giorno la theta s e prima di fare qualche guaio vorrei chiederti un consiglio: vorrei poter caricare la theta s con caricabatterie a muro. Ho provato con quello gopro ma il led di accensione della macchina lampeggia rosso e poi si spegne, quindi non va.
    Ho provato con quello iPhone e sembra che vada…poichè non capisco niente di voltaggi, prima di danneggiare la ricoh mi potresti dare qualche dritta su come fare o che adattatore utilizzare?

  • Lorenzo

    volevo chiedere se sapete che autonomia ha la batteria in registrazione video